• 2020,  AOC,  CÔTES DE PROVENCE,  Chateau La Mascaronne,  FRANCIA,  PROVENCE,  ROSATI

    2020 Rosè Côtes de Provence , Château La Mascaronne

    La nuova acquisizione di Michel Reybier in Provenza mostra subito di cosa è fatta. Sessanta ettari dedicati alla bellezza e al piacere come del resto lo sono già le altre tenute (Cos d’Estournel a Bordeaux, Champagne Jeeper, Tokaj-Hétszölö in Ungheria e i vari progetti di ospitalità) producono bianco rosso e ovviamente un rosa come la recente tradizione locale richiede. Un vino preciso e perfetto figlio di anni di ricerche e investimenti in tecnica in campo e in vigna per tutta la Provenza che poi i singoli produttori declinano a loro modo. Questo Mascaronne 2020 appena uscito si presenta rosa classico provenzale terso e sospeso, naso di rosa centifolia, gelsomino, sambuco,…

  • 2019,  IGT,  Mazzone,  PUGLIA,  Puglia,  ROSATI

    2019 Dandy Rosato, Azienda Agricola Mazzone

    In questo periodo abbiamo tutti bisogno ogni tanto di sognare ed immaginarci in posti cari al cuore. Quale miglior modo per farlo, se non con un bel vino rosato pugliese a base di Nero di Troia e dal colore rosa cerasuolo bello carico? Anche se quando si parla di rosati sarebbe meglio concentrarsi meno sul colore e più sul vino, in questo caso un colore così bello ci fa proprio sentire in Puglia. Sto parlando del Dandy Nero di Troia IGP Murgia Rosato 2019 dell’Azienda Agricola Mazzone, a Ruvo di Puglia. Il Nero di Troia ovviamente è il vitigno di battaglia in questa parte della Puglia vicina a Castel del…

  • 2018,  CAMPANIA,  Campania,  De' Gaeta,  IGT,  ROSATI

    2018 Rosato Campania, De’ Gaeta

    I Comuni del Vino è un progetto che unisce tre piccole cantine nel territorio del Taurasi. Tra queste c’è l’azienda De’ Gaeta, a Castelvetere sul Calore e Toppolocozzetto è il nome simpaticissimo della località dove sono le vigne di aglianico. Come lascia intuire il nome stesso, sono sulla sommità della collina, ad una altitudine intorno ai 500 metri. Questa terra è luogo di elezione del vino da sempre, e l’aglianico qui si esprime in maniera suprema. E’ una zona montuosa dove i suoli sono arricchiti da ceneri e materiale vulcanico spinto fin qui dalla furia del Vesuvio nei secoli e nei millenni. L’azienda lavora in regime biologico e sta strizzando…

  • 2018,  IGT,  Massimiliano Calabretta,  ROSATI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2018 Rosato, Massimiliano Calabretta

    La primavera bisogna tenerla nel cuore tutte le volte che si può. Scegliamo ogni tanto un vino rosato per provarci. L’Igt Terre Siciliane Rosato 2018 prodotto da Massimiliano Calabretta a Randazzo è un vino di ispirazione “naturale”: lieviti indigeni, fermentazione spontanea, acciaio, vetro leggerissimo, etichetta “arcaica” che potrebbe non piacere. Per fortuna, anche se l’occhio non ha la sua parte, aiutano naso e bocca: spinge con macchia mediterranea, fiori macerati, arancia amara e con una bocca che sopperisce alla mancanza olfattiva di richiami fruttati. Mette il punto una leggera e piacevole deviazione amara che ricorre spesso nei vini a base nerello mascalese.

