• 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  Fattoria San Giusto a Rentennano,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Riserva Le Baroncole, San Giusto a Rentennano

    La fattoria di San Giusto è conosciuta fin datempi remoti anche come San Giusto alle Monache, nome di un monastero cistercense ivi insediatosi.Nel 1200 divenne un castello con assetto fortilizio, mura e antiche cantine, che ancora oggi ospitano la batteria di botti di invecchiamento della attuale cantina, di proprietà dei Martini di Cigala fin dal 1914.Oggigiorno la fattoria conta 160 ettari, di cui 31 a vigneto, coltivati in regime certificato biologico.Esclusivamente da uve di proprietà la fattoria vinifica i suoi prodotti, tra cui questo Chianti Classico Riserva.Di evidente morbidezza, questo vino mostra uno spettro cromatico rubino inpenetrabile, quasi inchiostato.Il naso è di prugna cotta, carrubo, toffee, cioccolato, grafite, vinile, humus,…

  • 2016,  Chianti Classico,  Dievole,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Tocca Stelle, Dievole

    Servito alla cieca prova a confonderti le idee su note di lieve vegetale pepe verde tabacco e poi ciliegie mallo di noce amarena mentre poco a poco emerge un floreale di viola e lavanda nonchè un tappeto di polveroso sottobosco fruttato che lo inquadra meglio come sangiovese a Castelnuovo Berardenga. Sorso di bella polpa, succosità e trama tannica importante che non gli impedisce di chiudere agile e piccante caratteriale e fresco originale. Selezione da una vecchia vigna di 40 anni di età in quota, suoli limoso-argillosi, con pietrosità alta e presenza di calcari e marne.

  • 2016,  Castellare di Castellina,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Riserva il Poggiale, Castellare di Castellina

    Quando un tuo vino ha l’onore di essere menzionato addirittura in un film americano cosa gli puoi chiedere di più?È il caso di “Il Poggiale”, inserito in una scena del film “because i said so” (“perchè te lo dice mamma”), in cui viene scelto al ristorante.Certo, il pensiero (lecito) è che si tratti di un vino che strizza l’occhio al palato internazionale, ma è un pensiero che i primi sorsi fugano in fretta.Già nel bicchiere il vino sfoggia un colore rubino davvero scintillante con un unghia rosso brillante.Il naso gioca fra richiami di humus, ciliegia surmatura, pennellate ematico-ferrose e piccoli assolo di arancia sanguinella.Al palato l’attacco è sull’alternanza fra violetta…

  • 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA,  Val delle Corti

    2016 Chianti Classico, Val delle Corti

    Tra i cosiddetti “base” 2016 forse nella mia personalissima top ten. Vino fantastico, al cui (splendido) tratto territoriale si aggiunge una bella nota di sottobosco, quasi di ginepro ad affiancare un tratto di frutto anche salino di grande grande energia. Agrume e grafite, succoso, con un tannino di seta e un bellissimo finale che richiama la tavola. Da non mancare.

  • 2015,  Castellare di Castellina,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2015 Chianti Classico Riserva, Castellare di Castellina

    In prima fila sin dai primi anni settanta, Castellare è uno dei protagonisti del Rinascimento enologico italiano. 33 ettari vitati con il giusto mix fra tradizione e innovazione fanno di questa realtà una delle vette di eccellenza del Chianti Classico e non solo.Nello specifico questo Riserva è prodotto con una selezione delle migliori uve della proprietà affinate per 15 mesi in barrique e tonneaux esauste e per altri 15 in bottiglia.Il colore è rubino impenetrabile e al naso rivela sentori di frutta rossa con la ciliegina in bella evidenza, liquirizia e un leggero tocco di vaniglia, quasi una buccia di pesca matura.Al palato è dolce, delicato e suadente, morbido e…

  • 2015,  Castello di Ama,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2015 Chianti Classico Gran Selezione San Lorenzo, Castello di Ama

