• 2016,  Colline Novaresi,  DOC,  Paride Chiovini,  PIEMONTE,  ROSSI

    2016 Colline Novaresi Vespolina Afrodite, Paride Chiovini

    “La qualità rappresenta per me un diritto comune. Un impegno che coltivo giorno per giorno.” Paride Chiovini, con questa frase ricca di significato, presenta la sua azienda e la sua filosofia in vigna e in cantina. Ormai da diversi anni, per l’esattezza 24, gli appassionati del territorio, ma non solo, conoscono il lavoro di questo abile vignaiolo di Sizzano. Questo comune appartiene alla sponda novarese dell’Alto Piemonte vitivinicolo e dà il nome alla DOC omonima istituita nel 1969. Le uve crescono su terreni morenici di derivazione fluvio glaciale, caratterizzati soprattutto in quel di Sizzano da una componente argillosa di notevole spessore; la stessa conferisce ai vini carattere e tanta sapidità,…

  • 2018,  Colline Novaresi,  DOC,  Francesca Castaldi,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Bigin Nebbiolo Doc Colline Novaresi, Francesca Castaldi

    Luminoso, fragrante, con richiami di fragole selvatiche, cornioli, pyracantha, petali di rosa rossa e cuoio bagnato. Lo porti alle labbra e il suo profumo accompagna un sorso croccante, roccioso, che innerva il succo agrumato e reattivo. L’acidità, dolcemente integrata, sprona la salivazione e così il vino placa la sete; ed appaga. Vendo i vini di Francesca Castaldi in Italia.

  • 2018,  Colline Novaresi,  Davide Carlone,  DOC,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Colline Novaresi Croatina, Davide Carlone

    Sulle prime è un poco ridotto, cupo, ma qualche minuto d’aria svela una mora turgida, fragrante, unita a note erbacee di rovi selvatici; un accenno di gomma bruciata e poi ancora le bacche nere e una lieve speziatura. Al palato è succoso, fruttato, con richiami ad erbe fresche di sottobosco alpino; il tatto appena “buccioso” e un lieve sapore di amaro d’erbe richiamano le labbra e soddisfano i sensi.

  • 2017,  Colline Novaresi,  DOC,  PIEMONTE,  ROSSI,  Tenuta il Corvo

    2017 Colline Novaresi Nebbiolo Vetustas, Tenuta il Corvo

    Davide Bellora e Mattia Suno sono i titolari di Tenuta il Corvo, un’altra giovane azienda vitivinicola, con annesso agriturismo, nata con l’intento di valorizzare l’antico territorio di Boca in provincia di Novara. Alto Piemonte, colline da sempre vocate alla viticoltura, fino agli anni ’50 questo borgo fu uno dei più estesi del Piemonte, considerando gli ettari allora vitati, se ne contavano ben 42.000. La matrice del terreno è nota come “complesso dei porfidi quarziferi del biellese”, presenta un elevato grado di acidità (ph 4.7), tra i più bassi al mondo. Fa da sfondo il Monte Rosa e alle spalle il parco naturale del Monte Fenera, sito Unesco. La presenza massiccia…

  • 2019,  Colline Novaresi,  Davide Carlone,  DOC,  PIEMONTE,  ROSSI

    2019 Colline Novaresi Vespolina, Davide Carlone

    Il primo sbuffo è etereo, lievemente alcolico, ma dopo alcuni minuti si mette a fuoco e un’aria fresca di rugiada irradia dal bicchiere con profumi che richiamano il gambo del garofano e il pepe bianco, poi petali freschi umidi, susina selvatica, goudron, grigliato e un accenno a note viniliche, che non avverto più a un giorno dall’apertura. In bocca seduce per la vitalità; è succoso e tenace, ma mai aggressivo, rinfrescante e saporito. Ancora un filo alcolico in deglutizione, ma un cenno di scorza di mandarino tranquillizza l’animo e appaga il sorso. Dopo due giorni è più preciso, più misurato, più fine. 

  • 2018,  Colline Novaresi,  Davide Carlone,  DOC,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Nebbiolo Colline Novaresi, Davide Carlone

    È un paradigma dell’Alto Piemonte il Nebbiolo 2018 di Davide Carlone. Rosa, legno di rosa, ardesia spaccata, lievissimo ferro, bacche ed erbe selvatiche. È un profumo seducente e carezzevole, sostenuto da un soffio di scorza di arancia rossa e foglie di menta che invita a bere: agile, sinuoso, giustamente tenace e reattivo. Il contrasto fra la base minerale e il frutto conferisce ritmo e allunga il sorso. Ammaliante.

  • 2018,  Cavallini,  Colline Novaresi,  DOC,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Colline Novaresi Vespolina Ardita, Cavallini

    Il giovane e appassionato Damiano Cavallini ha un sogno nel cassetto: riportare in auge quel fazzoletto di terra d’Alto Piemonte della sponda novarese tra Fara e Briona. I “pianalti”, così chiamati da queste parti, sono ampi depositi morenici ricchi di terreno argilloso con depositi fluvio glaciali, vi è anche presenza di ghiaie e ciottoli, insomma tanta mineralità. Il nostro protagonista, oltre al nebbiolo, alleva vigneti di vespolina in lotta integrata in due appezzamenti distinti: “Belvedere” nel primo comune citato e “Motto del Lupo” nel secondo. 48-72 ore di macerazione a temperatura controllata, vinificazione in solo acciaio. Manto rubino vivace, profondo, media trasparenza ed un respiro intenso, a tratti esuberante. Dopo…