• 2016,  BIANCHI,  Colli Orientali del Friuli,  DOC,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  I Clivi

    2016 Friuli Colli Orientali Friulano San Pietro I Clivi

    Il Friulano dei Colli Orientali del Friuli quando inizia a maturare, dopo circa un anno, cambia completamente. Molte volte mi son scontrata con degustatori che non capivano questa terziarizzazione del Friulano, specie se nato nel flysch ovvero le marne di origine eocenica che caratterizzano il territorio di Corno di Rosazzo. Se non lo conosci non lo apprezzi e inizi a parlare di riduzione e chiacchere varie. Se lo conosci te ne innamori sempre di più. Ecco allora questo Friulano 2016 della vigna San Pietro, di più di 60 anni, de I Clivi. Una piccola realtà che lavora in biologico, senza lieviti selezionati e senza filtrazioni. Annata calda il 2016 che…

  • 2016,  Del Rèbene,  IGT,  ROSSI,  VENETO,  Veneto

    2016 Del Rèbene Rosso, Del Rèbene

    Per più di 150 anni nei Colli Berici è stato prodotto un vino chiamato Bordeaux nero, fatto con uva creduta parente del cabernet franc. Nel ‘900 lo chiamavano bordeaux nero, cabernet franc italiano, cabernet vecchio e anche cabernet del Veneto. In realtà tutti questi nomi nascondevano un unico vitigno: il carmenére, che in effetti ha una parentela stretta con il cabernet franc. Che poi a guardar bene sto cabernet franc è padre, con varie madri – qualcuna conosciuta e altre ignote – del cabernet sauvignon, del merlot e appunto del carmenére. Perché vi racconto tutto ciò? Perché nei Colli Berici si sta riscoprendo questa varietà con ottimi risultati. Eccoci allora da…

  • 2019,  Colli Berici,  DOC,  ROSSI,  Tenuta Cicogna Cavazza,  VENETO

    2019 Tai Rosso, Tenuta Cicogna Cavazza

    E’  l’antico casale della tenuta dei conti Cicogna che ci accoglie nel press tour dei Colli Berici. Avete presente quelle splendide case di campagna, adagiate su una collinetta morbidosa, con un ex  porticato ora chiuso a veranda per creare un salone, con caminetto, di svariati centinaia di  metri quadrati? Ecco questa è la foresteria dei Cavazza in quel di Alonte. Un posto da visitare, dove l’ospitalità è uno stile di vita. 50 ettari di terra rossa piantati a cabernet, tai rosso e merlot, e varietà poco comuni come syrah e solaris. Tutto è in ordine, tutto ha una sua architettura, anche i boschetti e i casotti per la caccia. Eccolo…

  • 2016,  Colli Berici,  DOC,  ROSSI,  Tenuta Cicogna Cavazza,  VENETO

    2016 Colli Berici Merlot, Tenuta Cicogna Cavazza

    Conosco molte persone che in autunno vanno in giro per il mondo a vedere la magia del  “foliage” termine anglosassone di origine francese che indica la variazione autunnale del colore delle foglie degli alberi, dal verde al giallo fino alle diverse gradazioni del rosso. Ecco, penso che andare dai Cavazza, ad Alonte, nella Tenuta Cicogna dalla metà di ottobre fino alle prime nebbie novembrine, sia una splendore e che un “foliage” eccezionale si possa vedere anche lì. Avendo più tipologie di viti si potranno vedere le diversità di colorazioni. Ma ora mi concentro sul loro Colli Berici Rosso 2016. Merlot in purezza, un vitigno internazionale che ben si è ambientato…

  • 2017,  Del Rèbene,  IGT,  ROSSI,  VENETO,  Veneto

    2017 Tai Rosso, Del Rèbene

    Quando trovo un vino in cui il legno copre tutto, appiattendolo  e banalizzandolo, lo definisco, in forma dialettale, “vin de marangon” (vino del falegname). Nei Colli Berici esiste l’uva del marangon che nulla ha a che vedere con sentori vanigliati e tannini maleducati. È il tai rosso, che in questa zona prende questa forma dialettale ricordando la leggenda del falegname di Nanto che lo portò rientrando dal servizio di leva Austriaco. Invece dicono sia parente della grenache, uva tra le più diffuse. Sia quel che sia c’è da dire che il vino Tai Rosso è il simbolo dei Colli Berici. Lo è anche da Del Rèvere. Questo 2017, con 12 giorni…

