• 2017,  BIANCHI,  DOC,  Lungarotti,  Torgiano,  UMBRIA

    2017 Torgiano Doc Torre di Giano Vigna Il Pino, Lungarotti

    Un blend di tre uve (trebbiano, vermentino e grechetto di Todi), vinificate in acciaio e in legno regalano un vino di grande intensità, che onora il nome del paese di Torgiano, in provincia di Perugia. Naso di frutta a polpa bianca, mela, pera e qualche ricordo tropicale. Si percepiscono note floreali e vegetali di ginestra e timo ed erbe mediterranee, accompagnate da un accenno agrumato molto delicato. Un ricordo alla frutta secca, in particolare di mandorla e nocciola termina con note boisé. L’attacco al palato è fresco e molto equilibrato, con sensazioni gustative che ricordano ancora il frutto e note mediterranee. Il finale è morbido e molto lungo. Questa versione…

  • 2016,  BIANCHI,  DOC,  Le Rocche del Gatto,  LIGURIA,  Riviera Ligure di Ponente

    2016 Riviera Ligure di Ponente Vermentino, Le Rocche del Gatto

    Il Vermentino è roba seria, troppo seria perché lo si faccia rappresentare in giro per il mondo da insulsi e troppo pallidi liquidi che non siano in grado di raccontare storie di vigna e territorio, che non trasmettano emozioni vere e il profumo del mare. Quello di Fausto De Andreis de Le Rocche del Gatto è invece l’alfiere di una concezione diversa del vino bianco: carattere, struttura, territorialità e longevità. Questo Riviera Ligure di Ponente Vermentino 2016 è un vino bianco ottenuto da uve vermentino provenienti dall’entroterra di Albenga, nei comuni di Vessalico e Borghetto d’Arroscia. Dopo la raccolta delle uve, fermenta per tre settimane a contatto con le bucce…

  • 2019,  BIANCHI,  Duca di Salaparuta,  IGT,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2019 Vermentino Sentiero del Vento, Duca di Salaparuta

    Dalla Tenuta di proprietà Duca a Suor Marchesa (Riesi) nasce questo vermentino su terreni calcarei silicei a riprova del grande successo commerciale di questo vitigno ormai quasi globale. Ha colore verdolino con tocchi più scuri e complessi, ananas, papaya e timo, pompelmo e freschezza di erbe aromatiche, anice. Ha succulenza bella al palato con finale con tracce di calore e arancio maturo. Chiude sapido e salino, con una impronta siciliana che si fonde bene con il carattere del vitigno, sempre a suo agio vicino al mare.

  • 2019,  BIANCHI,  I Mandorli,  TOSCANA,  VINO

    2019 Vino Bianco, I Mandorli

    Di questa azienda conoscevo solo i vini rossi. Si è scelto in tempi successivi di proporre anche un vino a base vermentino. Qui le uve sono rimaste in macerazione per un mese in anfora (brand trentino Tava, per gli estimatori del contenitore). Non sapevo prima di stapparlo. “Ah ma è un macerato” scappa detto mentre lo si sbicchiera fresco: è dorato tenue e leggermente velato. Il naso è una ragnatela fitta fitta di fili di paglia, fiori di campo essiccati, buccia di limone, acqua di rose e infuso di gramigna, mentre il sorso non resta avvoltolato nelle cedevolezze macerative anzi prova a svincolarsi dal clichè in agguato. Ci riesce semplicemente…

  • 2019,  BIANCHI,  Bulichella,  IGT,  TOSCANA,  Toscana

    2019 Tuscanio Bianco, Bulichella

    La competizione sui vermentino in Toscana è sempre più serrata ma Bulichella è una di quelle che lo produceva anche in tempi non sospetti decenni fa. Giacitura e vecchia vigna garantiscono frutto giusto, erbe aromatiche ma soprattutto quel mix di uvaspina, boscco, ribes bianco e il carattere gessoso che dissetano senza far pesare sul sorso struttura e alcol di zona non certo fresca. Dicevamo della bella sapidità e lunghezza, ma anche immediatezza e un’idea di canditi nel finale a tenere conto della bella maturità delle uve.

  • 2019,  BIANCHI,  Chiesina di Lacona,  DOC,  Elba,  TOSCANA

    2019 Elba Vermentino DOC, Chiesina di Lacona

    Siamo in quel di Lacona sull’isola d’Elba, storico produttore di vino di grande rilevanza in Toscana prima della seconda guerra moindiale. Oggi rinascono aziende e si lanciano nuove sfide come quella di Filippo Alampi. Questo vermentino ha quel tocco dorato che non guasta, nota di mela croccante golden delicious, arancio, timo, erbe aromatiche e anche pesca gialla, susina e ginestra, sorso di polpa e sapidità croccante, intensità e succo di albicocca. Sorso di potenza ed energia sottese, concretezza e polpa gialla a tornare tra le note pepate. Azzeccato e stuzzicante.

  • 2016,  BIANCHI,  LIGURIA,  Rocche del Gatto,  VINO

    2016 Ntin Crociata, Le Rocche del Gatto

    Sia dannata la burocrazia, che vieta di indicare in etichettà sia l’anno di questo vino (il 2016) sia il vitigno di provenienza (il vermentino). Cugino del pigatesco e famoso Spigau Crociata, macerato storico sia della produzione di Fausto De Andreis che della viticoltura italiana tutta, Ntin è un vermentino che colpisce per personalità. Che è quella della famiglia Crociata.Una lieve ossidazione prelude a sentori di alghe ed erbe mediterranee che si completano fondendosi con note fruttate di arancia amara, bergamotto e pesca grigliata. Il sorso è puntuto, tra sale e pietra, materico e definito senza appesantimenti. Un vino granbello, nello stile di Rocche del Gatto, sulla cui felice evoluzione in…

  • 2017,  BIANCHI,  Costa Toscana,  IGT,  Terenzuola,  TOSCANA

    2017 Vermentino Permano, Terenzuola

    Oro zecchino allo sguardo, brillante.  Floreale, appena speziato; chicco di grano maturo, burro d’alpeggio, lieve pietra focaia, quasi idrocarburo; poi nespole e albicocche appena colte e, con l’innalzamento della temperatura, un soffio di farina di castagne. Bocca piena, gustosa, sapida; ha tocco roccioso e coriaceo, ma riesce a rimanere succulento e quindi gustoso, gastronomico. 

  • 2017,  BIANCHI,  IGT,  Isola dei Nuraghi,  Pala,  SARDEGNA

    2017 Entemari, Pala

    Riassunto di Sardegna bianca con vermentino 50% chardonnay 30% malvasia sarda 20% da vigne di 40 anni tra Ussana e Serdiana. Naso ricco, caldo e saporito, agrumi, tropicale, timo salvia ed erbe aromatiche, mela acerba miele, elicriso e salvia, ingresso limonoso poi si rivela ricco caldo iodato e sempre appuntito. Il sorso ha bella acidità pepe e sensazioni quasi tanniche di struttura e ricchezza, lunghezza importante e anche sensazione calorica con lato internazionale che prevale.