• 2019,  IGT,  ROSATI,  TOSCANA,  Toscana,  Villa Bibbiani

    2019 Flora Rosè, Villa Bibbiani

    Uno dei primi vini prodotti dal nuovo corso di Villa Bibbiani, villa trecentesca a Capraia e Limite, tra Empoli e Firenze. Villa resa splendida dal Marchese Cosimo Ridolfi con il giardino botanico in cui spiccano le camelie, come quella che da lui prese il nome, la Camelia Ridolfiana, raffigurata in etichetta. Colore rosa lieve con la sfumatura della camelia moutan, naso speziato, fine, raffinato e invitante di sanguinella, fragile di bosco, gessosità sottile, talco e vetiver. In bocca ha levità, ma anche la giusta struttura con dolce sussurrato e tanta freschezza. Nasce da sangiovese e ce lo ricorda con tabacco, anice e finocchietto, nel finale speziato di bella lunghezza. Da…

  • 2019,  Corte Sant'Alda,  IGT,  MACERATI,  VENETO,  Veneto

    2019 Inti, Corte Sant’Alda

    Lavorare con i bianchi macerati non è mai facile. Quel periodo di contatto con le bucce in fase di fermentazione è tanto affascinante quanto rischioso. È un terreno ancora inesplorato che sembra stimolare sempre più vignaioli. Serve esperienza, coraggio e sensibilità per riuscire a portare a casa, con la macerazione, il patrimonio organolettico del sottobuccia, quindi sapore e aromi, un po’ di tannino, senza però cadere nella trappola dell’ossidazione e soprattutto di quell’omologazione che annienta il varietale. Marinella Camerani è una donna del vino che di esperienza ne ha tanta quanto la sua determinazione e sensibilità. Con la sua Inti, la Garganega macerata esce allo scoperto prendendosi qualche rischio: esame che…

  • 2019,  Alto Adige,  Armin Kobler,  ROSATI,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2019 Kotzner Sudtiroler Merlot Kretzer, Armin Kobler

    Questo è un rosato che necessita di un disclaimer. Se l’idea è quella di bere un rosé leggero, aereo e poco impegnativo, bisogna avvertire che Kotzner è molto distante da questi parametri. Forse si fa prima a dire: questo non è un rosato. Ma siccome il colore è quello, si deve dribblare con “non è un rosato come gli altri”. Insomma non è facile da annunciare. Tutte ‘ste premesse servono a prevenire lo spiazzamento che provoca l’assaggio. Il colore è vivido e carico, per quanto possa essere carico un vino rosa – ma è al naso che sorprende: profondo di frutti rossi e floreale di rosa, esagera in maniera incontrollata…

  • 2019,  AOC,  BIANCHI,  Club des Sommeliers,  FRANCIA,  SAVOIE

    2019 Vin de Savoie “Apremont”, Club des Sommeliers.

    Le mitiche diots de Savoie, cucinate a mestiere in piena tradizione savoiarda, impongono un buon vino, sia per la cottura che per la tavola. Non potevo scegliere che questo: jacquère in purezza, antichissimo vitigno allevato in zona che ha un fascino austero ed al contempo attuale. Vinificato in solo acciaio risulta leggiadro, arioso, pimpante; stuzzica il naso con il suo agrume dolce che sa di mandarino e lime, ma anche tiglio, acacia ed un soffio balsamico a chiudere. In bocca è slanciato, teso, vibrante, il finale mostra tutta la dolcezza del frutto. Un vino che a tavola è pericoloso quanto un gatto dentro ad una credenza che contiene bicchieri di…

  • 2019,  BIANCHI,  DOC,  Giannitessari,  Soave,  VENETO

    2019 Scalette Soave Classico Doc, Giannitessari

    Nel 2013, Gianni Tessari, ormai satollo di aver contribuito a fare vini importanti e premiatissimi per altri, decide che forse è arrivato il momento di mettersi in proprio. Nasce così l’Azienda Agricola a conduzione familiare Giannitessari, con sede a Roncà nella Lessinia; non a caso da questa cantina usciranno negli anni a venire gli spumanti Metodo Classico da uve durella che diventeranno riferimento per la denominazione. Oggi i vigneti della Giannitessari abbracciano tre denominazioni di origine controllata: Soave, Lessini e Colli Berici per un totale di 55 ettari. Nel 2019, per la DOC Soave Classico, più precisamente dal Cru Tenda, una delle 23 Unità Geografiche Aggiuntive ( UGA ) che…

