• 2012,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2012 Champagne Grand Vintage, Moët & Chandon

    Certi vini sono monumentali non certo per la loro presenza muscolare ma per il loro essere archetipo della loro tipologia. Quello che ti aspetti dall’interpretazione di un grande millesimo in questo vino lo trovi.  Naso dinamico ed equilibrato in tutte le sue componenti, accenno fiorito di gelsomino, pesca bianca, cedro candito, schiaffo salato di acqua marina. In bocca è come se il vino riprendesse la partitura dell’olfatto e la reinterpretasse con coerenza arricchendo la sessione ritmica: la frutta che si mescola al sale crea un sorso vibrante e ritmato che incita alla beva. Il bis è un rimando continuo alla sessione olfattiva, le pesche sono sciroppate e alleggerite dalla confortante…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  Eric Taillet,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    s.a. Champagne Le Bois de Binson, Eric Taillet

    A Baslieux-sur-Châtillon si trova Eric Taillet, simpaticissimo e sorridente vigneron che ho avuto il piacere di conoscere l’anno scorso in occasione di uno dei miei tanti viaggi in Champagne. Eric si trova in Vallée de la Marne, più precisamente a Vallée du Beval, e viene da una famiglia che, da ben 4 generazioni, si dedica al Meunier. “Il Meunier è un’uva nobile, molto territoriale, capace di dare vita a champagne gourmand in grande quadro di finezza e di freschezza.” – afferma Eric che aggiunge – “Vini che non devono avere alcun tipo di eccesso, ma un carattere slanciato, fresco”. Affinché si esprima in questo modo, Eric ricorre a una conduzione in vigna organica,…

  • AOC,  Bertrand-Delespierre,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    s.a. Champagne Extra Brut Premier Cru Enfant de la Montagne, Bertrand-Delespierre

    Nelle more della clausura, per allietare il clima casalingo, capita di ordinare il pranzo a un grande cuoco, nella fattispecie Angelo Torcigliani de Il Merlo di Camaiore, che risponde da par suo: paté in crosta, Brandacujun di baccalà San Giovanni, zuppa di ceci nduja e teste di merluzzo in cassetta, carciofi croccanti, fonduta di toma d’alpeggio e guanciale, bomba di riso e polpette di funghi, pizza di sfoglia con capperi, olive e acciughe. Vasto programma che necessita di un liquido molto versatile. Enfant de la Montagne ( de Reims, ndr) di Bertrand-Delespierre ci cape a fagiuolo (cape, napoletanismo): appena versato, uno sbuffo di torba, quasi da whisky torbato, mi riempie…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Krug,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    168ème Édition Champagne Grande Cuvèe, Krug

    Da poco sul mercato la sempre tanto attesa reiterazione della Grande Cuvèe di Krug che suscita interesse immediato perchè come vino base ha la mitica annata 2012, garanzia di freschezza e tono serrato. Note fresche floreali tra gelsomino e tiglio, zagara, pompelmo rosa, fragole appena mature, timo e pitosforo, refoli erbacei tra sedano, finocchio e talco, erbe aromatiche, canfora poi frutto giallo susina matura, pesca, alchechengi e zenzero, mele golden, tocco di zafferano e miele di acacia, note gessose e biscottate appena accennate ma tratteggiate benissimo, sorso acido fresco e tagliente che occupa con la sua durezza tutti i primi istanti dell’assaggio lasciando spazio a ben poco altro all’inizio. Va…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE,  Pascal Ponson

    s. a. Champagne Premier Cru La Petite Montagne Extra Brut, Ponson

    L’annata base della cuvèe è la complicata 2013 con un 15% pinot noir, 20% chardonnay 35% cui si somma un 30% di vins de reserve di annate precendenti. Nel naso si avverte di più la componente “montagne” che i singoli vitigni con quel carattere rustico elegante e fruttato unico che la contraddistingue; ribes rosso pompelmo rosa, viole e un’idea di cipria, poi tabacco, anice ed erbe aromatiche; sorso vinoso e freschissimo puntuale e ritmato, che allunga bene su mela stark, corbezzolo e sapidità misurata. Ottimo su totani fritti…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Louis Roederer,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    s. a. Champagne Brut Premier, Louis Roederer

    Riconosciuto ormai all’unanimità come il “miglior Champagne base”, possiede effettivamente una finezza encomiabile, una piacevolezza senza pari ed è dotato di un’impressionante longevità, considerato che stiamo parlando di un Sans Année. Unico della maison Roederer ad affiancare uve di proprietà a quelle acquistate, il Brut Premier è frutto di un sofisticato assemblaggio (in totale più di 120 vini) fatto per il 75% di vini dell’annata e per la restante parte di vins de réserve. Di questi ultimi, il 10% sono vini tradizionali in botte, l’altro 15% è invece composto da assemblaggi precedenti dello stesso champagne. Possiede un 40% di chardonnay (che svolge parzialmente malolattica), un 40% di pinot noir e…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Krug,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    167ème Édition Grande Cuvée, Krug

    Degno esempio di quanta maestosità si possa raggiungere mediante l’arte dell’assemblaggio e qualche tocco di genio: vale per la musica ma anche per i capolavori del bicchiere. Raramente lo abbiamo sentito e sperimentato in maniera così convincente come in questa occasione. Per gli amanti della tecnica e dei dettagli l’assemblaggio complessivo è 47% pinot noir, 36% chardonnay, 17% meunier. Sono 191 vini di partenza suddivisi tra 13 annate tra il 2011 e il 1995. Il 58% della 2011 e il restante 42% da vins de réserve. Dégorgement I trimestre 2018, dosaggio stimato 5gr/lt . KrugID118013. Naso speciale agrumato rosso e scuro di bergamotto con tocchi speziati in grande evidenza, andamento…