• 2017,  AOC,  BIANCHI,  François Chidaine,  FRANCIA,  LOIRE,  MONTLOUIS

    Ok 2017 Montluois-Sur-Loire Les Choisilles, François Chidaine

    Torno sulla Valle della Loira, questa volta con il suo vitigno di elezione: lo chenin blanc. Vitigno camaleontico, capace di esprimersi con voci differenti a seconda del terreno sui cui cresce, della resa per ettaro, del clima e della sua permanenza in bottiglia. Da vini più taglienti a vini di calore alcolico, fino ai muffati, passando per gli spumanti, il range è assai esteso. L’esemplare di cui scrivo, vino secco, risente sicuramente del terreno argilloso da cui proviene (sebbene in compresenza con calcare): spicca, infatti per struttura e corposità che già all’olfatto si delinea con note di albicocca, pesca gialla e cera d’api, ingentilite da toni agrumati e fiori bianchi;…

  • 2016,  DOC,  La Frassina,  Lison-Pramaggiore,  ROSSI,  VENETO

    2016 Lison Pramaggiore Refosco dal peduncolo rosso, La Frassina

    Doc Lison-Pramaggiore: una di quelle denominazioni e, di conseguenza, di territori vitivinicoli che mi capita rarissimamente di toccare con i miei assaggi. Anche il vitigno in questione, il refosco dal peduncolo rosso, che ai tempi del corso da sommelier restava impresso nella memoria per la sua curiosa onomastica descrittiva, non ha frequentato molto i miei calici. Oggi inizio a recuperare tempo e bottiglie perdute condividendo questo interessante assaggio di un’azienda di Caorle, provincia di Venezia: La Frassina. Breve descrizione orografico-pedologica del sito su cui insistono i vigneti: trattasi di una valle bonificata dalle acque, quindi di origine alluvionale, a matrice calcareo argillosa e ricca di carbonato di calcio che apporta…

  • 2018,  BIANCHI,  IGT,  Leonardo Bussoletti,  UMBRIA,  Umbria

    2018 05035, Leonardo Bussoletti

    Come i seguaci del vino sanno, Leonardo Bussoletti, in Umbria, provincia di Terni, esattamente a Narni, è stato l’artefice del lancio del rosso da ciliegiolo, una delle tante novità che hanno condotto alla scoperta di un territorio e di un vitigno assolutamente nuovi per l’era moderna del vino.Con il tempo abbiamo capito che Bussoletti ci sa fare ben bene anche con i bianchi, come nel caso del qui presentato 05030, a base di trebbiano spoletino in purezza. Con il trebbiano umbro è difficile tirare fuori un vino cattivo, richiede impegno perché è un vitigno che ha la grande capacità di non mostrare eccessi, in qualunque modo lo si vinifichi. Ma…

  • 2017,  AOC,  BIANCHI,  Domaine Fouassier,  FRANCIA,  LOIRE,  SANCERRE

    2017 Sancerre Les Grands Champs, Domaine Fouassier

    Anteprima in una nuova scheda Questo vino mi ha portato in Francia, nella Valle della Loira, dove mi piacerebbe andare realmente, non solo per assaggiare i vini che lì si producono e che conosco poco, ma anche per ricompensarmi della monotonia del paesaggio che accompagnò la mia prima visita in Champagne. La Valle della Loira la immagino più viva, più ricca di storia, di bella architettura e di verde che non sia solo vigneti, più variegata nel paesaggio per il suo estendersi dal centro della Francia fino all’Oceano. Soprattutto la percepisco molto varia nelle proposte vitivinicole: nota per i suoi grandi vini bianchi, sono certa che anche i rossi riflettano…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  J. L. Vergnon,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Extra Brut Eloquence, J.L. Vergnon

    Jean Louis Vergnon è il nome del fondatore della Maison scomparso trent’anni orsono. Dalla morte di Jean Louis l’azienda, che si trova a Mesnil-Sur-Oger, villaggio Grand Cru della Côte de Blancs, è nelle mani della moglie e dei figli che conducono i lavori in vigna e in cantina in un’ottica di ecosostenibilità. I Vergnon coltivano esclusivamente chardonnay, alcune parcelle del quale sono ubicate in altri due villaggi Grand Cru: Oger e Avize. Proprio il qui descritto Champagne Eloquence è il frutto di una cuvée confezionata con i tre cru del vitigno che fermenta in acciaio e riposa sui lieviti per almeno tre anni. Il dégorgement risale a marzo 2019. Descrizione:…

