• 2020,  DOC,  Giusti,  METODO MARTINOTTI,  Prosecco,  ROSATI,  VENETO

    2020 Prosecco Rosé Extra Dry Rosalia, Giusti

    Il tema Prosecco Rosé, tra gli addetti ai lavori e semplici appassionati di vino, ha smosso non pochi dubbi e polemiche negli ultimi mesi. Francamente non mi è chiaro il motivo, anche perché la famosa Doc veneta nella versione Rosé prevede la possibilità che venga aggiunto, ad un minimo di glera 85 – 90%, del pinot nero (vinificato in rosso) dal 10 al 15 %. Detto ciò, considerando la tipologia di vino in questione, ovvero uno dei brand più famosi e venduti al mondo, non mi meraviglia affatto che le aziende coinvolte abbiano voluto sperimentare la versione in rosa, categoria sempre più richiesta in tutto il mondo; francamente son stupito…

  • 2019,  Emilia,  EMILIA ROMAGNA,  IGT,  Lusvardi,  METODO MARTINOTTI

    2019 Spergola Metodo Martinotti Lusvardi Blanc, Lusvardi

    Amo la musica e ho una passione per i vinili. Sto ascoltando il mio ultimo acquisto, la ristampa del primo album degli Offlaga Disco Pax, gruppo indie di Reggio Emilia attivo nella prima decade del duemila. I testi non sono cantati ma recitati con tipico accento reggiano dal bravissimo Max Collini. La sua voce pacata e profonda mi rilassa e mi fa sentite la nostalgia per quell’Emilia che adoro e che da troppo tempo non frequento. Urge un abbinamento adeguato. Qualcosa che provenga dalla stessa terra e parli con lo stesso accento del disco. Ecco che, pronta alla bisogna, mi aspetta da qualche tempo in cantina una bottiglia di Spergola…

  • 2019,  Conegliano Valdobbiadene Prosecco,  DOCG,  Merotto,  METODO MARTINOTTI,  VENETO

    2019 Valdobbiadene Prosecco Superiore Brut integral, Merotto

    È un prosecco che brilla per purezza olfattiva e classe. Note di pera, erbe aromatiche, mandorla, fiori bianchi e mineralità sono segnate da una bellissima pulizia e una definizione rara, perfettamente in sintonia con i caratteri della zona di provenienza (Farra di Soligo). In bocca è esemplare, riesce a esprimere intensità e profondità attraverso l’eleganza, divenendo più autorevole che gioioso, più rigoroso che spensierato. Di bellissima pienezza costitutiva e dal tessuto agrumato, vive di una gustosa armonia e chiude su un finale che brilla di pompelmo e sale. Integral è l’ultimo nato di casa Merotto, un vino ottenuto per sottrazione che risponde ad una nuova sfida: mantenere intatti struttura e…

  • 2019,  CAMPANIA,  CAMPANIA,  DOC,  METODO MARTINOTTI,  Salvatore Martusciello

    2019 Asprinio d’Aversa Brut Trentapioli, Salvatore Martusciello

    Grande rispetto. Se nel giudizio di un vino deve essere sempre incluso il rispetto per il lavoro del vignaiolo, nel caso dell’Asprinio d’Aversa il rispetto dovuto è anche maggiore. Rispetto per il mantenimento di un metodo colturale unico al mondo come l’alberata aversana; rispetto perchè si va a vendemmiare oltre i 10 metri d’altezza, che si rischia di invidiare i ragazzi di Pantelleria curvi sui loro alberelli, i quali al massimo possono provare l’ebbrezza di un sonoro mal di schiena. Per raggiungere i grappoli che abitano al superattico si utilizzano gli scalilli, leggere scale strette e alte, solitamente composte, per l’appunto, da una trentina di pioli.Salvatore e Gilda Martusciello si…

  • EMILIA ROMAGNA,  IGT,  Lambrusco,  METODO MARTINOTTI,  Venturini Baldini

    Lambrusco Montelocco, Venturini Baldini

    Se ci possono essere serate in cui la profondità di un Lambrusco a rifermentazione in bottiglia può apparire impegnativa ecco fare capolino uno charmat corto di impeccabile fragranza. Vino tanto ordinato quanto attraente in termini di profilo olfattivo e di freschezza. Un Salamino di stoffa, dal naso appena selvatico (bello!) prima che fruttato senza mai strafare. Una compostezza che è la sua cifra stilistica anche in termini di assaggio, funziona alla grande tanto da finire fin troppo velocemente.

