• IGT,  ROSATI,  SICILIA,  Sicilia,  Valle dell'Acate

    2020 Frappato Rosato Bellifolli, Valle dell’Acate

    I mascheroni di Palazzo Bordone campeggiano sulle etichette della linea “per millennial” di Valle dell’Acate, qui con il leone del Palazzo Borbone, aggressivo e impattante. Anche il vino lo è tra melograno e susine, tamarindo e arancio rosso, saporito e lungo con note intriganti da chiaretto quasi , salino iodato e con chiusura con lieve nota tannica che lo rende un vino pensato da insalata veloce e avocado, tartare ma che può avere un uso molto ampio.

  • 2019,  Ca dei Frati,  DOC,  LOMBARDIA,  Riviera del Garda Classico,  ROSATI

    2019 Riviera del Garda Classico DOC Rosa dei Frati, Ca’ dei Frati

    Ecco un vino che “fa estate”. No, non seguo la corrente di pensiero che vuole i vini rosati relegati alla finestra temporale che va da giugno a settembre e consumati solo dal gentil sesso (nessuno sano di mente dovrebbe seguirla). Ma nel calice le sensazioni che questo vino suscita riportano tutte, immancabilmente, in riva al mare, cena di pesce e qualche zanzara a dar fastidio. Ok, blocchiamo il flusso fantasioso ed andiamo sul concreto.Il vino in questione è un mix composto per il 55% da uve groppello e per il restante da marzemino, barbera e sangiovese. Vendemmiate e pigiate, le uve restano in compagnia del mosto una notte e poi…

  • 2018,  Franz Haas,  IGT,  ROSATI,  TRENTINO-ALTO ADIGE,  Vigneti delle Dolomiti

    2018 Pinot Nero Rosé, Franz Haas

    Franz Haas ha bisogno di poche presentazioni. 55 ettari gestiti familiarmente, con vigneti tra i 250 e i 1150 metri sul livello del mare, su terreni dolomitici.Il Pinot Nero Rosé di Franz Haas trae origine da uve cresciute allegramente attorno ai 750 metri d’altezza. Arrivate a maturazione, le uve vengono raccolte, pressate e il mosto fermenta in acciaio. E visto che in acciaio si sta bene anziché no, il vino ci passa altri 6 mesi a contatto con i lieviti, svolgendo anche la conversione malolattica. Finito l’affinamento il rosato viene imbottigliato e chiuso con tappo a vite (mi compiaccio).Ora, si è abituati a vedere i rosati come vini dal consumo…

  • Gilberto Boniperti,  PIEMONTE,  ROSATI,  VINO

    Vino Rosato RosaDiSera, Gilberto Boniperti

    Gilberto Boniperti è un abile vignaiolo altopiemontese che conosco da diversi anni, titolare dal 2003 dell’Azienda omonima con sede a Barengo (No). Difficile non lasciarsi catturare dalla spontaneità del suo sorriso e dalla schiettezza dei vini che produce. Con il reimpianto del vigneto “Barton” inizia l’avventura; oggigiorno conta 3 ettari vitati di proprietà in Barengo e 0,5 in Briona. Protagonisti sono i classici di queste colline: nebbiolo, vespolina e barbera. Il nostro protagonista predilige lotta integrata in vigna e il minimo intervento possibile, un’agricoltura convenzionale dedita al minimo impatto ambientale, azioni specifiche atte a tutelare il sano sviluppo della pianta, laddove la stessa lo richieda, non certo a prescindere. Immaginate…

  • 2020,  Colline Novaresi,  DOC,  Ioppa,  PIEMONTE,  ROSATI

    2020 Colline Novaresi Nebbiolo Rusin, Ioppa

    Il Rusin, lo fa intendere già il nome, è il Rosato di Casa Ioppa, base 100% nebbiolo, localmente chiamato spanna. Negli ultimi anni è diventato un vero e proprio cult soprattutto per i mercati esteri: Nord Europa, in particolar modo Norvegia, tanto che la cantina ha aumentato in maniera esponenziale la produzione di questo vino mantenendo immutato il livello di qualità. Ricordo la visita presso la sede in Romagnano Sesia (No) di qualche tempo fa. Luca Ioppa, responsabile della comunicazione della Cantina, ci ha mostrato le due stanze di vinificazione: la prima dedicata a tutta la gamma prodotta, eccellenti i loro Ghemme Docg di cui presto parlerò, la seconda, di…

