• Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  Tenuta di Castelfalfi,  TOSCANA

    2018 Chianti Riserva DOCG Cerchiaia, Tenuta di Castelfalfi

    Il vino omaggio al territorio dell’imponente resort di Castelfalfi non poteva che essere un Chianti Riserva di ambizione e spessore. Viene da uve sangiovese e colorino, ha naso intenso deciso e succulento tra durone, amarena e mirtilli, rimandi di tabacco e spezia, sottofondo ematico e ferroso con tannino ben levigato, il legno in armonia con il frutto accompagna il lungo e profondo finale. TOSCANA RESORT CASTELFALFILocalità Castelfalfi, 50050 Montaione, Firenze, ItaliaTel. +39 0571 892000 – Fax +39 0571 891001info@castelfalfi.it

  • 2019,  2019,  DOC,  Nebbiolo d'Alba,  PIEMONTE,  Réva,  ROSSI

    2019 Nebbiolo d’Alba, Réva

    Non che fino ad ora abbia scherzato: Sauvignon, Dolcetto e Barbera – in casa Réva – son cose serie, vini ben definiti che hanno carattere e una loro ragion d’essere in terra di Langa; ma tra queste colline prima o poi arriva sempre il momento di dedicarsi anima e cuore al nebbiolo, e mi sembra giunto il momento. Comincerò da un’etichetta piuttosto classica dell’offerta proposta del cieco Miroslav Lekes, titolare della Cantina Réva di La Morra. Il Nebbiolo d’Alba 2019, 100% vitigno omonimo, è prodotto con uve allevate a Monforte d’Alba – Loc. S. Sebastiano, su terreni tortoniani caratterizzati dalle cosiddette Arenarie di Diano, ovvero strati sabbiosi originati da frane…

  • 1996,  DOC,  Lino Maga,  LOMBARDIA,  Oltrepò Pavese,  ROSSI

    1996 Oltrepo Pavese Montebuono, Lino Maga

    A una serata tra amici si parlava di longevità del vino bevendo uno stanco bianco francese con sette od otto anni sulle spalle. Per longevità io intendo la capacità di un vino di durare ed evolvere nel tempo, ma soprattutto di farlo bene mantenendo qualità e piacevolezza. A un certo punto l’istrionico Christian Zanatta di Ca’ dei Zago sbotta:  “Basta, adesso vi faccio vedere io la longevità”, e se ne va ritornando dopo cinque minuti con in mano una bottiglia di Montebuono annata 1996 di Lino Maga, anzi del Cavalier Lino Maga. Io, che ho il Barbacarlo nel cuore e la Croatina nel sangue, a quel punto ero già commosso. Del Cavaliere…

  • 2015,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  IGT,  Jermann,  ROSSI,  Venezia Giulia

    2015 Lonsblau, Jermann

    La storia della cantina Jermann inizia nel 1881 quando il capostipite Anton giunse a Villanova, nei pressi di Farra d’Isonzo, a 10 chilometri dal confine tra Italia e Slovenia, dopo aver lasciato la slovena Bilijana. Il legame tra la famiglia Jermann ed il vino rimise immutato nel corso del tempo, mentre l’azienda di famiglia passava di padre in figlio fino ad arrivare ad Angelo, che espanse il brand allargando le attività anche all’allevamento del bestiame, ed al figlio Silvio, il vero Deus ex machina del successo internazionale della cantina. L’ultima tappa di questo viaggio è stata compiuta a Marzo 2021, quando la famiglia Antinori ha acquistato la maggioranza qualificata delle…

  • 2019,  DOC,  Fogliati,  Langhe,  PIEMONTE,  ROSSI

    2019 Langhe Nebbiolo, Fogliati

    Profuma di legno di rosa, di fragole fresche, erbe di campo e talco il Nebbiolo 2019 di Annalisa Chiappa, determinatissima viticoltrice in località Pugnane, nel comune di Castiglione Falletto, proprio al confine con Barolo, davanti alla collina del Cannubi Boschis. In bocca è gagliardo e reattivo: schiocca e infiltra il sorso di grana rocciosa e sapida e la corrente alcolica non pregiudica un quadro di grande freschezza, aiutato sia dalla vibrante acidità che da un tratto salino niente affatto scontato. Il richiamo di goudron in deglutizione aggiunge una dimensione allo spazio espressivo del vino che così si allunga profondo, lasciando una piacevole sensazione di lieve piccante.

