• Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  Tenuta di Castelfalfi,  TOSCANA

    2018 Chianti Riserva DOCG Cerchiaia, Tenuta di Castelfalfi

    Il vino omaggio al territorio dell’imponente resort di Castelfalfi non poteva che essere un Chianti Riserva di ambizione e spessore. Viene da uve sangiovese e colorino, ha naso intenso deciso e succulento tra durone, amarena e mirtilli, rimandi di tabacco e spezia, sottofondo ematico e ferroso con tannino ben levigato, il legno in armonia con il frutto accompagna il lungo e profondo finale. TOSCANA RESORT CASTELFALFILocalità Castelfalfi, 50050 Montaione, Firenze, ItaliaTel. +39 0571 892000 – Fax +39 0571 891001info@castelfalfi.it

  • 2019,  2019,  DOC,  Nebbiolo d'Alba,  PIEMONTE,  Réva,  ROSSI

    2019 Nebbiolo d’Alba, Réva

    Non che fino ad ora abbia scherzato: Sauvignon, Dolcetto e Barbera – in casa Réva – son cose serie, vini ben definiti che hanno carattere e una loro ragion d’essere in terra di Langa; ma tra queste colline prima o poi arriva sempre il momento di dedicarsi anima e cuore al nebbiolo, e mi sembra giunto il momento. Comincerò da un’etichetta piuttosto classica dell’offerta proposta del cieco Miroslav Lekes, titolare della Cantina Réva di La Morra. Il Nebbiolo d’Alba 2019, 100% vitigno omonimo, è prodotto con uve allevate a Monforte d’Alba – Loc. S. Sebastiano, su terreni tortoniani caratterizzati dalle cosiddette Arenarie di Diano, ovvero strati sabbiosi originati da frane…

  • 2012,  BIANCHI,  Kristina Mervic,  MACERATI,  SLOVENIA

    2012 JNK Rebula, Kristina Mervič

    Macerazione lunga, ben 12 giorni, come da tradizione da queste parti, per questa rebula (o se preferite ribolla gialla) estremamente territoriale e sorprendente, con un’intensità colorante e una struttura quasi da rosso. La maturazione di 15 mesi in botti di legni esauste e il successivo affinamento in bottiglia fanno il resto, proiettando questo grande orange (si potrà dire?) sloveno verso l’eccellenza. D’altra parte il nome Mervič, qui a due passi da Nova Gorica, nella Valle del Vipacco (Vipavska Dolina), è sinonimo di eccellenza da sempre, fin da quando nel 1890 Ivan Mervič fondò l’azienda agricola a conduzione familiare che è passata di padre in figlio fino a finire nelle mani…

  • Lupinc,  METODO CLASSICO,  SLOVENIA,  VSQ

    Spumante extra brut 24 mesi, Lupinc

    Vitovska Grganja tenace vitigno del Carso o Kras in sloveno, in grado di sopportare le sciabolate della bora, gli inverni freddi e la siccità e la cui origine del nome è incerta. Alcuni dicono che derivi dal nome della località slovena Vitovlje, altri invece ne fanno risalire le origini alla parola slovena vitez che significa cavalieri, quindi vino del cavaliere. A dire il vero il produttore Danilo Lupinc di Prepotto di San Pelagio (Duino Aurisina) fuga ogni dubbio sull’origine del nome e in un soave dialetto triestino dice: “ Ghe go dà mi le viti a quei de Vitovlje!” (Ho dato io le viti a quelli di Vitovlje). Sono stati…

  • 2019,  BIANCHI,  GRECIA

    2019, Assyrtiko, Ktima Ligas

    Avete presente la luce? Quella tersa e splendente che si riflette sul mare quando il sole non è ancora alto e rovente nelle mattinate estive. Proprio quella è ciò che si nasconde nel calice in cui ruota (se vi va di disturbarlo un po’) l’Assyrtiko 2019 di Ktima Ligas. Abbagliante esempio di eleganza, potenza, generosità e leggiadria. A detta di molti esperti la 2019 è stata la migliore annata della decade per i vini greci e per quelli macedoni nello specifico. E questo straordinario liquido dorato che Jason Ligas, assieme a suo fratello gemello Melisanthi, ha realizzato assecondando anche in cantina la filosofia del non interventismo, è l’esaltazione del concetto…

