• 2009,  PIEMONTE,  Proprietà Sperino,  ROSSI,  VINO

    2009 ‘L Franc ******, Proprietà Sperino

    Il mistero del cabernet franc mi fu svelato da Luca De Marchi una sera di molti anni fa. Mangiavamo ribollita, crostini toscani e trippa di Moncalieri. Lui stappò il Les Poyeux 1997 di Clos Rougeard e io vidi la luce. Ha poco senso parlare di vitigni preferiti, eppure da quella sera non ho più fatto ritorno. A Luca, che è tipo da nebbiolo, il franc piaceva così tanto che ne aveva piantati alcuni filari a casa sua, che sta a Lessona. Lì il franc è un intruso che vive su terreni acidi e sabbiosi, un bandito. E fino all’annata 2008 questo vino si è chiamato, appunto, ‘L Franc Bandit. Il…

  • Alla Costiera,  BIANCHI,  PRODUTTORI,  VENETO,  VINO

    2019 EVA L.E., Azienda Agricola Alla Costiera

    Alla Costiera è l’azienda di Filippo Gamba vignaiolo di seconda generazione in Vò Euganeo. Siamo nel versante occidentale dei Colli Euganei, in provincia di Padova. Il vigneto aziendale è composto da vari cru di collina e una piccola parte pedecollinare. L’idea di Filippo è quella di fotografare, attraverso i suoi vini, i diversi terroir che questo areale esprime. EVA L.E. nasce da un’assaggio di vasca di Fulvio Santoro e dello staff di Enoteca Severino di Padova, degustazione che ha ispirato anche un progetto grafico dedicato, l’etichetta riporta “LIMITED EDITION ART BY SILVIA LERIA & BECCOGIALLO”. Un naso roccioso, sottile, riporta a latitudini nordiche. il sorso è graffiante, succoso e salino,…

  • 2019,  Cascina Tavijn,  PIEMONTE,  ROSSI,  VINO

    Vino Rosso Punk, Cascina Tavijn

    Conosco Nadia ed i suoi vini oramai da almeno 10 anni: è una persona, una donna, di cui ho grande stima e affetto. In passato ci siamo anche “scontrati” su alcune sue bottiglie, in maniera decisa talvolta, ma il suo percorso e la sua evoluzione sono di assoluto interesse e penso che negli ultimi anni abbia trovato un grande equilibrio in tutti i vini che sforna. Questo Punk, o meglio G-Punk, è un grignolino, il vitigno grazie al quale ci conoscemmo. Sappiamo tutti che questa tipologia non è facile da gestire, sia in vigna sia in cantina. Eppure questa versione, che leghiamo all’annata 2019, è davvero interessante: la particolarità è…

  • 2019,  Iuli,  PIEMONTE,  ROSSI,  VINO

    2019 Natalin, Cascina Iuli

    Freschezza e leggerezza sono la cifra identificativa di questo rosso da uve grignolino, annata 2019. Fabrizio Iuli vinifica questo e altri piccoli gioielli nel Basso Monferrato, in Val Cerrina, provincia di Alessandria, (per il suo Pinot Nero, Nino, rinvio, qui su Intralcio, alla scheda di Gabriele Rosso) e coltiva le vigne secondo i principi dell’agricoltura biologica certificata. Natalin è  un omaggio al nonno di Fabrizio Iuli, grande amante del grignolino. Solo cemento e bottiglia per questo vino che esprime una territorialità schietta e senza fronzoli. Colore cerasuolo intenso, quasi fosse un vino rosato, con evidente assenza di interventi di chiarifica o illimpidimento. Naso e bocca collimano e dialogano in perfetta…

  • 2016,  Grazioli Angelo Piero,  LOMBARDIA,  ROSSI,  VINO

    2016 Mio, Grazioli Angelo Pietro

    Mattia Grazioli è uno di quelli che ci crede eccome nell’Oltrepo’ Pavese e nelle sue potenzialità. Lo dimostra questa annata superba del suo vino più ambizioso, quello in cui ha riversato tutto quanto imparato in giro per i migliori vigneron d’Italia. Croatina 70% barbera 30%, vendemmia tardiva di ottobre ottenendo 60 quintali invece che i 210 di igt o i 130 della Doc da una vigna piantata nel 1990. Poi lunghe macerazioni, uso massivo di uva intera, follature manuali, selezione maniacale delle uve, nessun uso di solforosa e di altre sostanze in nessun momento della vinificazione, una vecchia botte di cemento. Oggi il “Mio” (che esce senza annata in realtà)…

