• 2011,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  IGT,  MACERATI,  Venezia Giulia,  Zidarich

    2011 Vitovska, Zidarich

    Sullo straordinario lavoro di Benjamin Zidarich credo ci sia poco da aggiungere, parte del successo della Vitovska e dei vini del Carso si deve a lui, al suo carattere sempre gioviale e al suo grande rigore produttivo. Questa Vitovska però merita qualche parola in più, vino di riferimento in annata di grazia che oggi, a distanza di 10 anni, sembra essere ancora ai vertici della sua espressività, condizione che dura ormai da anni e che la pone tra le migliori espressioni della tipologia, in assoluto, di sempre. Un vino senza esagerare pazzesco, fatto di luce e di vento non senza quella scia di sapore che caratterizza le migliori interpretazioni di…

  • 2010,  delle Venezie,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  IGT,  MACERATI,  Terpin

    2010 Ribolla Gialla, Terpin

    Assaggiata un milione di anni fa, quando ancora VinNatur si svolgeva nei sontuosi locali di Villa da Porto, detta “La Favorita”. Il ricordo netto che, tra i tanti in degustazione, questo vino era andato dritto al cuore conficcandosi come una scheggia nel cassetto della memoria gusto-olfattiva per i profumi dolci e iodati e la maestosità del sorso vigoroso, tale da lasciare traccia profonda.Ritrovato un paio di anni fa in una enoteca stramba, quasi nascosto da bottiglie dall’etichetta più aggraziata; acquistato e messo al sicuro in attesa di quel momento ispirato in cui una bottiglia, e solo quella, riceveranno l’attenzione che si merita.Quel momento è arrivato senza particolari ambizioni culinarie. Appena…

  • 2019,  Fongoli,  IGT,  MACERATI,  UMBRIA,  Umbria

    2019 Umbria Trebbiano biancofongoli, Fongoli

    Trebbiano spoletino (85%) con saldo di grechetto (15%) più umbro di così! Ha il colore dell’oro antico. Fermentazione spontanea a tino aperto senza controllo della temperatura, 24 ore di macerazione. Profumo di susina bianca, buccia d’uva, zafferano, finale salmastro. L’attacco gustativo, fruttato e sapido pienamente coerente con l’olfatto. L’amalgama è di buona consistenza, ben innervata da sapida freschezza. Un bianco dal sorso solare, dalle sfumature nette e identitarie, degno rappresentante di un grande terroir. Da un’azienda storica, profondo rispetto per il territorio,  attenta e scrupolosa conduzione dei vigneti (con pratiche biodinamiche) inseriti in un contesto colturale che valorizza le biodiversità. Come il sole all’improvviso – Album: Rispetto – Zucchero Fornaciari, 1985

  • 2019,  Balatrouras Winery,  GRECIA,  MACERATI

    2019 Dorian White Dorikos Oinos, Balatsouras Winery

    Il villaggio di Koniakos, nel comune di Dorida (Focide), sorge vicino all’antico sito di Delfi e al lago Mornou, circondato da un bosco di abeti, a un’altitudine di 800 metri, in un ambiente alpino incontaminato, lontano da qualsiasi intervento umano. Qui Giorgos Balatsouras coltiva e vinifica solo varietà locali come roditis, malagouzià e kosmas con certificazione biologica, dal 1998. I suoi vini sono realizzati con gli stessi metodi che la famiglia Balatsouras ha usato per generazioni. Il microclima continentale/alpino, crea le condizioni favorevoli per fermentazioni spontanee lente. I tini di legno in cui l’uva fermenta vengono ricoperti con rami di abete per la gestione del cappello e sassi di fiume…

  • 2018,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  MACERATI,  Nikolas Juretic,  VINO

    2018 Nikolas, Nikolas Juretic

    Fotografo per passione, potatore per professione (o “preparatore d’uva”, lavorando per la prestigiosa azienda Simonith&Sirch) e vigneron nel futuro, ecco Nikolas Juretic. La piccola cantina è perfettamente mimetizzata in un’elegante villa a Cormons (GO), al cui interno sostano romantiche botti di cemento rosse e azzurre, legni di piccole e medie dimensioni ed un torchio manuale. Il numero esiguo di esemplari prodotti – meno di mille le 0,75 cl – non richiede ulteriori attrezzature per portare in bottiglia un “liquido odoroso” (cit.) che da tanto tempo non si vedeva in questo comune ed in questo areale. Due gli assaggi di questo Nikolas 2018 da uve friulano, ribolla e malvasia istriana, il…

