• 2018,  BIANCHI,  BRDA,  SLOVENIA,  Stekar

    2018 Rebula, Stekar

    Non è la prima volta che assaggio i vini di questa piccola realtà slovena e ogni volta che lo faccio mi ripropongo di andare a visitarla il prima possibile. Ho sempre avuto un amore particolare per queste terre e per i vini che vi vengono prodotti, e credo che quella di Stekar sia una semplice, diretta e concreta testimonianza delle potenzialità e del saper far vino in questo straordinario luogo. Questa Rebula mia ha portato un grande piacere, sia durante che alla fine della bottiglia, quando detto in tutta sincerità, avrei voluto berne ancora e ancora e già questo la dice lunga. Al naso si percepiscono note di frutta, albicocca,…

  • 2017,  BIANCHI,  KRAS,  Marko Tavčar Vina Pietra,  SLOVENIA

    2017 Malvazija, Marko Tavčar

    La mia passioncella per i vini di Tavčar è talmente nota da sfiorare la noia.Non mi serve un’occasione particolare, dunque, per stappare una delle sue bottiglie. Questa meravigliosa, inconfondibile malvasia porta addosso tutta l’annata di cui è figlia: rispetto alle altre che ho goduto in precedenza, il sorso è più denso, lievemente faticoso. L’eleganza dei profumi e la forte anima iodata sono sempre lì, colonne portanti del timbro stilistico del produttore. Il sorso, più che pieno, è carico; un corpo in lieve sovrappeso. Il giorno dopo il vino si concede con un passo decisamente diverso: nel calice c’è più tensione della sera precedente, come se un po’ di riposo al…

  • 2019,  Mahnic,  ROSATI,  SLOVENIA

    2019 Crna Borgonja Rosè, Mahnic

    Non ci son discorsi che tengano, il vino rosato è voluttuoso e sa di fresco. Il classico vino per l’estate, da portare in barca e berselo ad ampi sorsi dopo un tuffo rinfrescante. Oggi vi presento il Crna Borgonja Rosè di Mahnic, in Sovenia, vicino a Capodistria. Un rosè dalla vinificazione di uve Borgona. Il colore già ti conquista e ti rinfresca con questo rosa tendente al fucsia con riflessi d’oro. È vinoso, con fiori rossi ma anche piccoli frutti di bosco con lamponi in evidenza, arriva poi la freschezza del mare e delle saline, la brezza profumata della sera, quel sottobosco secco in riva al mare. Freschissimo, croccante, spiritoso…

  • 2019,  BIANCHI,  Mahnic,  SLOVENIA,  VINO VARIETALE

    2019 Malvazija Vige Kmetija, Mahnič

    Hai una giornata storta? Ti girano per un qualunque motivo? Ho io una soluzione. Siediti all’ombra di un bel albero, in mezzo a un giardino e apriti una signora bottiglia di vino. Meglio una Malvasia. Il top? Una malvazija dell’Istria Slovena. Quella di Ingrid Mahnič oggi assolve egregiamente allo scopo. Ha quel bel giallo paglierino con riflessi verdognoli che mi ricorda una pietra preziosa che vorrei avere al collo in forma di collana. Lo annuso e mi porta in prati fioriti con alberi di pesche bianche pronte ad essere raccolte, vicino al mare pulito con il sale caldo sulla battigia. Continua con del miele di robinia e delle rose antiche…

  • 2019,  BIANCHI,  SLOVENIA,  Valentan Frančiška

    2019 Sauvignon, Valentan

    Conoscete la Bassa Stiria? Štajerska in Sloveno. Incastonata tra Austria e Ungheria? No? Male, molto male. Dovete andare da quelle parti specialmente se siete amanti del sauvignon. In quella terra baciata da Dio, avvolta da una lussureggiante vegetazione con piccole e coccolose colline, prima di iniziare la pianura pannonica, nelle vicinanze di  Maribor, a Malečnik, c’è un’azienda agricola con cantina che produce un gran  Sauvignon. Sono certificati in biologico, non usano lieviti selezionati e fanno fare alle uve del nostro Sauvignon, una leggera macerazione. Elegantissimo il naso con sentori di pesca a polpa bianca, bosso e leggerissime tostature. Un naso evoluto anche se del 2019. Qualche accenno di idrocarburi ci…