    Talvolta fin dall’etichetta ci sono informazioni che portano a predisporsi criticamente verso un vino. Perché ad esempio assegnare la dicitura “Gran Selezione”, una menzione che rappresenta il vertice qualitativo della produzione, a un vino tirato in oltre 90.000 bottiglie? Affinamento per 30 mesi in barrique, sangiovese (80%) e un saldo di merlot (13%) a svolgere il mestiere di vitigno migliorativo, conferendo colore e sentori forse più apprezzati dai mercati internazionali.Insomma, per un amante del sangiovese dal colore scarico con grande freschezza e agilità scattante, non il vino più adatto.In effetti già il colore rosso rubino carico con sfumature porpora nel bicchiere, impenetrabile ma scintillante, fa presagire toni scuri e una…

  • 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  Fèlsina,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Gran Selezione Colonia, Fèlsina

    Confesso che bevendolo ho peccato: ho stappato un vino concepito per resistere al tempo, di un produttore che licenzia bottiglie generalmente non di pronta beva.Ciononostante devo ammettere che il vino in questione si è presentato decisamente in controtendenza rispetto alle austerità pronosticate. Intendiamoci, non si tratta di un vino beverino, ma il gusto è decisamente più immediato di quanto ci si aspetterebbe.Lo conferma la vista che regala un rubino decisamente splendente con un’unghia quasi purpurea. La consistenza sembra “alleggerita” come il naso, a tutto vantaggio di sentori decisamente incentrati sul frutto rosso (ciliegia Ravenna, prugna rossa, creme de cassis), arricchito da pennellate di erbe aromatiche, fiori rossi disidratati e cenni…

  • 2017,  Chianti Classico,  DOCG,  Fèlsina,  ROSSI,  TOSCANA

    2017 Chianti Classico Riserva Rancia, Fèlsina

    Come non sentirsi sotto una lieve pressione quando si scrive di questo vino? I giudizi internazionali oscillano tra i novantacinque e i novantasette centesimi per l’annata in questione e pare difficile aggiungere qualcosa al cumulo di informazioni e notizie che sono state scritte.Andiamo al sodo: il vino si presenta luminoso, di un rubino sangue di piccione impenetrabile, decisamente consistente ma senza mai perdere equilibrio e finezza.Naso di toni austeri in cui alla frutta rossa di prugna cotta, confettura di amarena e mora, si affiancano note floreali di viola mammola e petalo di rosa Thea, seguiti da toni decisamente più scuri di goudron, concia di cuoio adulto, tabacco brown e calde…

  • 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  Fèlsina,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Riserva Berardenga, Felsina

    Da tempo ho imparato ad apprezzare i vini della cantina di Felsina, sempre affidabili. Non fa eccezione il Chianti Classico riserva “Berardenga”, un vino prodotto da uve sangiovese affinate in barrique esauste e grandi botti di rovere di Slavonia, che danno origine a un vino corposo e strutturato. All’occhio è un vino di un bel rosso rubino con un’unghia brillante che manifesta nel bicchiere la sua consistenza, trasmette al naso note intense e persistenti di visciola, confettura di cerasa giustapposte a sentori di humus e tabacco Kentucky biondo. In bocca è suadente e preciso con un ingresso caldo e fruttato che si distende nel medio palato sui toni più scuri,…

  • 2010,  Castell'in Villa,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2010 Chianti Classico Riserva, Castell’in Villa

    Mediamente non vado matto per i Sangiovese di Castelnuovo Berardenga, ma il manico e la cura selettiva di Castell’in Villa (azienda dotata anche di una varietà di terreni incredibile) parlano da sé. E si fanno attendere. Sia come sosta in affinamento, prima dell’uscita, sia per esprimere tutto il potenziale al bicchiere. Mezz’oretta di assestamento, in cui è apparso chiuso e su note scure, quasi da far temere l’ossidazione, prima di esplodere in uno spettro molto più solare di frutta rossa, spezie, cuoio, cipria e ferro. Bocca di grande vivacità e versatilità, che sbalordisce a tavola: carnosa e fine allo stesso tempo, con un tannino setoso e vibrante, una tempra da…