  • 2019,  IGT,  Mazzone,  PUGLIA,  Puglia,  ROSATI

    2019 Dandy Rosato, Azienda Agricola Mazzone

    In questo periodo abbiamo tutti bisogno ogni tanto di sognare ed immaginarci in posti cari al cuore. Quale miglior modo per farlo, se non con un bel vino rosato pugliese a base di Nero di Troia e dal colore rosa cerasuolo bello carico? Anche se quando si parla di rosati sarebbe meglio concentrarsi meno sul colore e più sul vino, in questo caso un colore così bello ci fa proprio sentire in Puglia. Sto parlando del Dandy Nero di Troia IGP Murgia Rosato 2019 dell’Azienda Agricola Mazzone, a Ruvo di Puglia. Il Nero di Troia ovviamente è il vitigno di battaglia in questa parte della Puglia vicina a Castel del…

  • 2018,  CAMPANIA,  Campania,  De' Gaeta,  IGT,  ROSATI

    2018 Rosato Campania, De’ Gaeta

    I Comuni del Vino è un progetto che unisce tre piccole cantine nel territorio del Taurasi. Tra queste c’è l’azienda De’ Gaeta, a Castelvetere sul Calore e Toppolocozzetto è il nome simpaticissimo della località dove sono le vigne di aglianico. Come lascia intuire il nome stesso, sono sulla sommità della collina, ad una altitudine intorno ai 500 metri. Questa terra è luogo di elezione del vino da sempre, e l’aglianico qui si esprime in maniera suprema. E’ una zona montuosa dove i suoli sono arricchiti da ceneri e materiale vulcanico spinto fin qui dalla furia del Vesuvio nei secoli e nei millenni. L’azienda lavora in regime biologico e sta strizzando…

  • 2018,  IGT,  Massimiliano Calabretta,  ROSATI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2018 Rosato, Massimiliano Calabretta

    La primavera bisogna tenerla nel cuore tutte le volte che si può. Scegliamo ogni tanto un vino rosato per provarci. L’Igt Terre Siciliane Rosato 2018 prodotto da Massimiliano Calabretta a Randazzo è un vino di ispirazione “naturale”: lieviti indigeni, fermentazione spontanea, acciaio, vetro leggerissimo, etichetta “arcaica” che potrebbe non piacere. Per fortuna, anche se l’occhio non ha la sua parte, aiutano naso e bocca: spinge con macchia mediterranea, fiori macerati, arancia amara e con una bocca che sopperisce alla mancanza olfattiva di richiami fruttati. Mette il punto una leggera e piacevole deviazione amara che ricorre spesso nei vini a base nerello mascalese.

  • DOC,  EMILIA ROMAGNA,  Reggiano,  Venturini Baldini,  VS

    Lambrusco Spumante Rosato Brut Cadelvento, Venturini Baldini

    Jean-Paul Sartre sosteneva che Alle tre del pomeriggio è sempre troppo tardi o troppo presto per quello che si vuol fare. A me, ultimamente, a quell’ora inizia venire una vaga voglia di stappare ma, in effetti, il pranzo è già passato e il momento dell’aperitivo è ancora lontano. A dirimere le mie oscillazioni fra la sete e il contegno, l’altro giorno ci ha pensato però lo Spumante Rosato Cadelvento della Cantina Venturini Baldini. 11,5 gradi alcolici declinati in sentori di cipria, fragoline, susine gialle e rosa canina e un sorso terso, fine e puntellato di fresca sapidità. Una piacevolissima compagnia, che mi ha traghettata fino all’ora di cena con delicatezza. A…

  • 2019,  Attems,  DOC,  Friuli,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  ROSATI

    2019 Friuli Pinot Grigio Ramato, Attems

    Ecco un bel rosato ancestrale dalle mani di Daniele Vuerich, direttore di Attems, che mostra una via originale al modello provenzale di cui è in realtà progenitore non riconosciuto. Colore rosa incantevole, delicato e sinuoso così come il naso, tra confetto e rosa, lamponi e mandarino, lime e senape, tabacco appena accennato, lieve flint. Sorso scattante e piacevolissimo in aperitivo ma anche con abbinamenti con crostacei.