  • 2007,  Batič,  ROSSI,  SLOVENIA

    2007 Angel Grand Cuvée, Batič

    Dice Osvaldo Soriano che ci sono tre generi di calciatori: quelli che vedono gli spazi liberi, gli stessi spazi che qualunque fesso può vedere dalla tribuna: e li vedi e sei contento e ti senti soddisfatto quando la palla cade dove deve cadere. Poi ci sono quelli che all’improvviso ti fanno vedere uno spazio libero, uno spazio che tu stesso e forse gli altri avrebbero potuto vedere se avessero osservato attentamente: quelli ti prendono di sorpresa. E poi ci sono quelli che creano un nuovo spazio dove non avrebbe dovuto esserci nessuno spazio: «Questi sono i profeti. I poeti del gioco». Ho sempre pensato che questa frase presa a prestito…

  • 2012,  BIANCHI,  KRAS,  Marko Fon,  SLOVENIA

    2012 Vitovska, Marko Fon

    La Vitovska di Marko Fon è figlia del sole, del vento e del Carso sloveno. Vino roccioso a cui Marko dedica cura e amore. Forse perché giocato su elementi violenti, si esprime con forza pur partendo da toni sommessi per arrivare poi ad un aspetto piuttosto variegato. Il colore è giallo oro luminoso, sembra quasi essere dotato di una luce propria. Il naso sulle prime si muove con note sorprendentemente ferruginose che mi spiazzano; lentamente si apre verso erbe officinali con aromi di macchia mediterranea, timo selvatico, mirto, elicriso. Al palato esprime tutta la sua verticalità, è subito salino, iodato per poi allungarsi su sensazioni di radice di liquirizia, una…

  • 2014,  BIANCHI,  KRAS,  Marko Tavčar Vina Pietra,  SLOVENIA

    2014 Kras Gorjanka, Vina Pietra Marko Tavčar

    Di Marko Tavčar si parla troppo poco, ed è un peccato perché il dirimpettaio meno famoso dell’omonimo Fon, con il quale condivide la vigna di malvasia ultracentenaria nel comune di Gorjansko, ha stoffa e talento. Poche le bottiglie prodotte, meno di 150. La Gorjanka di Tavčar è un vino potente da far tremare le gambe: malvasia istriana nell’espressione più iconica, capace di invecchiare per anni senza perdere smalto e intensità. Si tratta di un vino non adatto all’uso quotidiano, per il prezzo e per la complessità pazzesca sprigionata dal calice: un ventaglio di aromi che spaziano dal miele di tarassaco ai profumi sfacciati della macchia mediterranea, talmente definiti che si…

  • 2015,  Guerila,  METODO CLASSICO,  SLOVENIA

    2015 Vipavska Castra Brut Natur, Guerila

    Dalla valle del Vipacco (Vipavska Dolina) in Slovenia, uno spumante da agricoltura biodinamica certificata. Perlage bello fitto, profumi originali, marcati ma non troppo carichi, di una certa finezza. Immediatamente in evidenza acque marine, di ostriche se volete, e dolcezze di frutti verdi freschi, mela su tutti. Dopo un po’ diventa leggermente resinoso, da pineta bordo mare, e il frutto si fa più maturo. Ingresso in bocca salatissimo e vinoso, poi salatissimo e salatissimo. Sorso estremamente scorrevole, forse troppo, insomma non un peso massimo, persiste abbastanza con eco della frutta di cui sopra e un mielino millefiori appena accennato. Se non gli si chiedono performance da sportiva offre una guida confortevolissima…