• 2019,  Ca' dei Zago,  Conegliano Valdobbiadene Prosecco,  DOCG,  RIFERMENTATI,  VENETO

    2019 Conegliano Valdobbiadene Prosecco, Ca’ dei Zago

    C’è il Prosecco poi c’è il Prosecco di Ca’ dei Zago. Battute a parte, perché di ottimi Prosecco se ne trovano anche altrove, l’esperienza che si fa degustando il vino a matrice Ca’ dei Zago è di primissima qualità. Agricoltura biodinamica e grande attenzione per le tecniche tradizionali di vinificazione sono la cifra produttiva dell’azienda a conduzione famigliare: vini che rifermentano in bottiglia, dunque, e non in autoclave come per la maggior parte dei Prosecco in circolazione. Vini non filtrati né stabilizzati, con la inevitabile presenza dei residui della rifermentazione sul fondo della bottiglia.Le bollicine, vivaci, e solleticanti, liberano profumi delicati di fiori bianchi freschi, di scorsa di agrume, mela…

  • Alla Costiera,  BIANCHI,  PRODUTTORI,  VENETO,  VINO

    2019 EVA L.E., Azienda Agricola Alla Costiera

    Alla Costiera è l’azienda di Filippo Gamba vignaiolo di seconda generazione in Vò Euganeo. Siamo nel versante occidentale dei Colli Euganei, in provincia di Padova. Il vigneto aziendale è composto da vari cru di collina e una piccola parte pedecollinare. L’idea di Filippo è quella di fotografare, attraverso i suoi vini, i diversi terroir che questo areale esprime. EVA L.E. nasce da un’assaggio di vasca di Fulvio Santoro e dello staff di Enoteca Severino di Padova, degustazione che ha ispirato anche un progetto grafico dedicato, l’etichetta riporta “LIMITED EDITION ART BY SILVIA LERIA & BECCOGIALLO”. Un naso roccioso, sottile, riporta a latitudini nordiche. il sorso è graffiante, succoso e salino,…

  • 2020,  BIANCHI,  IGT,  Masi,  Provincia di Verona,  VENETO

    2020 Fresco di Masi, Masi

    Il gemello bianco del Fresco di Masi rosso segue la scia della nuova gamma di Masi dedicata ai “giovani consumatori consapevoli” che cercano nel vino spensieratezza ma solide basi di sostenibilità. Questo bianco nasce da uve classiche del veronese come garganega 50% chardonnay 35% pinot grigio 15% e sceglie la strada più facile e ruffiana senza troppi pentimenti. Naso dinamico lieve e floreale con sambuco anice e menta su tappeto che ispira golosità fruttata con pesca bianca, susine giocate su lieve dolcezza e freschezza. Al sorso è sottile e saporito, finale veloce ma che lascia molte dolcezze ma anche una nota pepata che stuzzica un altro sorso. Da cruditèe, sushi…

  • 2020,  IGT,  Masi,  Provincia di Verona,  ROSSI,  VENETO

    2020 Fresco di Masi, Masi

    Un vino per gli “humble achiever” ovvero millenial che cercano vini sostenibili attenti all’ambiente, ovviamente organic, legati al territorio ma semplici immediati alla beva e che sappiano venire incontro alle richieste di sostenibilità e naturalità del vino e infine anche al consumo spensierato, dato anche il prezzo appena sopra i 10 euro. In una bottiglia trasparente e di vetro leggerissimo senza capsula, sughero tecnico, mette subito in evidenza il colore quasi più cerasuolo che rosso incarnando già in questa fase la pinotosophie che il mercato richiede. Lieviti e fermentazione spontanea, acciaio, giusto la solforosa che serve per stabilizzarlo, naso floreale di rose, ciclamino e viole, tono ematico che sottende a…

  • 2016,  BIANCHI,  IGT,  Monte del Frà,  Provincia di Verona,  VENETO

    2016 Garganega Veronese Colombara, Monte del Frà

    Vigneto interamente terrazzato in località Oliosi, piccola frazione del comune di Castelnuovo del Garda situata a sud-est del Lago di Garda. Terreno calcareo e argilloso. Al momento della completa maturazione dell’uva (normalmente nella prima decade di ottobre) si procede alla recisione del tralcio in surmaturazione e dopo aver atteso circa due settimane, si procede alla raccolta manuale. Una macerazione a freddo introduce una vinificazione classica, in acciaio, seguita da una sosta in bottiglia di circa 10 mesi. Paglierino carico con riflessi dorati. Naso sul frutto maturo, albicocca e mela golden, camomilla e litchi. Assaggio morbido, setoso, non così reattivo in termini di freschezza, caratterizzato da un’importate componente glicerica. Finale sul…

