• 2018,  BIANCHI,  DOCG,  Fattoria di Fugnano,  TOSCANA,  Vernaccia di San Gimignano

    2018 Vernaccia di San Gimignano Donna Gina, Fattoria di Fugnano

    Il lavoro per rendere importanti, longevi e memorabili i grandi bianchi italiani si arricchisce ogni anno di altri tentativi. A San Gimignano dopo l’epopea di Panizzi ci sono tante altre aziende che ci stanno provando con cognizione di causa e impegno. Dall’alto della sua Fattoria di Fugnano, Laura dell’Aira ha cominciato con questa 2018 a produrre una selezione dedicata alla nonna di vini tra cui la Vernaccia Riserva è il fiore all’occhiello. Note di miele di eucalipto e pompelmo rosa, talco e albicocca, lieve fumé, spalla importante, più maschia di altre Vernaccia annata, maturità e pepe bianco, presenza scenica, evoluzione intrigante e saporita, decisa e corposa ma sempre con sotto…

  • 2017,  Chianti Classico,  DOCG,  Monteraponi,  ROSSI,  TOSCANA

    2017 Chianti Classico, Monteraponi

    Di un colore rosso abbastanza scarico e cristallino, al naso si presenta con note floreali e vegetali fresche che definiscono fin da subito il carattere fresco di questo vino. Dalla viola alla rosa, incontrando poi il pepe nero e verde, con un finale che ricorda l’humus, spiccano poi, sentori di piccoli frutti rossi di lampone, mirtilli e ribes, che costruiscono il profilo olfattivo dolce di questo vino. Al palato è vivace e presenta un gusto verticale, saporito, con una beva elegantemente facilitata da tannini levigati e stretti. Un Chianti Classico estremamente vivo e piacevole, sono molto curiosa di assaggiarlo fra qualche tempo.

  • 2015,  Barolo,  DOCG,  PIEMONTE,  Roccheviberti

    2015 Bricco Boschis Barolo, Roccheviberti

    Un esempio di territorio e aderenza alla denominazione in una MGA dove il nome che tutti conoscono è un altro non è facile imbottigliare un “altro” Bricco Boschis. Siamo su sabbie e marne, sul crinale alto di Castiglion Falletto, note cupe di mora di rovo, ciliegia, pepe nero e salsedine, sagrestia ed ebano, sandalo e menta, tabacco, patchouli, tannino splendido succoso e ribaldo mai troppo importante e massiccio. Sostanza e finezza con un carattere solare e floreale sempre bilanciato da frutto sicuro e netto. ROCCHEVIBERTIVia Alba-Monforte, 55 – 12060 Castiglione Falletto (CN)Tel. +39.335.8185761 – +39.339.2422321 – +39.324.0785544Fax +39.0173.364159 – claudio@roccheviberti.it

  • 2015,  DOCG,  Dogliani,  PIEMONTE,  Poderi Cellario,  PRODUTTORI,  ROSSI

    2015 Dozzetti etichetta storica Dogliani Superiore Cornole, Poderi Cellario

    Anteprima Cornole, frazione Farigliano, che per Fausto è il meglio del meglio e anche per me perché da quelle parti una vigna porta ancora il nome di una mia prozia (vigneto “Maestra”). Vendemmia a metà settembre. Quindici giorni di fermentazione in due vasche. Il mosto di una delle due viene trasferito nell’altra sino a colmarla: cappello sommerso steccato e le vinacce rimangono sotto per altri quindici giorni (come si fa anche per il barolo). Legno di rovere da 25 ettolitri francese di “Gamba” per un anno. Bottiglia per altri 3 anni e mezzo. Dove il mezzo si concluderà a dicembre. 14,5 gradi alcolici. Uno di quei dolcetto che si spera.…

  • 2007,  Antinori,  Franciacorta,  LOMBARDIA,  METODO CLASSICO

    2007 Franciacorta Riserva Contessa Maggi, Marchese Antinori – Tenuta Montenisa

    Giallo paglierino con riflessi verdognoli; perlage fine e persistente. All’olfatto un tenue soffio di pesca bianca e uva spina è seguito da un vago tono di aspirina effervescente. Al palato è sottile, quasi evanescente e ribadisce in deglutizione quanto accennato all’olfatto con un lieve guizzo amarognolo. Chardonnay, pinot nero, pinot bianco, 60 mesi sui lieviti.