  • 2017,  Carso(Kras),  DOC,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  MACERATI,  Zidarich

    2017 Carso Malvasia Lehte, Zidarich

    Ecco là! Vai a trovare, dopo un pochino di tempo, un amico vignaiolo e scopri che produce un vino che tu non conosci, che non hai mai bevuto. Ma come è possibile che non ne abbia neanche mai sentito parlare? Non lo so, le cose strane della vita. Insomma sono andata a trovare Beniamino Zidarich e, dopo avermi fatto degustare più annate della sua amata Vitovska Kamen, mi dice “ti ho mai fatto assaggiare la Malvasia Lehte? E’ una vigna vecchia di 50 anni, il nome l’ha preso dal toponimo. Per molti anni queste stupende uve le univo alla Malvasia  classica, poi ci ho ripensato e ho fatto questa micro…

  • 2014,  Alberto Longo,  Cacc’e mmitte di Lucera,  DOC,  PUGLIA,  ROSSI

    2014 Cacc’e Mmitte di Lucera, Alberto Longo

    Il Sud, il nero di Troia, il montepulciano e un tocco di bombino bianco. Ecco il Cacc’e  Mmitte di Lucera di Alberto Longo. Un vino che racconta storie di Puglia, di caldo secco, di masseria ma non solo. Non sono profumi banali, parlano di resina, mirtilli di bosco in bosco, terra bagnata, aghi di pino, carrube. Arriva poi la parte mentolata e la maggiorana, pepe e ginepro. Una morbidezza che esplode in bocca con dei tannini molto eleganti e dandy. Sembra  un proprietario terriero che nella sua cabriolet va a visitare le  terre nel caldo agosto. Per sfida l’ho abbinato, in una fresca casa carsica, a una cena con pietanze cinesi fatte…

  • 2019,  Mahnic,  ROSATI,  SLOVENIA

    2019 Crna Borgonja Rosè, Mahnic

    Non ci son discorsi che tengano, il vino rosato è voluttuoso e sa di fresco. Il classico vino per l’estate, da portare in barca e berselo ad ampi sorsi dopo un tuffo rinfrescante. Oggi vi presento il Crna Borgonja Rosè di Mahnic, in Sovenia, vicino a Capodistria. Un rosè dalla vinificazione di uve Borgona. Il colore già ti conquista e ti rinfresca con questo rosa tendente al fucsia con riflessi d’oro. È vinoso, con fiori rossi ma anche piccoli frutti di bosco con lamponi in evidenza, arriva poi la freschezza del mare e delle saline, la brezza profumata della sera, quel sottobosco secco in riva al mare. Freschissimo, croccante, spiritoso…

  • 2019,  BIANCHI,  Mahnic,  SLOVENIA,  VINO VARIETALE

    2019 Malvazija Vige Kmetija, Mahnič

    Hai una giornata storta? Ti girano per un qualunque motivo? Ho io una soluzione. Siediti all’ombra di un bel albero, in mezzo a un giardino e apriti una signora bottiglia di vino. Meglio una Malvasia. Il top? Una malvazija dell’Istria Slovena. Quella di Ingrid Mahnič oggi assolve egregiamente allo scopo. Ha quel bel giallo paglierino con riflessi verdognoli che mi ricorda una pietra preziosa che vorrei avere al collo in forma di collana. Lo annuso e mi porta in prati fioriti con alberi di pesche bianche pronte ad essere raccolte, vicino al mare pulito con il sale caldo sulla battigia. Continua con del miele di robinia e delle rose antiche…

  • 2019,  BIANCHI,  SLOVENIA,  Valentan Frančiška

    2019 Sauvignon, Valentan

    Conoscete la Bassa Stiria? Štajerska in Sloveno. Incastonata tra Austria e Ungheria? No? Male, molto male. Dovete andare da quelle parti specialmente se siete amanti del sauvignon. In quella terra baciata da Dio, avvolta da una lussureggiante vegetazione con piccole e coccolose colline, prima di iniziare la pianura pannonica, nelle vicinanze di  Maribor, a Malečnik, c’è un’azienda agricola con cantina che produce un gran  Sauvignon. Sono certificati in biologico, non usano lieviti selezionati e fanno fare alle uve del nostro Sauvignon, una leggera macerazione. Elegantissimo il naso con sentori di pesca a polpa bianca, bosso e leggerissime tostature. Un naso evoluto anche se del 2019. Qualche accenno di idrocarburi ci…