• 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  San Felice,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Gran Selezione Poggio Rosso, San Felice

    Circa 20 mesi in tonneaux da 500 litri e altri 12 mesi in bottiglia per il più importante dei Chianti Classico targati San Felice, grande azienda che prende il nome dell’omonimo borgo (e splendido Relais & Châteaux), a nord di Castelnuovo Berardenga. L’annata è grande e si sente, rosso rubino intenso e lucente che apre su tonalità di prugna e di lampone in un contesto di selvaticità appena accennata, ben bilanciata da leggeri toni speziati. È pieno, ricco, splendidamente vellutato nella trama tannica e ben sostenuto da un’acidità viva, vibrante. Chiude su sentori fruttati, di mora. Nobile e affascinante, assaggio fondamentale per approfondire le peculiarità di questo spicchio di Chianti…

  • 2016,  Castello di Volpaia,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Gran Selezione Coltassala, Castello di Volpaia

    Coltassala nasce in origine con il preciso scopo di creare un SuperVino. Etichettato inizialmente come VdT, incontra fin da subito il favore della stampa internazionale, acclamato come vero e proprio Supertuscan. In seguito, con l’introduzione della tipologia ‘Gran Selezione’ nel Chianti Classico, il Coltassala ne diviene uno dei rappresentanti classici.In questo 2016 il vino è composto da sangiovese (95%) e mammolo (5%), coltivati su terreni di arenaria, con una resa molto bassa (45ql. per ha). Viene affinato per 24 mesi in barriques di Allier, e per altri 6 in bottiglia.Va detto che quest’annata ha mietuto da subito riconoscimenti nazionali ed internazionali. Il naso è intenso e molto articolato, parte dalla…

  • 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  Querciabella,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Riserva, Querciabella

    Questa è la storia di una tenuta formatasi intorno al primo ettaro di terreno sulla collina toscana nel 1974 da Giuseppe Castiglioni. L’idea iniziale era quella di produrre grandi vini dal Sangiovese ma anche dai vitigni bordolesi.Era il periodo in cui il grandi vini di Bordeaux cominciavano a mietere successi e a far schiere di appassionati anche in Italia.Passando di mano l’azienda a cavallo tra gli anni ’80 e i ’90 al figlio di Giuseppe, Sebastiano, non muta la filosofia ma l’approccio in vigna e cantina, con la prima adesione al disciplinare biologico e, successivamente (nel 2000), al biodinamico organico e vegano.Oggi Querciabella conta su oltre 100 ettari di appezzamenti,…

  • 2015,  Castello di Volpaia,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2015 Chianti Classico Gran Selezione Il Puro, Castello di Volpaia

    Punta di diamante del Castello di Volpaia. Le uve di questo vino derivano dal “Capo di Berto”, un piccolo appezzamento dedicato, fin dal 1943, allo studio della biodiversità dei cloni del sangiovese.In esso risiedono ancora viti senza portainnesto americano, sopravvissute alla fillossera degli anni ’70, e da esso provengono le marze innestate in un vigneto del 2001 (Casanova) destinato alla produzione di questo vino. Biologico certificato, tirato in appena 1440 bottiglie.Nel bicchiere si muove consistente di un bel rubino sangue di piccione, davvero impenetrabile.Al naso emergono sentori di prugna cotta, confettura di amarene, arancia sanguinella, carrubo, violetta, petalo disidratato di rosa, tabacco fire-cured, concia matura, sottobosco fungino, vinile e cenni…

  • 2017,  Chianti Classico,  DOCG,  Monteraponi,  ROSSI,  TOSCANA

    2017 Chianti Classico, Monteraponi

    Di un colore rosso abbastanza scarico e cristallino, al naso si presenta con note floreali e vegetali fresche che definiscono fin da subito il carattere fresco di questo vino. Dalla viola alla rosa, incontrando poi il pepe nero e verde, con un finale che ricorda l’humus, spiccano poi, sentori di piccoli frutti rossi di lampone, mirtilli e ribes, che costruiscono il profilo olfattivo dolce di questo vino. Al palato è vivace e presenta un gusto verticale, saporito, con una beva elegantemente facilitata da tannini levigati e stretti. Un Chianti Classico estremamente vivo e piacevole, sono molto curiosa di assaggiarlo fra qualche tempo.