  • 2016,  Chianti Classico,  DOCG,  Fattoria Poggerino,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico (N)Uovo, Fattoria Poggerino

    A Radda in Chianti sorge la Fattoria Poggerino, 12 ettari circa, vitati principalmente a sangiovese in regime biologico.Il loro Chianti Classico (N)Uovo è il frutto di un’attenta selezione delle migliori uve in vigna vinificate grazie all’intervento dei soli lieviti indigeni.Il mosto fermenta quindi in vasche di acciaio per un paio di mesi prima di essere trasferito in uova di cemento di 6,5 hl, dove sosta per circa un anno.Nel bicchiere il vino sfoggia una veste rubino con unghia granato di buona densità e consistenza.Il naso dipinge dapprima note severe di grafite, vinile, humus, fungo secco, per poi aprirsi su torrefazione, cacao e frutta rossa matura.In bocca il sorso è agile…

  • 2016,  DOCG,  Icario,  ROSSI,  TOSCANA,  Vino Nobile di Montepulciano

    2016 Vino Nobile di Montepulciano Riserva Vitaroccia, Icario

    Per la sua bellezza e per la fama del Vino Nobile, Montepulciano attira molti imprenditori stranieri. Anche per queo dal 2015 la cantina Icario è stata acquistata dalla holding di Helmut Rothenberger con sede a Anif in Austria. Devo dire che l’assaggio del millesimo 2016 del Vino Nobile Riserva Vitaroccia mi ha notevolmente intrigato per il suo essere deciso, elegante e territoriale allo stesso tempo. Ferma da subito l’attenzione al naso con i toni balsamici di menta secca, si concentra poi sul frutto di prugna alleggerito dagli accenti di buccia di arancia, e seguita a raccontare spezie sottili di caffè e pepe nero. Particolarmente succoso, il sorso invoglia moltissimo a…

  • 2017,  Castel Ruggero,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2017 Chianti Classico, Castel Ruggero

    La tenuta della famiglia D’Afflitto cresce anno dopo anno in riconoscibilità e stile con una personalità decisa e importante che non lesina su eleganza e finezza anche in annata tosta e calda come la 2017. Siamo poco sopra a Firenze, in località Antella e il vicino lago omonimo fornisce un tampone utile per gestire calore e maturazione. L’uso di cemento e legno, senza acciaio in nessun fase, lo rende vibrante scuro e ribaldo di profumi floreali, di viole e lavanda con frutta di sottobosco e ciliegia ben matura. Sorso cadenzato e ritmato di energia potenza e nitore di tannino che lascia emergere tracce di balsamico, tra anice finocchietto e pepe…

  • 2013,  Capannelle,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2013 Chianti Classico Riserva, Capannelle

    Il concept alla base dello storytelling dell’azienda Capannelle, nonostante le ridotte dimensioni e una produzione limitata a circa 80000 bottiglie complessive, è caratterizzato da un allure modernista d’antan.Una rapida scorsa al website permette di capire come la proprietà esalti le collaborazioni con “rinomati chef” (chi???), l’acquisto già dal 1977 delle barrique “dal Massiccio Centrale Francese”, l’utilizzo di “moderne tecnologie” e la “sperimentazioni” enologiche.Non a caso infatti i due vini Emblematici della produzione lo Chardonnay (“fermentato e affinato in barrique” sic!) e il 50&50 che, al netto della prestigiosa collaborazione con Avignonesi, è un Sangiovese e Merlot in parti uguali.Insomma, in un’epoca in cui la narrazione del vino ha più di…

  • 2016,  Casavecchia alla piazza,  Chianti Classico,  DOCG,  ROSSI,  TOSCANA

    2016 Chianti Classico Riserva, Casavecchia alla Piazza

    Nel 1549 i terreni di questa azienda erano conosciuti e censiti come “luogo di Lionardo Buonarroti”, nipote di Michelangelo.Per venire ai tempi nostri Gabriele Buondonno lo acquista nel 1988 con l’intenzione di avviare un’agricoltura il più possibile naturale e semplice.Da queste terre, dai vigneti impiantati negli anni ’70, nelle annate migliori, nasce questa Riserva di Chianti Classico.Nel bicchiere si presenta di un rubino con riflessi granato, di ampia consistenza.Al naso il vino appare disteso e scorre via su note di prugna, amarena, petalo di violetta, tabacco, vinile e una punta di arancia sanguinella.Vinile e amarena sono anche i primi rimandi del palato che si presenta inaspettatamente piuttosto agile con una…