Autori

Abbiamo scritto, bevuto, parlato e mangiato. Di tutto. Raramente d’accordo. Ecco il motivo per cui ci ritroviamo su Intralcio. I gusti sono gusti – si dice – su Intralcio ora se ne scrive. Ognuno col proprio stile e col proprio senso del buono. A voi trovare le voci che più vi somigliano, quelle da cui farvi ispirare, oppure quelle da sfidare, contestare, attaccare. Molte volte sbaglieremo e cambieremo idea. E lo faremo sotto i vostri occhi, assaggiando e riassaggiando, dando i nostri giudizi e poi cambiandoli. Perché il vino cambia e noi con lui, e non ha senso dare un punteggio una volta e per sempre. Quindi chi scrive su Intralcio lo fa esponendosi al giudizio non solo di chi legge, non solo dei colleghi, ma soprattutto al proprio: mutevole, come è giusto che sia. Insomma, nessun compromesso, nessuna mediazione, nessun giudizio definitivo. Il vino si muove e noi con lui. Qualcuno avrà capito subito di che stoffa era, altri, forse, dopo. Unica regola: non si cancella nulla, e chi sbaglia paga da bere!


Sara Boriosi

Perugina, classe 1975. Gestisco l’enoteca storica della città, tre cavatappi Gambero Rosso. Scrivo anche per Intravino e nel mio blog Rossodisara; collaboro qua e là. Ho devoluto la mia vita epatica al lavoro.


Fiorenzo Sartore

Vinaio in Genova, proto-blogger, geek, mediattivista, netizen, smanettone, proletario con partita IVA. Collaborazioni (passate) con L’Unità, collaborazioni (presenti) con Doctor Wine (Guida essenziale ai vini d’Italia), partecipo alla fondazione di Intravino, Dissapore, e altre robe che ora non ricordo.


Andrea Gori

Quarta generazione della famiglia Gori – ristoratori in Firenze con la Trattoria da Burde dal 1901 – sono biologo, ricercatore e genetista. Vice campione europeo nel 2008 e poi Ambassadeur du Champagne per l’Italia. Nel 2009 fondo Dissapore.com e in seguito Intravino.com su cui continuo a scrivere. Collabora con Business People, Voilà, SpiritoDiVino. Dal 2010 porto il mio modo di degustare in giro per le città d’Italia con God Save The Wine. Ho contribuito a far nascere la nuova guida DoctorWine. Ho scritto la tetralogia dei Manuali di conversazione sul vino tra Champagne, Vini Rossi, Vini Bianchi e Vini Rosa.


Jacopo Cossater

Comunicazione digitale ed e-commerce, è tutta una questione di vino, di birra artigianale e di trail running. Vivo in Umbria, a Perugia, ho un debole tanto per i Paesi del Mediterraneo quanto per quelli scandinavi ma non potrei mai fare a meno dei ritmi dell’Italia Centrale. Intravino senior editor, Gastronomika contributor.


Giovanni Corazzol

ed ecco Alan Ford, di tutti è il più bello, ci sta solo per quello“. Nato a Feltre, ingrasso a Perugia, sto nella sala macchine di Intralcio. Prima di Intravino bevevo vino con la gazzosa.


Pietro Stara

Torinese, classe 1969. Vivo a Genova da vent’anni perché amo le acciughe impanate e fritte. Ho un mio blog, vinoestoria e collaboro con il Seminario Veronelli a questa rubrica


Vania Valentini

Emiliana di nascita e cresciuta tra le bollicine, da anni sono appassionata di quelle d’Oltralpe. Vice-curatrice della Guida Grandi Champagne, scrivo per diverse riviste del settore, tengo lezioni sulla Champagne all’UNISG di Pollenzo e in giro per l’Italia.


Monica Coluccia

Romana d’adozione, sommelier dal 2004, un passato da redattrice ed editor di riviste e guide di settore. Degustatrice compulsiva, dal 2014 conduco seminari tematici in tutta Italia.


Giampaolo Giacobbo

Nato a Bassano del Grappa nel 1967. Seguo il mondo del vino dal 1994 iniziando con i corsi Arci Gola Slow Food. La svolta della mia vita arriva con Porthos nel 2000. Abbandono una scrivania con bilanci e dichiarazioni dei redditi per dedicarmi anima a cuore a questo mondo. Tutto quadra, quindi anche la ragioneria è servita.