  • 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  Fattoria Poggerino,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico (N)Uovo, Fattoria Poggerino

    A Radda in Chianti sorge la Fattoria Poggerino, 12 ettari circa, vitati principalmente a sangiovese in regime biologico.Il loro Chianti Classico (N)Uovo è il frutto di un’attenta selezione delle migliori uve in vigna vinificate grazie all’intervento dei soli lieviti indigeni.Il mosto fermenta quindi in vasche di acciaio per un paio di mesi prima di essere trasferito in uova di cemento di 6,5 hl, dove sosta per circa un anno.Nel bicchiere il vino sfoggia una veste rubino con unghia granato di buona densità e consistenza.Il naso dipinge dapprima note severe di grafite, vinile, humus, fungo secco, per poi aprirsi su torrefazione, cacao e frutta rossa matura.In bocca il sorso è agile…

  • 2017,  Castel Ruggero,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2017 Chianti Classico, Castel Ruggero

    La tenuta della famiglia D’Afflitto cresce anno dopo anno in riconoscibilità e stile con una personalità decisa e importante che non lesina su eleganza e finezza anche in annata tosta e calda come la 2017. Siamo poco sopra a Firenze, in località Antella e il vicino lago omonimo fornisce un tampone utile per gestire calore e maturazione. L’uso di cemento e legno, senza acciaio in nessun fase, lo rende vibrante scuro e ribaldo di profumi floreali, di viole e lavanda con frutta di sottobosco e ciliegia ben matura. Sorso cadenzato e ritmato di energia potenza e nitore di tannino che lascia emergere tracce di balsamico, tra anice finocchietto e pepe…

  • 2013,  Capannelle,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2013 Chianti Classico Riserva, Capannelle

    Il concept alla base dello storytelling dell’azienda Capannelle, nonostante le ridotte dimensioni e una produzione limitata a circa 80000 bottiglie complessive, è caratterizzato da un allure modernista d’antan.Una rapida scorsa al website permette di capire come la proprietà esalti le collaborazioni con “rinomati chef” (chi???), l’acquisto già dal 1977 delle barrique “dal Massiccio Centrale Francese”, l’utilizzo di “moderne tecnologie” e la “sperimentazioni” enologiche.Non a caso infatti i due vini Emblematici della produzione lo Chardonnay (“fermentato e affinato in barrique” sic!) e il 50&50 che, al netto della prestigiosa collaborazione con Avignonesi, è un Sangiovese e Merlot in parti uguali.Insomma, in un’epoca in cui la narrazione del vino ha più di…

  • 2016,  Casavecchia alla piazza,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Riserva, Casavecchia alla Piazza

    Nel 1549 i terreni di questa azienda erano conosciuti e censiti come “luogo di Lionardo Buonarroti”, nipote di Michelangelo.Per venire ai tempi nostri Gabriele Buondonno lo acquista nel 1988 con l’intenzione di avviare un’agricoltura il più possibile naturale e semplice.Da queste terre, dai vigneti impiantati negli anni ’70, nelle annate migliori, nasce questa Riserva di Chianti Classico.Nel bicchiere si presenta di un rubino con riflessi granato, di ampia consistenza.Al naso il vino appare disteso e scorre via su note di prugna, amarena, petalo di violetta, tabacco, vinile e una punta di arancia sanguinella.Vinile e amarena sono anche i primi rimandi del palato che si presenta inaspettatamente piuttosto agile con una…

  • 2015,  Castell'in Villa,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2015 Chianti Classico, Castell’in Villa

    Per colore e profumi si direbbe avere già raggiunto l’età per sbagliare da professionista, poi lo assaggi e gli concedi ancora qualche ora da dilettante. Cupo, polveroso e severo col guizzo della mora se volete, oppure del lampone o del morone, insomma di un bel frutto succoso maturo a polpa rossa; resta lì, sul frutto profondo, richiamando una bella marmellata di fragole assieme a note ferrose, quasi rugginose. Ed è proprio questo bel gioco di rimpalli tra frutto e terra che conquista il palato, stando lì, in perfetto equilibrio, sul filo. L’ingresso in bocca è un velluto, quindi prevale un bel frutto croccante, un morso leggermente asprigno e tannico che…