  • 2018,  BIANCHI,  Bianco di Custoza,  DOC,  Monte del Frà,  VENETO

    2019 Custoza Superiore Cà del Magro, Monte del Frà

    Il nome è quello di un vigneto di circa 30 anni caratterizzato da sassi e ghiaia (ma anche argilla) con esposizione a sud-est. Criomacerazione prefermentativa, pressatura soffice, fermentazione e affinamento “sur lies” in tini di acciaio e cemento per l’uva garganega da ottobre a maggio (per trebbiano toscano, cortese, incrocio manzoni solo acciaio). Segue poi la messa in bottiglia per almeno 6 mesi prima della vendita. Bianco di sicura eleganza, che nel bicchiere cresce con il passare dei minuti sia in termini di complessità che di finezza. Apre su toni di fiori bianchi e di camomilla, di agrumi e di pesca bianca per poi lasciare spazio a leggerissime note minerali,…

  • 2019,  BIANCHI,  Bianco di Custoza,  DOC,  Monte del Frà,  VENETO

    2019 Custoza, Monte del Frà

    Assaggio delicato che fa della semplicità e della freschezza di beva il proprio tratto più distintivo. Garganega, trebbiano toscano, cortese per un Custoza molto classico, ben delineato e assai piacevole, perfettamente aderente all’idea che il sottoscritto aveva della denominazione. Primo vino di Monte del Frà, vinificato per la prima volta e da allora ininterrottamente oltre 60 anni fa, oggi frutto di una pressatura soffice a basse temperature e successiva criomacerazione prefermentativa, seguite da una lunga fermentazione in acciaio a temperatura controllata. Molto chiaro: albicocca, fiori bianchi e leggere nuances vegetali prima di un assaggio fresco, leggermente sapido, tratteggiato da una leggerissima sfumatura minerale. Grande beva.

  • 2019,  Conegliano Valdobbiadene Prosecco,  DOCG,  Merotto,  METODO MARTINOTTI,  VENETO

    2019 Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut integral, Merotto

    È un prosecco che brilla per purezza olfattiva e classe. Note di pera, erbe aromatiche, mandorla, fiori bianchi e mineralità sono segnate da una bellissima pulizia e una definizione rara, perfettamente in sintonia con i caratteri della zona di provenienza (Farra di Soligo). In bocca è esemplare, riesce a esprimere intensità e profondità attraverso l’eleganza, divenendo più autorevole che gioioso, più rigoroso che spensierato. Di bellissima pienezza costitutiva e dal tessuto agrumato, vive di una gustosa armonia e chiude su un finale che brilla di pompelmo e sale. Integral è l’ultimo nato di casa Merotto, un vino ottenuto per sottrazione che risponde ad una nuova sfida: mantenere intatti struttura e…

  • 2018,  Castello di Roncade,  IGT,  ROSSI,  VENETO,  Veneto

    2018 Villa Giustinian, Castello di Roncade

    Ah, che gran cosa sarebbe se la Marca trevigiana badasse più alla sua vocazione rossista invece che essere ossessionata dal prosecco DOC. Lo so, utopia, perché il prosecco lo pretende il mercato ma qui, in provincia di Treviso, si fanno grandi vini rossi, due nomi su tutti: Il Capo di Stato, della cantina Loredan Gasparini e il Villa Giustinian della cantina Castello di Roncade e, cosa ancora più paradossale, stiamo parlando di due “bordolesi”. Il Villa Giustinian è un fuoriclasse di livello assoluto, che riesce ad evitare il cliché del taglio bardolese fatto apposta per piacere a tutti costi; anzi, grazie al sapiente lavoro dell’enologo Umberto Trombelli viene reso ancora…

  • 2016,  Asolo Montello,  DOC,  Loredan Gasperini,  ROSSI,  VENETO

    2016 Venegazzu Rosso della Casa, Loredan Gasparini

    L’unica cosa certa è che non esiste nessuna certezza, dicono quei tizi che ti curano la psiche! Eh no, amico psichiatra, una certezza (in realtà più di una), in ambito enologico ce l’ho, si chiama “Venegazzù Rosso della Casa” di Loredan Gasparini. Un bordolese veneto anche se Lorenzo Palla, proprietario, assieme a papà Giancarlo, della leggendaria Azienda Agricola di Volpago del Montello, non ama particolarmente questa comunanza con i francesi e preferirebbe chiamarlo cabernet/merlot, proprio perché questi vitigni sono considerati degli autoctoni veneti, tant’è che nella parlata dialettale vengono pronunciati così come si scrivono. Il Colli Trevigiani IGT “Venegazzù Rosso della Casa” è etichetta che nasce negli anni Cinquanta, grazie…