• 2018,  ABRUZZO,  BIANCHI,  DOC,  Masciarelli,  Trebbiano d’Abruzzo

    2018 Castello di Semivicoli Trebbiano d’Abruzzo DOC, Masciarelli

    Ricchezza e concentrazioni di grand livello in questo celebre vino della Masciarelli ottenuto dal vigneto Casacanditella a 380 mt s.l.m., allevato a pergola abruzzese. Naso di mandorla e floreale di campo, sambuco, anice, susina matura, resina, zafferano e canditi, mela matura, mandarino tardivo, erbe aromatiche. Bocca con dinamica succosa e sapida, tensione e ampiezza, maturità e verticalità ben fuse insieme, conclude su note iodate, fiori d’alpeggio appenninico e tensione iodata finale. Masciarelli Tenute Agricole srlVia Gamberale, 266010 San Martino sulla Marrucina (CH) / ITALYE-mal: info@masciarelli.itTel. +39 0871 85241/82333

  • 2011,  BIANCHI,  Dr. Loosen,  GERMANIA,  MOSEL,  QMP,  Trocken

    2011 Erdener Prälat Riesling GG Réserve Alte Reben trocken, Dr. Loosen

    La famiglia Loosen produce vini nella sua cantina, a Bernkastel-Kues, nella valle della Mosella, in Germania, da oltre 200 anni. Dal 1988 Ernest Loosen, noto come il Dottore la guida con passione e dedizione. Nonostante la grande tradizione della famiglia, questa cantina ha raggiunto la fama, che oggi la contraddistingue, solo in tempi recenti e grazie ad Ernest che ne ha risollevato le sorti, dopo essere precipitata nell’anonimato alla fine del secondo conflitto mondiale.Una sua decisione piuttosto rivoluzionaria fu quella di dedicarsi alla produzione di riesling secchi, rompendo con la tradizione dei vini Spätlese e Auslese, con residui zuccherini più o meno importanti, ripartendo dallo stile di alcuni vecchi vini…

  • 2018,  BIANCHI,  BRDA,  Miran Buzinel,  SLOVENIA

    2018 Chardonnay Brda, Miran Buzinel

    Burro d’alpeggio, canna di fucile, vaniglia, aria fresca di erbe selvatiche e frutto a polpa bianca. A un giorno dall’apertura le spezie dolci cedono il passo alla scorza di limone candita e a un soffio floreale. Al palato è ricco, roccioso, sapido di grano maturo, reattivo e succoso. La cospicua corrente alcolica si avverte, ma l’acidità e il sale la contrastano e la chiusura amarognola allunga il sorso e chiama un’altro bicchiere. 

  • 2017,  BIANCHI,  DOC,  Orvieto,  Palazzone,  UMBRIA

    2017 Orvieto Classico Superiore Terre Vineate, Palazzone

    Non credo di dover consultare testi di storia della vitivinicoltura per affermare che il territorio di Orvieto è tra quelli, in Italia, che vantano una tradizione tra le più antiche e illustri, sebbene oggi fatichi a riemergere dall’ombra in cui è ingiustamente finito. Parlo di un territorio, per chi non lo sapesse, che ha espresso per anni i migliori vini bianchi del Paese.La cantina Palazzone è autorevole rappresentante e prosecutrice di gran livello di quella tradizione. Il vino che qui propongo non è l’Orvieto di punta dell’azienda ed è concepito per arrivare nei calici senza un affinamento in cantina, dopo la vinificazione per venti giorni in acciaio inox, a temperatura…

  • Alla Costiera,  BIANCHI,  PRODUTTORI,  VENETO,  VINO

    2019 EVA L.E., Azienda Agricola Alla Costiera

    Alla Costiera è l’azienda di Filippo Gamba vignaiolo di seconda generazione in Vò Euganeo. Siamo nel versante occidentale dei Colli Euganei, in provincia di Padova. Il vigneto aziendale è composto da vari cru di collina e una piccola parte pedecollinare. L’idea di Filippo è quella di fotografare, attraverso i suoi vini, i diversi terroir che questo areale esprime. EVA L.E. nasce da un’assaggio di vasca di Fulvio Santoro e dello staff di Enoteca Severino di Padova, degustazione che ha ispirato anche un progetto grafico dedicato, l’etichetta riporta “LIMITED EDITION ART BY SILVIA LERIA & BECCOGIALLO”. Un naso roccioso, sottile, riporta a latitudini nordiche. il sorso è graffiante, succoso e salino,…

