• 2011,  Cantina Passopisciaro,  IGT,  ROSSI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2011 Contrada S, Passopisciaro

    La S nel nome del vino richiama la contrada di Sciaranuova, 850 metri sul livello del mare, ed è una delle etichette singola contrada in casa Franchetti sull’Etna. Le note al naso sono cangianti e variegate con anguria, tartufo tabacco e senape. In bocca si rivela sottile sinuoso lavico e fruttato con un sorso irrequieto e stupendo che svela a poco a poco noti di carrube dattero mallo di noce, miele di melata e sottobosco. Chiude pepato con tannino esperto e sicuro mostrando che in evoluzione il nerello sa diventare complesso senza perdere la fierezza della sua gioventù.Il nome vuol dire “colata nuova” in siciliano, a indicare la recente età…

  • 2018,  IGT,  ROSATI,  SICILIA,  Tanca Nica,  Terre Siciliane

    2018 Firri Firri, Tanca Nica

    Firri Firri è il nome del rosato prodotto dall’azienda Tanca Nica nell’isola di Pantelleria da Francesco Ferreri e la compagna Nicoletta Pecorelli. Vino figlio di una terra senza misure, e dove ogni cosa si muove secondo una dimensione che è solo pantesca. Il Firri Firri non assomiglia a niente. È  un vino di grande personalità e calibrata spontaneità. Francesco ha ben in testa cosa vuole dai propri vini ed ha la grande sensibilità e conoscenza tecnica per poter essere spontaneo e libero, in equilibrio sopra la scogliera sapendo bene dove muovere i suoi passi. Firri Firri è ottenuto da vigne di sessant’anni di cataratto e pignatello, su terreni sabbiosi e…

  • 2013,  BIANCHI,  Fondo Antico,  IGT,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2013 Terre Siciliane Il Coro, Fondo Antico

    Nell’antico baglio trapanese di Fondo Antico il legame con l’uva grillo è molto forte, tanto da avere scelto di vinificarla in differenti interpretazioni. Tutte molto interessanti che pongono l’accento sulle grandi potenzialità del territorio quanto dell’uva grillo. Il Coro è l’etichetta che vuole una maturazione piena e dorata degli acini e un affinamento di sei mesi sulle fecce. Scintilla la nuance appena dorata nel bicchiere e quello che colpisce del vino è la dinamicità cadenzata con precisione tra i vari elementi che si alternano con una certa eleganza conferita anche dal tempo trascorso in bottiglia. Pieno nei profumi che in apertura si tingono di note fumé, lentamente affiora l’albicocca in…

  • 2018,  Duca di Salaparuta,  IGT,  ROSSI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2018 Nero d’Avola Passa delle Mule, Duca di Salaparuta

    Nella tenuta di Suor Marchesa a Riesi, non lontano da dove nasce il Duca Enrico, ovvero la culla del nero d’Avola, nasce anche questo vino selvatico e umorale, ma anche dolce, piccante e sinuoso tra frutta rossa e spezie, arancio rosso, lamponi e tamarindo; viola come floreale, lavanda e mirto tra le note mediterranee. Al sorso aggiunge una nota mentolata piacevole mentre il sorso ha tannino che spinge bene e acuisce la sensazione di freschezza tambureggiante. Mallo di noce, olive e ribes nero chiudono il finale di bocca con rimandi speziati che si susseguono a lungo.

  • 2015,  BIANCHI,  Centopassi,  IGT,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2015 Terre rosse di Giabbascio Catarratto, Centopassi

    La mia personale abitudine ad attendere qualsiasi bianco di buona fattura almeno tre anni trova conferma anche nel Catarratto di Centopassi. Spesso un po’ anonimo in estrema gioventù, molto più interessante quando trova un suo equilibrio tra la morbidezza del frutto e la salinità del varietale. Sorprende questo 2015 (millesimo molto spesso seduto, soprattutto sui bianchi) per articolazione e grande bevibilità. Il naso corteggia diverse suggestioni, quelle iodate in primis, ma anche una traccia nitida di melone bianco, un pizzico di floreale e un po’ di nocciola in filigrana. La bocca è a prova di bevitore trasversale: accontenta chi vuole qualche carezza spensierata e chi ama il carattere sapido del…

