• 2017,  BIANCHI,  Costa Toscana,  IGT,  Terenzuola,  TOSCANA

    2017 Vermentino Permano, Terenzuola

    Oro zecchino allo sguardo, brillante.  Floreale, appena speziato; chicco di grano maturo, burro d’alpeggio, lieve pietra focaia, quasi idrocarburo; poi nespole e albicocche appena colte e, con l’innalzamento della temperatura, un soffio di farina di castagne. Bocca piena, gustosa, sapida; ha tocco roccioso e coriaceo, ma riesce a rimanere succulento e quindi gustoso, gastronomico. 

  • 2017,  Ampeleia,  Costa Toscana,  IGT,  ROSATI,  TOSCANA

    2019 Rosato di Ampeleia, Ampeleia

    10% di alcol, profumi mediterranei e mucchi di sale impilati ad asciugare al vento e al sole. Da uva intera di alicante lasciata in infusione nel mosto di carignano, che tradotto vuol dire un 20% di grappolo intero di alicante e un 80% di uve carignano vinificate in bianco a gorgogliare allegramente insieme, è figlio di terreni con buona presenza di sabbia, ed è una novità assoluta in casa Ampeleia. Un vino che parla una lingua minerale, intessuta di fiori ed erbe aromatiche, e poi di ciliegia croccante, forse acerba. Un vino stratificato, senza complicazioni (e inutili complessità), di schietta espressività territoriale. L’antitesi vivente del rosa banale: 10% di alcol…

  • 2017,  Bulichella,  Costa Toscana,  IGT,  ROSSI,  TOSCANA

    2017 Rubino, Bulichella

    Per storicità uno dei grandi classici della Costa Toscana, la cui prima annata risale agli anni 80. Inconfondibili gli “ingredienti”: una generosa quota di sangiovese affiancato da merlot e cabernet sauvignon, prima che questo diventasse lo standard in regione e non solo. Del 2017 si può dire che tutto il calore della vendemmia porta al Rubino grande maturità di frutto e un po’ a sorpresa una grande sensazione di croccantezza per un assaggio che invita alla bevuta. La ciliegia è ricca e succosa, sensazione affiancata da un bel soffio floreale. Fresco e tutt’altro che affilato, anzi sferico, con quella ruvidità di tannino che lo rende particolarmente goloso. Un grande sì…

  • 2016,  Bulichella,  Costa Toscana,  IGT,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Syrah Hide, Bulichella

    Se è vero che ormai è Cortona la piccola capitale regionale del Syrah è anche vero che questo si tratta di vino/vitigno diffuso da tempo in diverse altre zone della Toscana. Sulla Costa, a Suvereto, Bulichella lo vinifica da almeno un paio di decenni, della fine degli anni 90 il primo impianto. Vino che non nasconde una certa ambizione, specie in un’architettura che si traduce in una trama tannica di particolare eleganza, il cui unico limite si ritrova in una presenza del legno appena invasiva, probabilmente destinata a sfumare con il passare dei mesi. Dolce, levigato, invitante nei profumi anche di spezie e non solo di frutti dal sapore di…

  • 2015,  Costa Toscana,  IGT,  Oliviero Toscani,  ROSSI,  TOSCANA

    2015 Lumeo, Oliviero Toscani

    Nonostante la cantina porti il nome del famoso fotografo Oliviero Toscani, l’azienda agricola e la produzione dei vini, a Casale Marittimo, è interamente seguita dal figlio Rocco, che negli anni ha sperimentato sempre più le proprie capacità in campo vitivinicolo, migliorando anno dopo anno. Di Fatto, nel corso del tempo ho sentito cambiare molto i suoi vini, raggiungendo sempre più obiettivi di pulizia e identità. “Lumeo”, acronimo nato come tributo ai nomi dei figli di Rocco è un 100% syrah ottenuto dalla fermentazione in terracotta e successivamente macerato per circa 6 mesi in anfora. Al naso il frutto è già molto evidente e marcato con rimandi al pepe bianco, pepe…

  • 2016,  BIANCHI,  Costa Toscana,  Fabbrica di San Martino,  IGT,  MACERATI,  TOSCANA

    2016 Bianco, Fabbrica di San Martino

    Individuare il momento esatto nel quale stappare una bottiglia richiede un talento particolare che dopo anni di studio matto e disperatissimo possiamo certificare con una parola sola: culo. Miele di tiglio, arancia, mango disidratato, mimosa, nocciole fresche. Dal naso alla bocca tutto è giocato su note dolci senza essere dolce affatto. È un taglio di vermentino, trebbiano e malvasia che incredibilmente qui in Sabaudia non si inc… non incontra il gusto degli indigeni. Io invece lo amo. Fabbrica di San MartinoVia della Pieve Santo Stefano, 251155100 – Lucca (LU), italiaTel +39 0583 394284info@fabbricadisanmartino.it