  • 2019,  BIANCHI,  GRECIA,  Tetramythos Winery

    2019 Patrasso Roditis Tetramythos, Tetramythos Winery

    L’Acaia è la porzione più settentrionale del Peloponneso ed è terra dalla grande tradizione vitivinicola. La zona di Patrasso e le alture che digradano verso il golfo di Corinto sono colline verdissime in cui trovano spazio varietà di viti di grande interesse. Una di esse è il roditis, la seconda varietà più diffusa della Grecia. Si tratta di una cultivar molto antica, con la buccia di colore grigio rossastro (dal quale prende anche il nome), viene coltivata in grande parte del paese non solo nel nord-ovest del Peloponneso, ma anche in Attica, Beozia, Eubea, Tessaglia, Macedonia e Tracia. Si adatta ai diversi microclimi trasformandosi anche se preferisce terreni leggeri, calcarei,…

  • 2020,  BIANCHI,  IGT,  Masi,  Provincia di Verona,  VENETO

    2020 Fresco di Masi, Masi

    Il gemello bianco del Fresco di Masi rosso segue la scia della nuova gamma di Masi dedicata ai “giovani consumatori consapevoli” che cercano nel vino spensieratezza ma solide basi di sostenibilità. Questo bianco nasce da uve classiche del veronese come garganega 50% chardonnay 35% pinot grigio 15% e sceglie la strada più facile e ruffiana senza troppi pentimenti. Naso dinamico lieve e floreale con sambuco anice e menta su tappeto che ispira golosità fruttata con pesca bianca, susine giocate su lieve dolcezza e freschezza. Al sorso è sottile e saporito, finale veloce ma che lascia molte dolcezze ma anche una nota pepata che stuzzica un altro sorso. Da cruditèe, sushi…

  • 2012,  BIANCHI,  Szepsy,  Tokaji,  UNGHERIA

    2012 Tokaji Furmint, Szepsy

    Màd. Che bel nome per un paesino di un pugno di abitanti. Qui vive e opera Istvàn Szepsy, famoso in occidente per i suoi vini dolci. Memore di una precedente bottiglia del vino di cui scrivo e di un non dimenticabile Szent Tamàs, mi è chiaro che il buon Istvàn non scherza nemmeno con i bianchi secchi. Il vino si chiama proprio Furmint, come l’uva autoctona ungherese, molto utilizzata per i vini passiti in quanto sia tardiva che facilmente attaccabile dalla botrite cinerea. Il progetto Furmint parte dal presupposto che vigne diverse (per terreno, posizione ed età delle viti) possano apportare qualità diverse al vino finale. Per questo motivo il…

  • 2017,  BIANCHI,  Dr. Loosen,  MOSEL,  QMP,  Trocken

    2017 Ürziger Würzgarten Alte Reben GG, Dr. Loosen

    La famiglia Loosen produce vini nella sua cantina, a Bernkastel-Kues, nella valle della Mosella, in Germania, da oltre 200 anni. Dal 1988 Ernest Loosen, noto come il Dottore la guida con passione e dedizione. Fin dal primo giorno della sua guida la cantina decise di dedicarsi alla produzione di riesling secchi, rompendo con la tradizione dei vini Spätlese e Auslese, con residui zuccherini più o meno importanti, ripartendo dallo stile di alcuni vecchi vini (secchi per l’appunto) prodotti da suo nonno, il Dr. Adams. Anche la tecnica di allevamento delle viti mutò, con il totale abbandono dei prodotti chimici, sostituiti da concime organico e rimedi naturali.Tra i sei vigneti Grosses…

  • 2019,  BIANCHI,  CAMPANIA,  Campania,  Cianciulli,  IGT

    2019 Fiano Arenara, Cianciulli

    Diffonde  una luce soffusa il Fiano di Pino Cianciulli, con note di fiori di camomilla, uva spina, scorza di cedro, roccia sbriciolata e un sottofondo che ricorda la farina di castagne.Il palato schiocca, tenace e reattivo, e l’acidità “rocciosa” intride il sorso regalando  ritmo e contrasto, mentre una corrente amarognola di buccia di agrume e pietra focaia, rischiara la deglutizione e chiama un altro bicchiere.Da una vigna a 800 metri sul livello del mare, nel comune di Andretta (AV).