  • 2020,  MOLISE,  ROSSI,  Steiger Kalena,  VINO D'ANNATA

    2020 Passatella Vino Rosso, Steiger Kalena

    Pepe nero, chiodi di garofano, ginger, succo di mirtillo, effluvi mentolati, rosa rossa bagnata di rugiada sono le suggestioni che l’olfatto raccoglie al vaglio del Passatella, vino base della neonata azienda Steiger Kalena di  Casacalenda, provincia di Campobasso.L’assaggio registra immediatamente l’impronta fresca, ma densa di materia. Tanto frutto scuro, erbe officinali e tocchi mentolati che si insinuano nel retrogusto, rendono il sorso ricco e variegato, del tutto originale pur nella sua schietta e ghiotta bevibilità. Il tannino dal tocco leggero e misurato incornicia e rifinisce con eleganza l’intera materia. Il piccolo Molise vitivinicolo ha trovato un nuovo, abile interprete del vino del territorio. Montepulciano, Aglianico e Tintilia si intrecciano, qui,…

  • 2018,  Cascina Melognis,  Colline Saluzzesi,  DOC,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Colline Saluzzesi DOC Rosso Ardy, Cascina Melognis

    È godibilissimo l’Ardy ( pronuncia Ardì ) di Cascina Melognis; un blend inusuale di Barbera (70%) e Chatus. Le note scure di bacche di sambuco e sottobosco sono contrappuntate da richiami erbacei più luminosi come felci e menta, cui soffondono note di mora,  susina e durone. Al palato è croccante e sapido, energico e reattivo; infiltra il cavo orale con  il suo tatto  lievemente “buccioso” e la deglutizione appaga con i ritorni mentolati e rinfrescanti di erbe alpine.

  • 2020,  Colli Bolognesi,  DOC,  EMILIA ROMAGNA,  ROSSI

    2020 Colli Bolognesi Rosso DOC RED, Manaresi

    Il giovanotto di casa Fabio Bottonelli e signora Manaresi a Zola Predosa nasce da uve cabernet e altri vitigni, ma soprattutto nasce all’insegna della piacevolezza e del ritmo spensierato da gita sui colli. Colore intenso e scuro, ma non impenetrabile, naso di marasca, pepe nero, mele stark, mirtilli freschi e poi sprazzi speziati leggeri, molto rinfrescanti ed un tocco dal balsamico di menta e alloro. Chiude rapido, ma lascia dietro di sé piccantezza assortita e un bel morsetto tannico godereccio.

  • 2019,  Barbera d'Alba,  DOC,  PIEMONTE,  Réva,  ROSSI

    2019 Barbera d’Alba Superiore, Réva

    Siamo giunti alla terza etichetta, il viaggio all’interno dell’emisfero di Miroslav Lekes – alias Réva – è ancora lungo, tuttavia in questo genere di cose amo la calma e l’approfondimento. La Morra (Cn) – sede della Cantina – è uno degli undici comuni dov’è possibile allevare nebbiolo per produrre grandi Barolo – tuttavia all’interno di questo areale vitivinicolo piemontese altre varietà son degne di nota. Una tra queste è indubbiamente la barbera, vitigno del popolo, delle canzoni di Gaber e Jannacci e soprattutto delle mie spensierate – poi mica tanto – merende. Stesso identico discorso vale per Monforte d’Alba – in Località San Sebastiano – e Novello, tra l’MGA (Menzioni…

  • 2018,  IGT,  ROSSI,  Tenuta di Castelfalfi,  TOSCANA,  Toscana

    2018 Poggionero, Tenuta di Castelfalfi

    Un prodotto moderno e ruffiano ma con bella sostanza ottenuto da uve cabernet, merlot e alicante disposte attorno al borgo principale di questo bellissimo resort in mezzo alla Toscana. Un vino di dolcezza e aromaticità , ginepro frutta di bosco, balsamico e delicato, sorso di importanza e decisione, serica dolcezza e punteggiato di tannino dal bel ritmo e carnosità. Da carni bianche e strutture saporite che il frutto non manca di certo. TOSCANA RESORT CASTELFALFILocalità Castelfalfi, 50050 Montaione, Firenze, ItaliaTel. +39 0571 892000 – Fax +39 0571 891001info@castelfalfi.it