1996,  DOC,  Lino Maga,  LOMBARDIA,  Oltrepò Pavese,  ROSSI

1996 Oltrepo Pavese Montebuono, Lino Maga

A una serata tra amici si parlava di longevità del vino bevendo uno stanco bianco francese con sette od otto anni sulle spalle. Per longevità io intendo la capacità di un vino di durare ed evolvere nel tempo, ma soprattutto di farlo bene mantenendo qualità e piacevolezza. A un certo punto l’istrionico Christian Zanatta di Ca’ dei Zago sbotta:  “Basta, adesso vi faccio vedere io la longevità”, e se ne va ritornando dopo cinque minuti con in mano una bottiglia di Montebuono annata 1996 di Lino Maga, anzi del Cavalier Lino Maga. Io, che ho il Barbacarlo nel cuore e la Croatina nel sangue, a quel punto ero già commosso. Del Cavaliere e del suo modo di fare vino ne hanno già parlato in tanti e io non aggiungo altro ma questa bottiglia parlava di lui meglio di qualsiasi scritto. Una fotografia nitidissima e struggente dell’Oltrepò Pavese dalle brillanti tonalità rubino che proprio non volevano saperne di spegnersi. Pulitissimo il naso di grande finezza, dove la rusticità classica del blend croatina, uva rara e ughetta era quasi svanita e aveva lasciato spazio a una sconfinata complessità di terra umida e rabarbaro, pepe nero e ciliegie macerate, cuoio, tabacco biondo e limatura di ferro. Sorso tridimensionale, pulsante di freschezza e con una briosità appena accennata dal sapore di arancia rossa e liquirizia. Straordinariamente vitale per un vino di venticinque anni, dal tannino cesellato che aveva ritmo e dolcezza, e poi una lunghezza che lo ha stampato nel palato e nella mente di chi ha avuto il piacere di assaggiarlo per molto molto tempo. Bellissimo esempio di quello che dovrebbe essere un second vin ma che nella realtà non lo è affatto. Bravo Christian, avevi ragione, questa si che è longevità.

Azienda Agricola Barbacarlo di Maga Lino, Via Mazzini Giuseppe, 50 – 27043 Broni (PV)
  • ZARDO [14/09/21] - 9.4/10
    9.4/10
9.4/10
Sending
User Review
6.95/10 (4 votes)

Rispondi