• 2016,  D'Araprì,  Daunia,  IGT,  METODO CLASSICO,  PUGLIA

    2016 Spumante Metodo Classico Brut Riserva Nobile, D’Araprì

    D’Amico, Rapini e Priore: D’A-ra-prì. Le prime lettere dei cognomi dei tre soci compongono il nome dell’azienda di San Severo, in provincia di Foggia, fondata nel 1979. Unica azienda del Sud, a mia memoria, ad orientare la produzione esclusivamente sulla spumantistica, con uso prevalente del vitigno autoctono bombino bianco, oltre al montepulciano e al pinot nero. Un vago trait-d’union con il territorio champenois è dato dalla forte presenza di calcare nel terreno che di base è argilloso, con componente di limo e sabbia dovuta alla vicinanza al mare. Mare che mitiga le temperature nell’assolata Capitanata di Puglia e che regala condizioni ideali per la viticoltura e in particolare per la…

  • 2016,  Alta Langa,  DOCG,  Ferdinando Principiano,  METODO CLASSICO,  PIEMONTE

    2016 Alta Langa Leonardo, Ferdinando Principiano

    Da qualche anno alcuni produttori, sopratutto quelli molto rispettosi della terra (qualcuno li chiama naturali), hanno iniziato a produrre i loro metodo classico con una variante. Inducono infatti la seconda fermentazione non con la alchemica miscela di zuccheri (e dio sa che altro: penitentiagite) denominata liqueur de tirage, bensì con l’aggiunta di semplice mosto d’uva. Il metodo si chiama Solouva e la pratica vale anche per la successiva fase del dosaggio. Pionieri del metodo in Italia, a quanto mi risulta, furono i franciacortini Arcari e Danesi. Oggi gli adepti sono diversi e si trovano un po’ ovunque.La strada è seguita, tra gli altri, da Ferdinando Principiano, per questo suo Alta…

  • Marco Bottura,  METODO CLASSICO,  PIEMONTE

    Metodo Classico, Marco Bottura

    Un esordio atteso (almeno da me) e un’aspettativa per nulla tradita, lo spumante di Marco Bottura. Da uve chardonnay (80%) e pinot nero (20%), lascia subito il segno con i suoi profumi caldi, ampi e generosi, contraddistinti da una semplicità che si traduce in armonia. Fiori come la ginestra, il caprifoglio e il tarassaco, che con l’evoluzione virano prima sulle erbe aromatiche infine sulle note di nocciola, spezie. Sorso trasparente nella definizione ed espressivo nel rilievo sapido-agrumato, fresco ma anche avvolgente, voluminoso, appagante. Infine, un centro bocca centrato, salino ed energico in grado di alternare radiosità e freschezza, per una chiusura rocciosa e floreale. Marco Bottura (fratello di Massimo Bottura)…

  • 2016,  DOCG,  Franciacorta,  LOMBARDIA,  METODO CLASSICO,  Quadra Franciacorta

    2016 Franciacorta QSatèn Brut, Quadra

    L’azienda Quadra inizia a muovere i suoi primi passi agli inizi degli anni ’90 quando, Ugo Ghezzi, imprenditore nel settore dell’energia rinnovabile, avvia l’impianto dei primi vigneti di chardonnay e pinot nero in località Marzaghette di Adro, dando poi vita nel 2003, all’omonima azienda agricola. In pochi anni Quadra diviene una delle più ambiziose aziende della Franciacorta, orientata alla qualità e alla valorizzazione delle bollicine made in Italy. Tuttavia, la svolta avviene con l’entrata in campo, nel 2008, dell’agronomo ed enologo Mario Falcetti, probabilmente tra i più grandi conoscitori di Franciacorta e autore di diverse pubblicazioni relativi al settore viticolo-enologico. Mario rivoluziona completamente la visione enologica dell’azienda, tenendo aperto il…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  De Sousa,  FRANCIA,  METODO CLASSICO

    Champagne Extra Brut 3A, De Sousa

    Il nome, 3A, denuncia le provenienze delle uve di questo Champagne a marchio De Sousa: tre villaggi Grand Cru Classée della Côte des Blancs, ovvero Avize per lo chardonnay, che si prende il 50% della cuvée, Ambonnay per il 25% di pinot noir e Ay per l’altro 25% di pinot noir. La conduzione agricola è biodinamica e le fermentazioni delle uve sono spontanee. Imbottigliato a luglio 2017 ha effettuato dégorgement a novembre 2018. Al naso squaderna un ampio ventaglio di profumi dolci-amari-rinfrescanti: sbuffi ammandorlati, note tostate, fiori bianchi, agrumi maturi e un corredo erbaceo che attraversa le essenze officinali e quelle aromatiche. Ottime aspettative per l’assaggio che si rivela inizialmente…