  • 2016,  Barbaterre,  Emilia,  EMILIA ROMAGNA,  IGT,  METODO CLASSICO

    2016 Spumante Metodo Classico Brut Nature Blanc de Noirs, Barbaterre

    Ecco una bollicina completamente bio e naturalissima con naso intrigante e in effetti molto Côte des Bar champenoise tra ribes rosso, lamponi, magnolia e arancio candito, sfumature croccanti di noccioline tostate, pasticceria. Naso che continua a definirsi nel bicchiere e poi ecco un sorso fine ed elegante con una bella scossa elettrica che riverbera nel palato. Chiude su agrumi, mandarino, pesche noci e susina, molto piacevole e freschissimo senza essere veloce nel finale.

  • 1996,  DOC,  Lino Maga,  LOMBARDIA,  Oltrepò Pavese,  ROSSI

    1996 Oltrepo Pavese Montebuono, Lino Maga

    A una serata tra amici si parlava di longevità del vino bevendo uno stanco bianco francese con sette od otto anni sulle spalle. Per longevità io intendo la capacità di un vino di durare ed evolvere nel tempo, ma soprattutto di farlo bene mantenendo qualità e piacevolezza. A un certo punto l’istrionico Christian Zanatta di Ca’ dei Zago sbotta:  “Basta, adesso vi faccio vedere io la longevità”, e se ne va ritornando dopo cinque minuti con in mano una bottiglia di Montebuono annata 1996 di Lino Maga, anzi del Cavalier Lino Maga. Io, che ho il Barbacarlo nel cuore e la Croatina nel sangue, a quel punto ero già commosso. Del Cavaliere…

  • 2015,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  IGT,  Jermann,  ROSSI,  Venezia Giulia

    2015 Lonsblau, Jermann

    La storia della cantina Jermann inizia nel 1881 quando il capostipite Anton giunse a Villanova, nei pressi di Farra d’Isonzo, a 10 chilometri dal confine tra Italia e Slovenia, dopo aver lasciato la slovena Bilijana. Il legame tra la famiglia Jermann ed il vino rimise immutato nel corso del tempo, mentre l’azienda di famiglia passava di padre in figlio fino ad arrivare ad Angelo, che espanse il brand allargando le attività anche all’allevamento del bestiame, ed al figlio Silvio, il vero Deus ex machina del successo internazionale della cantina. L’ultima tappa di questo viaggio è stata compiuta a Marzo 2021, quando la famiglia Antinori ha acquistato la maggioranza qualificata delle…

  • 2019,  DOC,  Fogliati,  Langhe,  PIEMONTE,  ROSSI

    2019 Langhe Nebbiolo, Fogliati

    Profuma di legno di rosa, di fragole fresche, erbe di campo e talco il Nebbiolo 2019 di Annalisa Chiappa, determinatissima viticoltrice in località Pugnane, nel comune di Castiglione Falletto, proprio al confine con Barolo, davanti alla collina del Cannubi Boschis. In bocca è gagliardo e reattivo: schiocca e infiltra il sorso di grana rocciosa e sapida e la corrente alcolica non pregiudica un quadro di grande freschezza, aiutato sia dalla vibrante acidità che da un tratto salino niente affatto scontato. Il richiamo di goudron in deglutizione aggiunge una dimensione allo spazio espressivo del vino che così si allunga profondo, lasciando una piacevole sensazione di lieve piccante.

  • 2020,  MOLISE,  ROSSI,  Steiger Kalena,  VINO D'ANNATA

    2020 Passatella Vino Rosso, Steiger Kalena

    Pepe nero, chiodi di garofano, ginger, succo di mirtillo, effluvi mentolati, rosa rossa bagnata di rugiada sono le suggestioni che l’olfatto raccoglie al vaglio del Passatella, vino base della neonata azienda Steiger Kalena di  Casacalenda, provincia di Campobasso.L’assaggio registra immediatamente l’impronta fresca, ma densa di materia. Tanto frutto scuro, erbe officinali e tocchi mentolati che si insinuano nel retrogusto, rendono il sorso ricco e variegato, del tutto originale pur nella sua schietta e ghiotta bevibilità. Il tannino dal tocco leggero e misurato incornicia e rifinisce con eleganza l’intera materia. Il piccolo Molise vitivinicolo ha trovato un nuovo, abile interprete del vino del territorio. Montepulciano, Aglianico e Tintilia si intrecciano, qui,…