Fabio Zanzucchi

Nato nel 1962. Laurea in fisica. 7 anni alla Texas Instruments, come responsabile del controllo statistico di produzione. Consulente per lo sviluppo dei mercati esteri per aziende vitivinicole dal 1998. Bevitore dal 1978.


Emanuele Giannone

Io personalmente non avevo mai sentito il bisogno di strabiliare il mondo.” (Thomas Bernhard)


Enrico Nera

Cresco tra botti e filari seguendo le orme di un padre contadino. Nel 2008 mi trasferisco in Belgio, divento sommelier AIS e collaboro con blog del settore. Nel 2013 è la volta di New York, in cui lavoro per due anni da wine sales rep e dal 2015 brand manager per un importatore di vino.


Michelangelo Tagliente

Giornalista pubblicista e sommelier. Dal 2010 è online con il sito “La stanza del vino”. Adora i film di Marc Dorcel e ascolta i Pooh.


Angelo Peretti

Ho avuto la fortuna di nascere in un’ottima annata come la ’59. Vivo sul lago di Garda. Scrivo di vino dall’84. Dirigo il giornale on line The Internet Gourmet.


Fabrizio Gallino

Attivo dal 2007 con lo pseudonimo Enofaber, curioso per natura, mi piace esplorare i territori meno battuti, alla ricerca di piccole chicche da raccontare.


Maura Firmani

Umbra di origini e residenza, ho vissuto i miei primi 35 anni da astemia. Oggi ho un blog “Il vino racconta”, con cui appago la voglia di raccontare storie attorno al vino.


Nicola Barbato

Nato nel 1968 a Cuneo, ora stanziale a Torino. Commercialista, bevitore, esteta, epicureo, egocentrico, terrone, panificatore, barbuto, elucubrista. Il mio spirito guida è mia nonna.


Valentina Di Carlo

‘Etrusca’ di origine, Toscana d’adozione. Laureata in comunicazione, da cantiniera ad export, passando per un piccolo blog ‘VinoInRosa’ fino ad arrivare un anno fa a Vinnuendo, la mia enoteca. Assaggiatrice ONAV, freelance, attualmente collaboro con la guida ristoranti de L’Espresso e con il Consorzio del Brunello di Montalcino.


Mauro Mattei

Sommelier multitasking prima, uomo da marciapiede oggi, cialtrone sempre. Quasi ciociaro, piemontese d’adozione, mi muovo in rete con lo stesso tasso alcolico della vita reale. Quando non sono impegnato a lucidare il mio ego, seleziono e racconto i vini di Terroirs e do fondo ai Barolo della famiglia Ceretto.


Chiara Giovoni

Ambassadeur du Champagne per l’Italia e Vice-Ambassadeur Européen CIVC nel 2012, sommelier AIS. Autrice del libro Bollicineterapia (ed.Salani) ho una rubrica dedicata alle bollicine su DoctorWine, sono co-autrice per la “Guida Essenziale ai vini d’Italia”, e curo la Guida dedicata allo Champagne di Spirito diVino di cui sono regular contributor.


Maria Grazia Melegari

Tutto iniziò con un bicchiere di Verdicchio e con il mio blog Soavemente, poi vennero Slow Wine e Ais Veneto. Se il vino è metafora della vita, scriverne è una sconfinata ricerca.


Irene Forni

La sala di un ristorante è il luogo che preferisco in assoluto. Il vino è vita e lavoro. Sono fondatrice della Io&Vino con attività di consulenza e ad aziende vitivinicole e ristoranti. Lettrice da sempre, scrittrice da poco, sempre con un calice in mano.


Pierpaolo Rastelli

Pierpaolo Rastelli Marchigiano, quasi cinquantenne, scrivo principalmente sulla carta stampata da oltre 20 anni di ristoranti e vini senza aver mai avuto la pretesa di averle azzeccate tutte. Laico osservante, lurker compulsivo, credo nella specializzazione territoriale ed è un fervente oppositore della tuttologia applicata all’enogastronomia. La mia presenza qui è solo legata al fatto che pensa di esser il preferito di Sara Boriosi. Ma forse mi sbaglio


Gabriele Rosso

Cuneese classe 1979 con studi di storia del pensiero politico alle spalle, faccio parte della redazione di Slow Wine, scrivo di cibo e lavoro come freelance nel mondo dell’editoria.