  • 2008,  Cavalleri,  DOCG,  Franciacorta,  LOMBARDIA,  METODO CLASSICO

    2008 Franciacorta Riserva Collezione Esclusiva Giovanni Cavalleri, Cavalleri

    Azienda storica nel panorama vitivinicolo del Franciacorta, che da sempre esprime grande carattere, classicità e raffinatezza e senza smentirsi, ecco che ripropone il proprio stile anche in questa riserva esclusiva Giovanni Cavalleri. Bolla fine e di buona persistenza. Al naso esprime una carica di frutti gialli, molto intensa, con una spiccata sensazione di agrume, cedro e bergamotto. Meno svelte ma presenti note di mandorle e pasticceria secca. Leggera la nota di lievito che si percepisce al naso ma che rimane certamente più marcata al palato, quando si fanno strada strutture morbide e cremose che accompagnano l’intensità dei frutti che si ripresentano generosi. L’intero sorso è sostenuto da una buona acidità…

  • 2018,  METODO CLASSICO,  ROSATI,  SICILIA,  Tenute Nicosia

    2018 Rosato Millesimato Sosta Tre Santi, Tenute Nicosia

    Presenza scenica del nerello mascalese rigorosa e di grande classe. Da un lato il calore, l’energia, l’intensità; dall’altro il volume, i chiaroscuri, la profondità. Un intreccio olfattivo subito accattivante che apre su note di sottobosco, lampone, agrume scuro, grafite e note affumicate ad anticipare un palato accogliente e generoso all’ingresso, slanciato e salino in fase di allungo. Una progressione gustativa calibrata, finanche troppo misurata, di grande equilibrio e limpidezza, che sfuma nel finale su note piacevolissime di ribes nero e spezie. Passionale e sofisticato, il calore del vulcano c’è e si sente.100% nerello mascalese, prodotto con uve selezionate dell’annata 2018 provenienti dagli alti terrazzamenti lavici del versante sudorientale del vulcano…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  METODO CLASSICO,  Vincent Couche

    Champagne Extra Brut Chardonnay de Montgueux, Vincent Couche

    Vincent Couche è un récoltant manipulant di Buxeuil, piccolo comune della Côte des Bar, convertitosi alla biodinamica con un percorso iniziato nel 2008 e terminato con l’acquisizione della certificazione “Demeter”. Côte des Bar, dipartimento dell’Aube, significa periferia della Champagne classica, dove è possibile imbattersi in bottiglie meno informali di quelle della zona blasonata, ma ugualmente invitanti e gustose.Champagne blanc de blancs, questo, con 100% uve chardonnay provenienti da una vecchia parcella situata nel comune di Montgueux. È un assemblaggio di tre annate diverse, lasciate riposare otto anni sui propri lieviti. Il dégorgement è del febbraio 2020. L’attacco olfattivo richiama note dolci di vaniglia e burro fuso, subito spodestate da più…

  • Agricola Divella,  LOMBARDIA,  METODO CLASSICO

    Spumante Blanc de Blancs Dosaggio Zero, Agricola Divella

    Alessandra Divella è una giovane vignaiola di Gussago (Brescia), in Lombardia, dove con grande passione lavora due ettari, principalmente coltivati a chardonnay e pinot nero. Lì, lavorando in modo sostenibile e totalmente biologico, Alessandra, produce questo Blanc de Blancs Dosaggio Zero, tutto interamente prodotto con lo Chardonnay, che mantiene sui lieviti per 36 mesi. Al naso è pieno, con una buona impronta di agrumi e frutta gialla fresca. Si esprimono decise note vegetali di erbe aromatiche di timo e rosmarino. Qualche accenno al floreale, con fiori bianchi freschi, mughetto e muschio. Importanti note di pasticceria, pane, lievito che rendono la struttura olfattiva piena e appagante. Al palato vi è un…

  • EMILIA ROMAGNA,  METODO CLASSICO,  Pertinello

    Blanc de Noirs Metodo Classico, Pertinello

    Vignaioli nell’Alta Valle del Bidente, tra le colline arenacee di Galeata e Civitella di Romagna, la famiglia Mancini fonda qui la loro azienda nel 1996. 15 ettari in cui troviamo Pinot Nero, Sangiovese, Albana e Riesling; tutto il resto, 40 ettari, è bosco. Bosco che circonda e protegge questa tenuta e che, insieme a un suolo composto da sabbie e argille, altitudini elevate e una viticultura rigorosa a indirizzo biologico (certificata dal 2015) dona, evidentemente, qualcosa di unico. Ne ho avuto la prova assaggiando per la prima volta il loro Metodo Classico Blanc de Noirs, da uve sangiovese. All’olfatto lascia subito il segno con i profumi che miscelano il sottobosco,…