• 'A Vita,  2018,  CALABRIA,  Cirò,  DOC,  ROSATI

    2018 Cirò Rosato, ‘A Vita

    Un rosato per chi cerca esperienze di impegno e per chi vuole conoscere la Calabria più schietta, che non scimmiotta stili o modelli altrui: vino senza eccessi, ma austero, meditativo, assolato, speziato, salmastro, tannico, quintessenziale nei suoi profumi fruttati al mandarino e arancia amara; al naso anche essenze di garofano, viola appassita, rosmarino e tanta macchia mediterranea. Dicevo del tannino: in bocca recita una parte importante, senza disturbare, in equilibrio funambolico con la sostanza fruttata appena accennata e tanta vena erbacea, fresca e amaricante. Leggera alcolicità in punta di lingua. Un vino a vocazione prettamente gastronomica e non da aperitivo sbarazzino o caciarone.Pleonastico parlare dell’azienda ‘A Vita di Francesco Maria…

  • 'A Vita,  2015,  CALABRIA,  Cirò,  DOC,  ROSSI

    2015 Cirò Rosso Classico Superiore, ‘A Vita

    Il dubbio resta. Un vino va atteso o bevuto e considerato nell’hic et nunc? Ovvio, ogni assaggio è legato al qui ed ora, al momento oggettivo e soggettivo. Ma su certi assaggi resta il dubbio: era meglio ora o bisognava aspettare? E soprattutto, cosa vuol dire “ora”? E ancor di più: quali sono le aspettative del soggetto degustante / bevente?Ho la presunzione di fare una fotografia, uno scatto di cosa questo vino è qui ed ora: con la consapevolezza che potrà essere differente. Perché all’assaggio si propone austero, con la trama tannica ancora dura e virulenta e da una freschezza sapida di grande livello. Eppure il naso è dato da…

  • 'A Vita,  2013,  CALABRIA,  Cirò,  DOC,  ROSSI

    2013 Rosso Classico Superiore Cirò, ‘A Vita

    La prima volta che ho incontrato Francesco Maria De Franco fu a Piacenza, durante una fiera, e vi giuro che vorrei parlarvi a lungo di quell’incontro e dei successivi ma poi mi sgridano e quindi passo subito a dire del vino. Il colore mi suggerisce che avrei dovuto berlo un anno fa. Tuttavia. C’è quella inconfondibile brillantezza della superficie del liquido, quella che preannuncia un vino vivo. Vediamo. Annuso e subito è il caffè tostato che mi invade le narici. A seguire radice di liqurizia, marene sotto spirito e quel tamarindo che sempre mi fa pensare al nebbiolo agée. Ne prendo un sorso. Il vino è fresco come mi aspettavo…