  • 2019,  BIANCHI,  Duca di Salaparuta,  IGT,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2019 Grillo Calanìca, Duca di Salaparuta

    Con uno stile moderno e estremamente dinamico, questo Grillo evoca già dal primo sorso una gran voglia d’estate. Nato dalla palermitana, storica azienda di Duca di Salaparuta, questo bianco vivace e territoriale si presenta di un giallo paglierino brillante. Il naso è deciso, con marcate note tropicali, frutta fresca, melone, pera, agrumi. Si percepiscono poi note di tè verde e fiori d’arancio con una nota vegetale fresca che persiste e evolve tenendo il vino nel bicchiere. In bocca è ampio, minerale, con una buona acidità, sostenuta da un accenno di alcol che ne completa la struttura. Infine, una vibrante sensazione di salmastro evoca ancora di più l’idea del mare. Intralcio…

  • 2019,  Duca di Salaparuta,  IGT,  ROSATI,  SICILIA,  Sicilia,  Terre Siciliane

    2019 Calanìca, Duca di Salaparuta

    La nuova gamma dei vini siciliani di Duca di Salaparuta punta su monovarietali ma riserva per il suo rosa un mix di uve definite “siciliane” nel blend. Vino tecnico più che di territorio ma l’intraprendenza aromatica di nero d’avola, syrah e nerello paiono fare capolino tra gli aromi di peonia frangipane, magnolia, fragolina di bosco e melograno che caratterizzano il naso garbato ma ricco. Il tocco provenzale del colore si riflette nel sorso lieve e sbarazzino ma con punte di dolcezza che fanno scorgere la Sicilia, finale floreale e piccante; lunghezza niente male.

  • 2018,  Bonavita,  IGT,  ROSATI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2018 Rosato, Bonavita

    Dopo averlo bevuto a Giovanni Scarfone di Bonavita ho detto «o li fai meno buoni, o in etichetta scrivi “crea dipendenza”». Questo rosa ha infatti nella sua estrema godibilità, e quando dico estrema intendo proprio estrema, la cifra stilistica che lo caratterizza. Non bisogna aspettarsi un vino “pettinato”, precisino, di quei rosa un po’ tecnici e un po’ tirati per il bavero. Qui c’è energia a palate, c’è una dinamica gustativa trascinante, c’è un’espressività olfattiva sorprendente. Ottenuto da vigne di Faro Superiore e Curcuraci di nerello mascalese, nerello cappuccio e nocera di diverse età (da 10 a 80 anni), macera sulle bucce per circa 12 ore e poi fermenta e…

  • 2016,  IGT,  ROSSI,  SICILIA,  Tanca Nica,  Terre Siciliane

    2016 Nivuro Nostrale, Tanca Nica

    Nivuro Nostrale è un vino che colpisce lì dove non arriva la ragione. L’ho assaggiato per la prima volta durante una degustazione alla cieca e mi ha stordita con la sua carnalità. Si tratta di un pignatello che fermenta spontaneamente grazie ai lieviti indigeni e non è sottoposto né a chiarifiche, né a filtrazioni. È una bottiglia viscerale e determinata, che profuma di mirtillo, macchia mediterranea e olive nere. Il sorso è schietto e saporito e ha un’intensità tutta sua fatta di morbidezze e ondate di freschezza.  A farlo è Francesco Ferreri, che ha una storia appassionante come il suo vino: siculo e giovanissimo, dopo una laurea in enologia all’Università di…

  • 2017,  COS,  IGT,  ROSSI,  SICILIA,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2017 Frappato, COS

    Da rivedere, perché la bottiglia assaggiata (L-02-18) ha lasciato perplessi. Profumi vagamente ossidativi e argillosi si inseriscono tra frutto e speziature comunque ben presenti e distinguibili. Emergono chiari i tratti del frappato, affumicati e gioiosi, di frutta da sottobosco e ciliegia matura, ben marinati in odori mediterranei. L’indizio che in condizioni standard sia gran bere. S.P. 3 Acate-Chiaramonte, Km. 14,300 97019 Vittoria (RG)tel. +39 (0) 932 876145 – fax. +39 (0) 932 875319