  • 2018,  METODO CLASSICO,  ROSATI,  SICILIA,  Tenute Nicosia

    2018 Rosato Millesimato Sosta Tre Santi, Tenute Nicosia

    Presenza scenica del nerello mascalese rigorosa e di grande classe. Da un lato il calore, l’energia, l’intensità; dall’altro il volume, i chiaroscuri, la profondità. Un intreccio olfattivo subito accattivante che apre su note di sottobosco, lampone, agrume scuro, grafite e note affumicate ad anticipare un palato accogliente e generoso all’ingresso, slanciato e salino in fase di allungo. Una progressione gustativa calibrata, finanche troppo misurata, di grande equilibrio e limpidezza, che sfuma nel finale su note piacevolissime di ribes nero e spezie. Passionale e sofisticato, il calore del vulcano c’è e si sente.100% nerello mascalese, prodotto con uve selezionate dell’annata 2018 provenienti dagli alti terrazzamenti lavici del versante sudorientale del vulcano…

  • 2018,  ABRUZZO,  Cataldi Madonna,  Cerasuolo d’Abruzzo,  DOC,  ROSATI

    2018 Cerasuolo d’Abruzzo Piè delle Vigne, Cataldi Madonna

    Come un rosso “di rango” questa bottiglia di Cerasuolo d’Abruzzo esce dalla cantina a quasi due anni dalla vendemmia, dopo un adeguato affinamento, prima in acciaio e poi in vetro. Viene prodotto con una tecnica piuttosto curiosa: una sorta di taglio tra una vinificazione in bianco e una in rosso, che viene fatto circa a metà della fermentazione delle due masse.  Guardando nel bicchiere il suo colore rubino scarico si intuisce che cerasuolo, in questo caso, è un termine quanto mai azzeccato. Leggera chiusura iniziale al naso, che garantisce sulla sua lunga vita. Appena (e ci mettono poco…) spariscono le note riduttive il vino, perfettamente aperto, comincia a regalare profumi…

  • 2019,  Bergianti,  EMILIA ROMAGNA,  RIFERMENTATI,  ROSATI

    2019 Perfranco, Bergianti Vino

    Etichetta rinnovata, dallo stile retrò, realizzata da una xilografia in provincia di Modena (Insetti Xilografi, se apprezzate come me xilografie e acqueforti, stampe e quant’altro vi consiglio di dare uno sguardo al loro profilo instagram) e vino che, mantenendo la struttura gustativa essenziale della passata edizione, in questa annata ha qualcosa in più da raccontare. Nulla è cambiato in fase produttiva, “Perfranco” è il risultato di una rifermentazione in bottiglia di uva salamino di Santa Croce in purezza (un antico clone dal grappolo compatto e allungato) che non ha subito nessun diserbo in vigna –ove vengono seguite pratiche biodinamiche e il sovescio- e nessun aggiustamento in cantina, se non una…

  • 2018,  Enò-Trio,  IGT,  ROSATI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2018 Pinot Nero Rosato, Enò-Trio

    Coltivare il pinot nero sulle terre vulcaniche alle pendici dell’Etna potrebbe sembrare una scelta bizzarra visto che è considerato un vitigno del nord Europa. Tuttavia la bassa latitudine della Sicilia è compensata dall’altitudine del vulcano che consente una vera viticoltura di montagna con un microclima unico. In queste particolari condizioni il vitigno borgognone sembra esprimersi molto bene, con risultati davvero sorprendenti come quelli della piccola e interessantissima realtà di Enò-Trio, di cui ho già parlato qui, che ne realizza anche una versione in rosa ottenuta da viti a piede franco allevate in Contrada Calderara a 650 metri di altitudine su suoli ovviamente vulcanici, ricchi di sabbie, minerali e ceneri. Il…

  • 2019,  FRANCIA,  Pascal Cotat,  ROSATI,  VIN DE FRANCE

    2019 Chavignol, Pascal Cotat

    Non è tutta colpa di Berlusconi. Cioè, chiariamoci: Berlusconi ha tantissime colpe, ma la società dell’immagine che ci ha venduto attraverso le sue televisioni, e che si è tradotta nella mitizzazione dei “tronisti” e delle soubrette per poi avvitarsi nel “barbaradursismo”, sarebbe esistita anche senza di lui. O almeno credo. Questa premessa mi serve per dire che nonostante il culto dell’immagine sia ormai un dato di fatto con cui dobbiamo convivere, uno dei fattori che meno mi interessano di un vino è l’aspetto. Certo, un bel colore non guasta, ma quando mi trovo di fronte un vino che fa il belloccio mi viene subito da pensare «sì ok, ora veniamo…