  • 2020,  BIANCHI,  La Scolca,  PIEMONTE,  PIEMONTE,  VINO D'ANNATA

    2020 Solui, La Scolca

    Può sembrare un piccolo ossimoro unire le uve piemontesi ad una maggioranza di sauvignon nel cuore del Gavi DOCG ma se lo fa La Scolca assume un significato di modernità particolare. Il Solui è un vino che grida energia e piacevolezza da ogni poro, ricco pulito e luminoso, aromi di bosso e sambuco, agrumi e mandarino tardivo, susina matura, mela cotogna, ribes bianco e una salinità che emerge anche al naso. Il sorso è sapido distinto succoso netto in grande spolvero, netto, tambureggiante di freschezza e piacere, ruffiano ma sempre nei limiti rigorosi del Piemonte, che si rivela nel finale tagliente, amarognolo di mandorle, pepe bianco e zenzero. Prospettive intriganti…

  • 2018,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  MACERATI,  Nikolas Juretic,  VINO

    2018 Nikolas, Nikolas Juretic

    Fotografo per passione, potatore per professione (o “preparatore d’uva”, lavorando per la prestigiosa azienda Simonith&Sirch) e vigneron nel futuro, ecco Nikolas Juretic. La piccola cantina è perfettamente mimetizzata in un’elegante villa a Cormons (GO), al cui interno sostano romantiche botti di cemento rosse e azzurre, legni di piccole e medie dimensioni ed un torchio manuale. Il numero esiguo di esemplari prodotti – meno di mille le 0,75 cl – non richiede ulteriori attrezzature per portare in bottiglia un “liquido odoroso” (cit.) che da tanto tempo non si vedeva in questo comune ed in questo areale. Due gli assaggi di questo Nikolas 2018 da uve friulano, ribolla e malvasia istriana, il…

  • 2017,  LAZIO,  Podere Orto,  ROSSI,  VINO

    2017 Amai, Podere Orto

    Il minimo comune denominatore di ogni vignaiolo è la conoscenza della tecnica, di coltivazione e di vinificazione. Le regole sono come i ramponi per chi va per ghiacciai: servono a camminare tra i filari senza inciampare. La tecnica ovviamente non basta e i vignaioli non sono tutti uguali. Il discrimine che divide i capaci dai non capaci è dato dal talento o, se si vuole, dalla sensibilità. Vinificare l’uva è un’operazione che si può effettuare una volta sola in un anno. Gli errori si pagano e indietro non si torna. Quando poi una grandinata violentissima ha consentito di vendemmiare pochissima uva sana, le cose si complicano. A Trevinano, crocevia (trivium)…

  • 2011,  PIEMONTE,  Pomodolce,  ROSSI,  VINO

    2011 Niall, Pomodolce

    A volte è fortuna: ci vuole un po’ di fortuna, a trovare in cantina questa vecchia etichetta di Pomodolce, alla quale il tempo ha concesso la possibilità di esprimersi. Questo è un nebbiolo fuori zona, se la zona dei nebbioli è la Langa (poi su, tra Novara e Vercelli, poi in Valtellina) e piace appunto in quanto outsider. L’area di provenienza, il tortonese, si fa valere per i timorasso, i barbera, ma ecco, c’è anche il nebbiolo. E il nome pomodolce curiosamente preannuncia un frutto ancora dolce, succoso. Il colore nonostante la risalenza dell’annata brilla profondo, il naso è maturo, ampio, gioca abile tra frutta nera disidratata e spezie, ha…

  • 2019,  BIANCHI,  I Vigneri,  SICILIA,  VINO

    2019 Aurora, I Vigneri

    Raccontare chi è e cosa ha fatto per il vigneto etneo Salvo Foti è un esercizio di stile che mi risparmio volentieri. Ne hanno scritto in tanti e sicuramente in modo più approfondito di quanto potrei fare qui e poi sono dell’idea che a volte per raccontare persone e territori sia meglio far parlare il vino che da essi (persone e territori) viene fuori. Aurora de I Vigneri è un bianco ottenuto prevalentemente da uve carricante e da una percentuale minima di minnella. Le viti, allevate ad alberello, sorgono su un terreno vulcanico disteso su terrazzamenti lungo il versante est dell’Etna, a Milo, in contrada Caselle, a 800 metri sul…