• 2013,  Benito Ferrera,  BIANCHI,  CAMPANIA,  DOCG,  Greco di Tufo

    2013 Greco di Tufo Vigna Cicogna, Benito Ferrara

    Il Greco di Tufo si fa apprezzare soprattutto nei tempi lunghi sui quali acquisisce profondità e ampiezza dei profumi. Vigna Cicogna è un mito per chi ama questo bianco dell’Irpinia, tanto difficile in agricoltura quanto in vinificazione. Un piccolo cru a Santa Paolo, una delle zone di produzione più vocate, dove Benito Ferrara nel 1991 ha prodotto le sue prime 500 bottiglie con la propria etichetta. Dal 1994 ha preso le redini della piccola azienda di famiglia sua figlia Gabriella, già abile vignaiola, cresciuta con i piedi tra le vigne e il naso nei tini della cantina sotto casa. Caparbia, fiera e sensibile allo stesso tempo, ha subito intuito che…

  • 2016,  Cagiorgna Pietro,  DOC,  ROSSI,  Terre di Casole,  TOSCANA

    2016 Terre di Casole Sangiovese Macchie, Az Agr Caciorgna Pietro

    Casole d’Elsa è un borgo medievale nella Val d’Elsa, incantevole, che sta richiamando molti artisti da disparati angoli del mondo e che si sta sempre più affermando per i suoi vini. Per gli eno appassionati, fissati, viaggiatori, qui il Sangiovese si esprime in maniera singolare, con finezza e profondità essendo i suoli ricchi di ceneri di natura vulcanica, di sabbie rilasciate dal fiume Elsa e più in profondità troviamo argille con scheletri marini. Macchie dell’azienda Agricola Caciorgna Pietro, il padre di Paolo Caciorgna, enologo, ne è una interpretazione interessantissima, che offre una lettura molto chiara e coinvolgente del terroir.  Nel bicchiere lascia intuire che vuole ancora tempo per dare il…

  • 2018,  CAMPANIA,  Campania,  De' Gaeta,  IGT,  ROSATI

    2018 Rosato Campania, De’ Gaeta

    I Comuni del Vino è un progetto che unisce tre piccole cantine nel territorio del Taurasi. Tra queste c’è l’azienda De’ Gaeta, a Castelvetere sul Calore e Toppolocozzetto è il nome simpaticissimo della località dove sono le vigne di aglianico. Come lascia intuire il nome stesso, sono sulla sommità della collina, ad una altitudine intorno ai 500 metri. Questa terra è luogo di elezione del vino da sempre, e l’aglianico qui si esprime in maniera suprema. E’ una zona montuosa dove i suoli sono arricchiti da ceneri e materiale vulcanico spinto fin qui dalla furia del Vesuvio nei secoli e nei millenni. L’azienda lavora in regime biologico e sta strizzando…

  • 2015,  Andi Fausto,  IGT,  LOMBARDIA,  LOMBARDIA,  ROSSI

    2015 Ascaro, Andi Fausto

    Fausto ha un modo tutto suo di sentire la vigna e il vino. Lungamente ignorato, per il fatto di seguire una strada tutta sua, poi attenzionato quando quello stile è diventato di moda. A Montù, in provincia di Pavia, segue i metodi contadini che la gente del luogo ha sempre utilizzato, a ridosso delle risaie. I suoi sono vini biodinamici, il fattore di tendenza che ha acceso il faro. Ascaro è una barbera incredibilmente buona, profonda, che ti fa ragionare a lungo. Il 70% degli acini viene messo intero nelle botti troncoconiche di 27 ettolitri a macerare per 12 mesi. Poi avviene la vinificazione e l’affinamento in bottiglia per altri…

  • 2009,  BIANCHI,  CAMPANIA,  Campania,  IGT,  Petilia

    2009 Greco di Tufo, Petilia

    Nell’assaggio 2009 del Greco di Tufo Petilia c’è tutta la vitalità che ci si aspetta da questa denominazione non proprio facile da affrontare. Per fortuna di recente si bevono bottiglie veramente interessanti, spesso emozionanti se hanno un po’( ancora meglio se tanti) di anni alle spalle. Teresa e suo fratello Roberto Bruno si divertono a vinificare singolarmente le uve dei tre corpi che compongono il loro vigneto, ma in questo caso ritroviamo un blend delle tre aree: Chianche, Santa Paolina e Campofiorito a Altavilla Irpina. Per chi è un po’ dentro il mondo dei Greco di Tufo, sa che sono questi i cru più vocati ed espressivi. Il vino riporta…