Anita Franzon

Divisa tra il Piemonte, la Toscana e l’Oregon, viaggio per lavoro e lavoro per viaggiare. Leggo molto, bevo vino e scrivo, non sempre in quest’ordine. Collaboro con la rivista Civiltà del bere e sono autrice di guide per Lonely Planet.


Federica Randazzo

Wine writer & Sommelier con una passione per la Schiava e i vini coraggiosi. Scrivo e bevo (non sempre in quest’ordine), collaboro con Slow Wine e mi occupo di comunicazione, selezione vini e formazione.


Savoy Truffle

“Non pensavamo che un fungo sarebbe riuscito a entrare nel cervello”. Savoy Truffle (aka Federica Benazizi) è un gastromiceto che abita il sottobosco della Capitale e si nutre principalmente di vino e di strane idee. Cresco su Intravino, Puntarella Rossa e sui muri dei bagni degli Autogrill.


Sonia Ricci

Nata in Umbria nel 1987, da anni trapiantata a Roma Sud. Sono giornalista professionista e lavoro per l’agenzia stampa Public Policy seguendo i lavori del Parlamento. Scrivo per La Repubblica e Il Foglio. Il vino? Scappatoia all’inedia politica.


Adriano Aiello

Bevo e scrivo di vino, ma soprattutto lo vendo da quando ho smesso di scrivere di cinema. Mangio tanto, gioco a poker, scommetto sul tennis, domino a Risiko, tifo l’Arsenal, ma ho anche dei difetti.


Claudio Celio

Romano, giornalista. Scrivo da 20 anni di spread, BoT e debito pubblico. Normale che a un certo punto iniziassi a bere. Ho scoperto il vino tardi, mi sono educato a Porthos e oggi continuo ad assaggiare con curiosità. Obiettivo: campare sereno, facendo (e bevendo) più o meno quello che mi pare.


Francesca Ciancio

Giornalista professionista, nel settore del vino e poi del cibo da circa 15 anni. Scrivo, fotografo, filmo. L’ho fatto e continuo a farlo per testate cartacee e online, da quelle generaliste a quelle di settore. Bevo e mangio sempre con grande gioia.


Eleonora Guerini

Per anni fiera curatrice della guida Vini d’Italia del Gambero Rosso, ora passata al lato oscuro, ma decisamente intrigante, della forza, mi occupo di strategia per Terra Moretti Vino e sono autrice de Il grande libro illustrato del vino italiano (ed. EDT). Polemica, impaziente, pirotecnica. È tutto, sempre, una questione d’istinto. Soprattutto nel vino. Che è ciò che amo di più al mondo e che mi fa appassionare e incazzare come il primo giorno.


Fulvio Santoro

“Il contabile”. Padovano di crescita, terrone di sangue, 54 anni ben portati, modesto. Selezionatore con potere di spesa di alimenti e vino da merenda per alcuni locali della città.

Davide Fasolo

Vicenza, enocultore assolutamente praticante, da sempre aggregatore attorno a qualche buona bottiglia, ho sposato il motto veronelliano “il vino è un valore reale che ci dà l’irreale”…un pizzichino francofilo.

Marina Alaimo

Sono napoletana e ho sempre il vino e la musica in testa. Forse per questo sono un po’ stonata. Giornalista pubblicista, scrivo di vino da almeno 15 anni. Galeotto fu un corso di sommelier, la passione per la scrittura poi ce l’ho sin da bambina. Collaboro con Identità Golose , WiningPress, Internetgourmet, Radio Siani, Foodclub. Amo gli intralci e la loro improgrammabilità.

Liliana Savioli

Padovana trapiantata sul Carso triestino che l’ha accolta e la fa sentire a casa. Sommelier, sensorialista,  giornalista pubblicista, docente…… ma felicemente pensionata e finalmente libera di scrivere della sua passione: il mondo del vino e di tutti i suoi interpreti.

Vuoi partecipare?