  • 2016,  DOC,  EMILIA ROMAGNA,  Marta Valpiani,  Romagna,  ROSSI

    2016 Romagna Sangiovese Superiore Rosso, Marta Valpiani

    “La 2016 è l’annata che vorrei avere ogni anno” è la dichiarazione, captata sul web, di Elisa Mazzavillani, artefice del Marta Valpiani Rosso. Elisa si esprime ancora sulla 2016: “questo è un millesimo di grande fascino, energia ed eleganza, grazie anche alla bassa gradazione alcolica”.Sono passati quattro anni dalla vendemmia 2016 e il mio assaggio conferma le aspettative di Elisa con l’aggiunta di piccoli segnali di evoluzione che vestono il vino di sfumature scure sia all’olfatto che al gusto. Il sangiovese del Marta Valpiani Rosso cresce su argille rosse ricche di ferro, con scheletro in calcare e sasso spungone. La pratica vitivinicola biodinamica, non invasiva e rispettosa dell’espressione territoriale e…

  • 2018,  BIANCHI,  CAMPANIA,  DOCG,  Greco di Tufo,  Vadiaperti

    2018 Greco di Tufo, Vadiaperti

    Vadiaperti, alias Raffaele Troisi di Montefredane, Avellino, Irpinia. Vigneti tra i 400 e 700 metri di altitudine, con vista sulla valle del fiume Sabato. Traerte è il nome che il progetto di Raffaele Troisi ha assunto dal 2011 e che richiama l’orografia del luogo e la natura del lavoro in vigna: “tra erte”, cioè, “tra salite”. E’ proprio dal mix di fatica, sole, vento di terra, vento di mare (Vietri è poco distante), terreno gessoso tufaceo e vulcanico, che il Greco di Tufo Traerte-Vadiaperti trae la sua essenza e la sua energia vitale.Naso primariamente agrumato, ma in subitanea virata sulfureo-fumé; poi pesca gialla, pera, fiore di tiglio, salvia e una…

  • 2017,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Francis Boulard & fille,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2017 Champagne Brut Nature Les Murgiers, Francis Boulard & fille

    Quella di Francis Boulard e della figlia Delphine è una piccola maison a conduzione familiare con vigneti situati principalmente a Cormicy e Saint-Thierry, nella Petite Montagne de Reims. Dal 2001 orientata all’agricoltura biologica, oggi l’azienda ha certificazione biodinamica e lavora con spirito e approccio artigianali. Francis Boulard è stato tra i primi a recuperare l’uso del legno piccolo, la pièce, per la fermentazione e maturazione dei vini base, rifiutando il ricorso ad acciaio, vetroresina o cemento che con i loro bassi costi sono diventate la scelta più conveniente per le grandi aziende: dai Boulard solo botti vecchie che non rilasciano sentori, ma che permettono all’ossigeno di esercitare i suoi benefici…

  • 2018,  BIANCHI,  Camillo Donati,  Emilia,  EMILIA ROMAGNA,  IGT,  RIFERMENTATI

    2018 Il Mio Malvasia, Camillo Donati

    Emanuela Tortora, ha recensito qui Il Mio Malvasia di Camillo Donati, annata 2010, raccontando di un vino in ottima forma a dispetto dei suoi dieci anni. Questa scheda, frutto dell’assaggio di una bottiglia più recente, annata 2018, dichiara la grande plasticità del vino che si lascia godere anche in gioventù. La giovane età si palesa immediatamente nel colore, ancora distante dalla nuance aranciata visibile nella foto allegata da Emanuela Trotora, nuance figlia della macerazione di due giorni: qui la veste cromatica è ancora ferma al giallo paglierino compatto. L’effervescenza, invece, di giovanile vigore, trascina con veemenza fuori dal calice tutta la carica olfattiva della malvasia di Candia aromatica: in prima…

  • 2015,  Collecapretta,  IGT,  ROSSI,  UMBRIA,  Umbria

    2015 Sangiovese Il Burbero, Collecapretta

    Profumi in punta di piedi, ma nitidi e dotati di spiccata naturalezza aromatica: primeggiano i toni floreali scuri, da fiore appassito, affiancati da suggestioni fruttate, erbacee e terrose tipiche del bosco e del sottobosco. Una nota di peperone, poi richiami di tamarindo, di mirto e pepe bianco. È il compendio olfattivo dei boschi dei Monti Martani, da cui le uve de Il Burbero provengono. Siamo in Umbria, non lontano da Spoleto, in un luogo in cui il verde della natura domina in assolo. Collecapretta orami è realtà universale, non solo umbra. Vittorio Mattioli, insieme alla moglie Anna e alle figlie, conduce le vigne e vinifica con la sapienza agricola assorbita…