  • 2019,  BIANCHI,  DOC,  Grosjean,  VALLE D'AOSTA,  Valle d'Aosta

    2019 Petite Arvine Grosjean

    La famiglia Grosjean è una delle più antiche produttrici di vino valdostano, come censito nelle cronache del 18° secolo della frazione di Ollignan.Ai nostri giorni la loro produzione ha trovato terreno fertile, per dare vita alle eccellenze, nei loro Crù (sic), dove viene coltivata la loro linea biologica.Nella fattispecie questo petit arvine nasce dal Crù Vigna Rovettaz. Si tratta di un appezzamento che fino a qualche decennio fa era completamente boschivo e inerbito, e la famiglia Grosjean ha impiegato non poco sudore, fatica e tempo per restituirlo allo splendore di un vigneto, anzi, di più vigneti, dimorati nella stessa vigna di 5,5 ha.Più o meno alla media altezza di Rovettaz,…

  • 2019,  ABRUZZO,  Cerasuolo d’Abruzzo,  DOC,  ROSATI,  Valentini

    2019 Cerasuolo d’Abruzzo, Valentini

    Poco da dire: il Cerasuolo 2019 è rosato enorme per statura, tra i più buoni tra quelli recenti di Valentini. È raffinatissimo ed energico, già straordinariamente bello da bere e al tempo stesso capace di tradire un’idea di longevità tutt’altro che banale. È questo che colpisce: da una parte la bellezza e la fragranza del frutto, dall’altra la profondità di note più terrose che ne delineano lo spessore. Non è potente, anzi. Attacca delicato sull’agrume, continua su toni appena più mediterranei per poi lasciare spazio a un delizioso profumo di budello, marchio di fabbrica in quel di Loreto Aprutino. Il sorso è fresco, salino, appagante, in grado di svelarsi con…

  • 2019,  Corte Sant'Alda,  DOC,  ROSSI,  Valpolicella,  VENETO

    2019 Valpolicella Ca’ Fiui, Corte Sant’Alda

    Un Valpolicella di rara grazia e schiettezza che mi piace bere spesso. Rubino trasparente, offre profumi e sapori di ciliegia matura, melograno, foglia di tè, arricchiti dalla speziatura di pepe e chiodi di garofano, molto in evidenza in quest’annata. Un bicchiere felice che regala la golosità del frutto maturo e insieme l’austerità di un tannino gentile e profondo. Le uve sono quelle classiche della denominazione, arricchite dalla meno diffusa rossara.  Ci senti il grande lavoro di Marinella Camerani, spirito autentico e coraggioso, che ha scommesso sul territorio della Valle di Mazzane oltre un trentennio fa, approdando alla condizione in biologico- biodinamico. Il Ca’ Fiui è un’istantanea efficacissima che condensa il suo…

  • 2019,  BIANCHI,  Collio Goriziano(Collio),  DOC,  FRIULI-VENEZIA GIULIA,  Gradis’ciutta

    2019 Collio Friulano, Gradis’ciutta

    Bella annata la 2019 per l’azienda di Robert Princic, caratterizzata da abbondanti piogge primaverili seguite da una stagione estiva che ha portato a una vendemmia “classica” nei tempi e nelle quantità. Paglierino chiaro, naso di invitante bellezza tra note di fiori di acacia e pesca bianca, di ananas e di mandorle. Assaggio fresco, snello, saporito soprattutto al centro dell’assaggio, che sfuma su note piacevolmente vegetali prima di una chiusura appena agrumata. Un Friulano solido, snello, che invita all’assaggio e che immagino da bere al tramonto, bell’aperitivo.

  • 2019,  Colli Berici,  DOC,  Piovene Porto Godi,  ROSSI,  VENETO

    2019 Tai Rosso Soc. Agr. Piovene Porto Godi

    Tai rosso 2019, ex Riveselle (l’uso di questa menzione è in fase di definizione), uno dei vini su cui i Colli stanno puntando al netto delle varie anime. In questo caso una versione giocata bene: parte vegetale, erba, rosmarino, molto ginepro, un timbro classicamente vinoso che poi si apre rapido anche sul frutto rosso, con la fragolina e la ciliegia, il tutto con una bella freschezza olfattiva. In bocca una piccolissima imprecisione carbonica in questa fase giovanile e un timbro inizialmente più sulle parti dure, con la parte vegetale/speziata che, unita all’ acidità, dà una lieve astringenza anche se la polpa è presente. Va detto che questa impostazione “dura” è…