  • 2016,  DOCG,  Icario,  ROSSI,  TOSCANA,  Vino Nobile di Montepulciano

    2016 Vino Nobile di Montepulciano Riserva Vitaroccia, Icario

    Per la sua bellezza e per la fama del Vino Nobile, Montepulciano attira molti imprenditori stranieri. Anche per queo dal 2015 la cantina Icario è stata acquistata dalla holding di Helmut Rothenberger con sede a Anif in Austria. Devo dire che l’assaggio del millesimo 2016 del Vino Nobile Riserva Vitaroccia mi ha notevolmente intrigato per il suo essere deciso, elegante e territoriale allo stesso tempo. Ferma da subito l’attenzione al naso con i toni balsamici di menta secca, si concentra poi sul frutto di prugna alleggerito dagli accenti di buccia di arancia, e seguita a raccontare spezie sottili di caffè e pepe nero. Particolarmente succoso, il sorso invoglia moltissimo a…

  • 2013,  BIANCHI,  Fondo Antico,  IGT,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2013 Terre Siciliane Il Coro, Fondo Antico

    Nell’antico baglio trapanese di Fondo Antico il legame con l’uva grillo è molto forte, tanto da avere scelto di vinificarla in differenti interpretazioni. Tutte molto interessanti che pongono l’accento sulle grandi potenzialità del territorio quanto dell’uva grillo. Il Coro è l’etichetta che vuole una maturazione piena e dorata degli acini e un affinamento di sei mesi sulle fecce. Scintilla la nuance appena dorata nel bicchiere e quello che colpisce del vino è la dinamicità cadenzata con precisione tra i vari elementi che si alternano con una certa eleganza conferita anche dal tempo trascorso in bottiglia. Pieno nei profumi che in apertura si tingono di note fumé, lentamente affiora l’albicocca in…

  • 2017,  Benventano,  BIANCHI,  CAMPANIA,  IGT,  Tenuta Sant’Agostino

    2017 Scomposto, Tenuta Sant’Agostino

    Malvasia del beneventano affinata in anfora per questo vino bianco che esprime profondità e sa coinvolgere sia all’olfatto che all’assaggio. Mi colpisce la precisione del vino già dai profumi, non ha sbavature o scivolate verso toni evoluti, mantiene invece un carattere solare, capace di incuriosire sorso dopo sorso. Tenuta Sant’Agostino a Solopaca segna il ritorno alla vitivinicoltura di Raffaella, Carlo, Mimmo e Gennaro Ceparano che nel 2013 hanno riportato vitalità tra i filari e nella cantina di famiglia. In questo areale la malvasia non è estranea e la scelta di vinificarla in purezza ed in anfora mi sembra molto indovinata. Scomposto mette insieme con maestria, eleganza e grande vigore; va…

  • 2016,  BIANCHI,  Chateau Feuillet,  DOC,  VALLE D'AOSTA,  Valle d'Aosta

    2016 Valle D’Aosta Petite Arvine, Chateau Feuillet

    Il tempo ha portato grande dinamicità nell’assaggio della Petite Arvine 2016 di Chateau Feuillet. Per chi ama i vini bianchi dalla personalità esclusiva, la petite arvine regala delle grandi bevute. Si è adattata faticosamente alla montagna, ai terreni sassosi e ripidi, fino a trarre vantaggio dalle asperità. Le vigne di Maurizio Fiorano sono a Saint Pierre, poco distanti da Aosta, dominate dal bellissimo castello medioevale e l’insieme delle cose rende il paesaggio quasi fiabesco. È un vino mai scontato, anche quando pensi di conoscerlo bene, sa sorprendere e sempre in maniera positiva. Fare viticoltura da queste parti è molto faticoso, ma stappando questo bianco si pensa a tutt’altro, ad un…

  • 2017,  AUSTRIA,  BIANCHI,  MACERATI,  QBA,  WAGRAM

    2017 Wagram Materia prima, Fritsch

    Secondo Aristotele la materia prima è potenza pura, una energia che prende forma nel suo divenire in complicità con il tempo. Da questo pensiero Karl Fritsch si sente trascinato quando sviluppa il progetto di questo vino potente e dal carattere molto personale. Arriva dal Wagram, vicino Vienna, terra antica del vino, ricca di preziosi fossili marini che marcano decisamente questo terroir. Areale ben noto per i suoi indimenticabili ice wine, ma Materia Prima è altra cosa. E’ un orange wine, biodinamico, prodotto con i vitigni tipici di questo territorio singolarissimo, grüner veltliner e traminer, da viti di almeno 35 anni. Fa una fermentazione con macerazione sulle bucce di due settimane in…