  • Cascina Bandiera,  MACERATI,  PIEMONTE,  VINO

    Reseia 2, Cascina Bandiera

    Curioso il comportamento di questo vino bevuto con amici di cui non conosco nulla. L’azienda si trova in  quella zona d’alta vocazione che sono le colline tortonesi che non smette di farci scoprire cose nuove. Non solo vino, non solo timorasso ma un’agricoltura circolare di grande espressività. Il “Reseia 2” è uno chardonnay macerato sulle bucce. Naso ossidativo e anche il colore, brunito, sembra aver subito l’azione dell’ossigeno. Il vino, all’apparenza, sembra non essere in un gran stato di salute. Invece non è così. Per fortuna il vino, quello fatto bene, non è scienza esatta. L’olfatto è piuttosto fermo sulle note del mallo di noce, polvere di caffè e agrume cotto…

  • 2019,  La Distesa,  MACERATI,  MARCHE,  VINO

    2019 Nur, La Distesa

    Sono quasi convinto che Corrado Dottori abbia vissuto più vite e un paio di secoli fa facesse già il vignaiolo, altrimenti non si spiega come mai il 22 marzo del 1832 Johann Wolfgang Goethe, poco prima di spirare chiedesse “Più luce!”. Forse all’epoca l’azienda non si chiamava ancora La Distesa e Corrado non aveva ancora deciso di battezzarlo Nur, l’equivalente arabo della parola luce, ma di certo lo aveva fatto assaggiare a quel poeta che era approdato a Cupramontana perdendosi per le campagne marchigiane durante uno dei Grand Tour per lo stivale. Un vino di luce questo blend ottenuto da diversi cloni di trebbiano e di malvasia, dall’immancabile verdicchio e…

  • 2019,  Baccagnano,  EMILIA ROMAGNA,  IGT,  MACERATI,  Ravenna

    2019 Paglia, Baccagnano

    «Non fatevi spaventare dall’alcool perché l’acidità e il corpo di questa Albana, rimasta con le sue bucce per una settimana intera e poi vinificata in acciaio, ve lo faranno dimenticare sin dal primo sorso. Che fantastico vitigno che è l’Albana, se azzecchi quando vendemmiarlo e quanto macerarlo e quando svinarlo poi fa tutto lei». Colore bellissimo, denso e invitante sull’ambra chiara. Naso di immediata riconoscibilita varietale, impreziosito da toni caldi e trascinanti dati da una leggera macerazione. Morbido, glicerico, saporitissimo, finale che solo dopo il sorso tradisce il calore alcolico, con una scia appena bruciante.

  • 2019,  Borgo Savian,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  MACERATI,  PRODUTTORI,  VINO

    2019 Aransat, Borgo Savaian

    Terra di macerati il Friuli Venezia Giulia, si sa. Il patentino da regione degli orange wine le consente anche grandi estremizzazioni, con conseguente divario tra sostenitori e detrattori. Poi c’è chi, come Borgo Savaian, azienda di Cormons, ha cercato un vino che potesse mettere d’accordo un po’ tutti. L’etichetta è Aransat – aranciato in friulano – un blend di vitigni autoctoni con una maggioranza di Friulano. 80/90 giorni di macerazione sulle bucce lascerebbero presuppore qualcosa di strong, ma la lenta fermentazione ingentilisce colore e beva. Il tono è quello del salmone più che dell’ambra e le note al naso rimandano al bergamotto e in generale agli agrumi. Così la bocca,…

  • 2017,  Abbazia San Giorgio,  IGT,  MACERATI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2017 Isola Del Vento, Abbazia San Giorgio

    Sull’isola esplosa nelle acque blu cobalto, a pochi km dal continente africano, è il Maestrale a decidere da quale costa salpare, in quale lato dell’isola pescare o tuffarsi. Tutto a Pantelleria è il risultato di una lotta naturale. La vedi nelle piante di capperi che si arrampicano serrate sui muretti a secco per proteggersi, la noti nel paesaggio brullo e la senti nel profumo dei vini, nell’uva battuta dal sole e dal vento. Non ci sono filari ma alberelli raso terra, le cui cime si srotolano sul suolo rovente lasciando appena intravedere i polposi grappoli. Battista Belvisi è viticoltore, cantiniere ed enologo, un’esplosione di uomo e di forza. La scorsa estate,…