  • DOC,  Masottina,  METODO MARTINOTTI,  Prosecco,  VENETO

    Prosecco Extra Brut, Masottina

    Non è facile far cambiare idea ai nerd del vino naturale o ai detrattori per partito preso del Prosecco, soprattutto quando si parla delle centinaia di milioni di bottiglie del Prosecco DOC. Ma il lavoro iniziato dal 1946 da Epifanio Dal Bianco e proseguito dal primogenito Adriano (enologo formatosi alla Scuola Enologica di Conegliano) fino a giungere ai figli Federico, Filippo e Edoardo va proprio in questa direzione. Con questa bottiglia Masottina prova a dimostrare non solo che la glera anche in pianura può raggiungere la finezza e “stilosità” della collina con pendenza ardita, ma che in zone meno pregiate il livello qualitativo può essere elevatissimo. Oggi Masottina ha numeri monstre…

  • Cantina Pegoraro,  IGT,  METODO MARTINOTTI,  ROSATI,  VENETO,  Veneto

    Rosé Brut, Cantina Pegoraro

    Rosè ottenuto da uve tai rosso, vinificato con metodo Martinotti. Goloso/fragoloso con una stuzzicante gestione del tannino e degli zuccheri residui. Gran beva, un vino “furbo” che fa il suo lavoro bene e che direi è abbastanza eclettico pur restando nella sua dimensione. nota a margine, astenersi chi cerca le lame affilatissime o le bocche ghiaiose, quà si beve un bicchiere edonistico, non cerebrale.

  • Balbiano,  METODO MARTINOTTI,  PIEMONTE,  ROSATI,  VSQ

    s.a. Spumante Brut Rosè Chiulin, Balbiano

    Giornate calde alla ricerca di bevute semplici, confortevoli ma soprattutto dissetanti. E per puro caso mi imbatto in questo spumante metodo charmat (o martinotti per i più patriottici) di casa Balbiano: freisa spumantizzata. Ohibò, una curiosità: di questo vitigno siamo abituati alle versioni più austere e destinate all’invecchiamento o a quelle bottiglie giovani con un leggerissimo petillant che tanto bene si sposa con la lunga serie di antipasti della tradizione piemontese, ma una bollicina di freisa è tutto sommato qualcosa di raro da intercettare. Chiulin, vino riproposto nel 2011 per celebrare il settantesimo anniversario della cantina, ha comunque soddisfatto quanto andavo ricercando: color rosa tenue, una bolla abbastanza fine, sentori…

  • 2018,  Conegliano Valdobbiadene Prosecco,  DOCG,  METODO MARTINOTTI,  Nino Franco,  VENETO

    2018 Valdobbiadene Prosecco Superiore Nodi, Nino Franco

    Colore e bollicine ipnotiche che ben conducono note di mela cotogna e annurca, dorato, ricco e carico il naso anche di mughetto, ginestra, pesca gialla, susina. Molto bello il sottofondo gessoso, il lime che torna sul finale ad arricchire un tappeto di sapidità cangiante, irresistibile e struggente. Da uve 100% glera provenienti dal vigneto Col del Vent, dosaggio brut a 6 gr/lt. Tiratura limitata a 8000 bottiglie.

  • 2019,  METODO MARTINOTTI,  TOSCANA,  VENETO,  VINO,  Winecircus

    2019 Soleone, Winecircus

    Dalla Winecircus di Roberto Cipresso un progetto che prende al balzo alcune istanze di sostenibilità, coraggio e lotta allo spreco partendo dallo scarto delle uve di sangiovese a Montalcino. I diradamenti agostani lasciano sul campo tanta uva di buona qualità con acidità interessante e grazie al climate change anche in buono stato di maturazione e qualche traccia di aromi. Questa bollicina da sangiovese, spumantizzata con metodo Martinotti, è un vino semplice, soffuso e diretto con note di lampone, fragola e guava piccante, è saporito e piuttosto fine. Si beve con leggerezza, quella che ci vuole adesso.