• 2018,  Abbazia di Novacella,  Alto Adige,  BIANCHI,  DOC,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2018 Alto Adige Pinot Bianco Quota, Abbazia di Novacella

    Nato dalla nuova linea “Insolitus” della celebre cantina altoatesina, Quota è l’ennesima riconferma di come il pinot bianco sia assoluto protagonista della viticoltura che ha fatto e fa grande L’Alto Adige. L’idea è creare un nuovo tratto distintivo per l’azienda improntato sulla sperimentazione di nuovi metodi produttivi, distaccandosi dalle tradizionali gestioni e provando a reinventarsi, in una veste insolita, ma senza perdere di vista la qualità. Nel calice, Quota è di un giallo paglierino brillante; a primo colpo di naso si percepisce una grande freschezza che subito si porta dietro note di fiori bianchi, timo ed eucalipto a cui, quasi nell’immediato, seguono note di frutta tropicale, pesca bianca, ananas, papaya,…

  • 2007,  Alto Adige,  BIANCHI,  Cantina Terlano,  DOC,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2007 Alto Adige Rarity, Cantina Terlano

    C’è qualcosa di mistico nelle visite alla cantina Terlano. Sarà il porfido rosso della struttura che richiama le Dolomiti, o la grande sala dei serbatoi di acciaio per l’affinamento che sembrano siluri di un sommergibile, o la presenza-assenza di Sebastian Stocker, l’ex enologo della cooperativa che ha imposto il concetto di vini bianchi longevi. Sarà per ciascuna di queste ragioni o per tutte queste assieme, ma il tempo a Terlano sembra dilatarsi. Non c’è fretta nell’assaggio, non c’è premura nel capire i vini. 10-20-30 anni chiusi in questo forziere enoico sotto terra. C’è quindi sempre un misto di contentezza e di preoccupazione nell’aprire l’ultima annata di Rarity messa in commercio…

  • 2017,  Alto Adige,  BIANCHI,  Cantina Terlano,  DOC,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2017 Alto Adige Grande Cuvée Terlaner I, Cantina Terlano

    Definito da Rudi Kofler (il cantiniere di Cantina Terlano) come la sintesi e l’espressione perfetta del lavoro della ben nota cantina di Terlano, questa Grande Cuvée si compone delle storiche uve (pinot bianco, chardonnay, sauvignon blanc) che hanno fatto grande questa cantina e l’Alto Adige del vino. Le aspettative erano assai alte; avevo la necessità di bere un bel bianco italiano, con quella struttura e la complessità aromatica tipica di quelle zone. Al naso si presenta abbastanza complesso e intenso, anche se certamente un annetto in più in bottiglia porterà questa giovanissima Cuvée a livelli d’espressione molto più alti. La manifestazione olfattiva è inizialmente un po’ lenta, ma poco dopo…

  • 2013,  BIANCHI,  DOC,  Manni Nössing,  TRENTINO-ALTO ADIGE,  Valle Isarco

    2013 Alto Adige Valle Isarco Kerner, Manni Nössing

    Con il passare degli anni sono diventato bianchista. Certo, bevo di tutto ma certi bianchi con qualche anno di bottiglia possono avere una leggiadrìa che manca a molti rossi di pari annata e che mi fa pensare all’immortalità. O a una gonna di cotone che svolazza. Ne è prova provata questo kerner, che incontro in un momento per lui molto felice, a quasi sette anni dalla vendemmia. Kerner. Quando non mi sente nessuno lo pronuncio con le “e” esageratamente aperte, accentandole entrambe in una similparodia dell’accento lombardo. Come scivolare su un pavimento di cartavetro. Il kerner è un’uva semiaromatica e Manni Nössing ne è probabilmente il mio interprete preferito. I…

  • 2012,  Alto Adige,  BIANCHI,  DOC,  Gump Hof,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2012 Renaissance Pinot Bianco Riserva, Gump Hof

    Bello luminoso ma comunque di sostanza dalla prima occhiata, parte sauvignoneggiando (e non mi piace moltissimo questo aspetto) , tratto vetegale, clorofilla, sambuco, lieve pera, un accenno di frutta secca e con la temperatura che sale una traccia di orzo che da più calore. Bocca di materia, grassa ed acida, lievemente distonica in questa fase perchè le 2 cose vanno ancora un attimino per conto loro col vino che sembra giocato tutto sulla freschezza ma che poi tende a chiudere sulla nocciola con un tratto alcolico che porta fuori un riflesso amaro, bell’allungo comunque. Si legge una ricerca di importanza in questa bottiglia con una ricerca dello spessore ma anche…

  • 2015,  Alto Adige,  BIANCHI,  DOC,  Pacherhof,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2015 Riesling, Pacherhof

    Bel colore accattivante col giusto riflesso verdino che già dichiara la sua matrice, naso diviso tra parte tropicale con pompelmo rosa netto e scorza di cedro e parte vegetale che spazia dalla verbena limone a una punta di bosso e all’edera, è tutta una alternanza tra questi 2 macromondi a dare una connotazione fresca/agrumata ma comunque non fredda. Bocca di buona grassezza, abbastanza dritto nonostante la parte glicerica abbastanza premente, abbiamo il piccolo residuo ed abbiamo pure il mezzo grado di alcol, sale e acidità ne abbiamo ma il vino si distende e resta incisivo più grazie alla polpa golosa che alla tensione minerale, sempre comunque in equilibrio e senza…

  • 2018,  Alto Adige,  BIANCHI,  DOC,  Köfererhof,  TRENTINO-ALTO ADIGE,  Valle Isarco

    2018 Riesling, Köfererhof

    Confesso di nutrire da anni una passionaccia per i vini di Köfererhof, che incominciai a bere una vita fa, quando salivo a Novacella, in Val d’Isarco. Col passare del tempo si sono fatti sempre più nitidi, cristallini, senza tuttavia mai smarrire, e anzi se possibile rendendolo ancora più nitidamente, il loro carattere identitario. Difficile spiegarlo a parole se non si è stati lassù a lungo e non si sono potuti apprezzare quei tagli di luce improvvisi che escono dalle montagne. Ecco, trovo che i vini di Günther Kerschbaumer siano luminosi e questo Riesling del 2018 me lo conferma. Non cercate gli idrocarburi tedeschi o l’opulenza alsaziana, quando bevete un Riesling…

  • 2018,  Alto Adige,  BIANCHI,  Cantina Tramin,  DOC,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2018 Alto Adige Gewürztraminer Nussbaumer, Cantina Tramin

    Lo storico gewürztraminer della Cantina di Termeno cambia con il tempo e con la tecnica ma rimane sempre un riferimento della tipologia. Questo 2018 ha note di mango lytchees e rosa purpurea del Cairo, pesca melba e zafferano. Sorso ricco, morbido e stuzzicante di zenzero candito e candore di vaniglia e ribes giallo; persistenza sapida e rocciosa che per ora fatica ad emergere, ma sorveglia sorniona il tutto. Questo vitigno o lo si ama o lo si odia ma si può sempre imparare ad adorarlo specie se non si ha fretta. Assaggiandolo dopo qualche anno performerà sicuramente meglio ma anche aspettandolo qualche ora in bottiglia o nel bicchiere si va…