• 2014,  BIANCHI,  GERMANIA,  MOSEL,  QMP,  Weingut Molitor-Rosenkreuz

    2014 Riesling Trocken Minheim-Piesport-Mosel, Weingut Molitor-Rosenkreuz

    Chi sostiene che la mineralità nei vini non esista, appigliandosi alla mancanza di odore e sapore dei minerali in senso stretto, non si è mai confrontato con i riesling della Mosella (o con i vini della Loira, con quelli del Carso o alcuni bianchi atlantici). Pendenze vertiginose in un contesto quasi fiabesco permettono ai vigneti, affacciati lungo le anse di questo sinuoso corso d’acqua, esposizioni eccellenti. Qui il riesling renano riesce a esprimere tutto il suo talento nel leggere e veicolare il territorio che ha scelto come casa. Qui questa nobile uva aromatica regala vini che raggiungono vette di grandezza assoluta e qui, a cavallo tra i comuni di Minheim…

  • 2018,  BIANCHI,  CALABRIA,  Calabria,  IGT,  L’Acino Vini

    2018 Hallelujah, l’Acino

    Bevendolo ad occhi chiusi (che è un po’ quello che facciamo alle volte noi che ce ne andiamo a zonzo millantando di bere vino per mestiere) potreste facilmente convincervi di avere a che fare con un gran bel bianco alsaziano. E invece l’Alsazia qui non c’azzecca proprio nulla. Certo da quelle parti il vitigno in questione ha casa su cui non paga l’IMU. Non vi ho detto che vitigno è? E vabbé, un po’ di suspense…vi dico prima da dove viene. Siamo in Calabria, in un luogo magico e dimenticato, in cui il nostro vitigno transalpino dall’alto dei suoi 600 metri arriva a vedere il mar Jonio. Lì, in una…

  • 2019,  BIANCHI,  CAMPANIA,  Campania,  IGT,  Pierluigi Zampaglione

    2019 Don Chisciotte, Pierluigi Zampaglione

    Una cantina a 800 metri sul livello del mare, immersa nella natura di Calitri, Alta Irpinia, tra boschi e campi di grano, in una zona dove nessuno aveva mai pensato di piantare le viti e fare vino. Pierluigi Zampaglione e la moglie Nerina si dedicavano fin dal 1990 alla coltivazione di legumi e cereali di ottima qualità in regime biologico (tra le prime aziende agricole del Sud Italia a sposare la causa di un’agricoltura sostenibile) quando nel 2002 grazie alla follia di Guido, nipote di Pierluigi, due ettari dell’azienda sono stati dedicati al fiano. Nessuno avrebbe mai scommesso sul loro vino, ma l’azzardo, l’impegno e la follia visionaria hanno premiato la…

  • 2017,  Colli Orientali del Friuli,  DOC,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  Le Due Terre,  Le Due Terre,  ROSSI

    2017 Friuli Colli Orientali Sacrisassi Rosso, Le Due Terre

    “Piccolo il podere, minuta la vigna, perfetto il vino”. Gino Veronelli non pensava di certo a Le Due Terre quando ne Il vino giusto spiegava che la dimensione contenuta dell’azienda vitivinicola e della sua superficie vitata fosse uno dei segreti per fare il vino buono e sano, partendo da materia prima di qualità estrema (territorio e frutto), senza infingimenti. Non poteva riferirsi alla bella realtà portata avanti a Prepotto da Flavio Basilicata e Silvana Forte, per la semplice ragione che la loro avventura nel mondo del vino è iniziata negli anni Ottanta e le parole di Veronelli erano già vecchie (ma attualissime) di almeno un decennio. Ma si sposano alla…

  • 2019,  GRECIA,  MACERATI,  Sarris

    2019 V for Vostilidi, Sarris

    Costruita vicino all’antica città di Paliokastro e capoluogo della regione di Paliki, Lixouri è per grandezza la seconda città dell’isola di Cefalonia, dopo il capoluogo Argostoli. In realtà parliamo di un paesello di poco più di tremila abitanti affacciato sul versante occidentale della più grande delle isole ionie. Siamo nella zona meno montuosa di tutta Cefalonia: la penisola di Paliki è caratterizzata da poche colline e un terreno argilloso/calcareo che rappresenta la casa ideale per il vostilidi (chiamato anche goustolidi), la rarissima varietà di uva a bacca bianca con cui Panos Sarris ricava quello strabiliante orange dall’anima ellenica che è il V for Vostilidi. Le uve diraspate vengono sottoposte a…

  • 2014,  GRECIA,  Ktima Tatsis,  ROSSI

    2014 Goumenissa, Domaine Tatsis

    L’avvio della storia d’amore tra la famiglia Tatsis e la vite e il vino, ha radici che oltrepassano il secolo. Provenienti da Ano Vodeno, nella regione vinicola della Rumelia orientale (area dell’antica Tracia corrispondente all’odierna Bulgaria meridionale), i nonni di Periklis e Stergios, i due fratelli che oggi guidano la cantina, arrivarono a Goumenissa (zona a denominazione) con le onde di rifugiati generate dallo smembramento dell’Impero Ottomano nel 1924. Riprendendo le fila di una attività che faceva parte del suo retaggio, da allora e per tre generazioni, la famiglia Tatsis si è dedicata a coltivare le varietà autoctone della sua nuova casa sulle colline Limpaskerit e Gerakona. Tra i primi…

  • 2019,  CALABRIA,  ROSSI,  Vini Jerax,  VINO

    2019 Vùolu Russu, Vini Jerax

    Pazzano. Sapete dov’è? No? Prendete in mano un atlante della Calabria, percorrete la spina dorsale della Regione dal Pollino verso Sud e quando avete adocchiato l’altopiano delle Serre aguzzate la vista cercando tra le località del versante che scivola verso lo Ionio. Trovato? Bene, tracciate una x sul nome di questo minuscolo paese un tempo centro minerario incastonato su un versante della Vallata dello Stilaro, che rientra nei comuni del disciplinare del Bivongi DOC. Qui Tommaso Gerecitano insieme alla sua famiglia ha inseguito caparbiamente il sogno di fare vino, buono e naturale, in una zona vocatissima. Partendo da un vigneto in quota (670 m slm), dove hanno trovato casa piante…

  • 2019,  BIANCHI,  CALABRIA,  Oinos Palizzi,  VINO

    2019 Ebe, Oinos Palizzi

    Chiariamolo subito: per quanto le più grandi espressioni enologiche da zibibbo (moscato d’Alessandria per i più precisini) provengano dalla Sicilia, fare vino con quest’uva non è prerogativa esclusiva degli isolani. Stiamo parlando di una delle varietà a bacca bianca più mediterranee per antonomasia, assieme alle varie malvasie, e anche in quella ridente e fertile plaga dello Stivale che va sotto il nome di Calabria se ne coltiva parecchio. Soprattutto nella parte meridionale della regione, nelle province di Vibo Valentia, Catanzaro e Reggio Calabria. Ed è dalla provincia di Reggio, precisamente da Palizzi, che arriva Ebe. Zibibbo secco vinificato in purezza da Oinos Palizzi Vineria Artigianale, giovane realtà che fa capo…

  • 2013,  CAMPANIA,  Cilento,  DOC,  ROSSI,  Salvatore Magnoni

    2013 Cilento Aglianico Primalaterra, Salvatore Magnoni

    Ve lo ricordate il claim di quello spot pubblicitario di pneumatici che utilizzava come testimonial Ronaldo? Recitava: “La potenza è nulla senza controllo”. Una frase che si presta benissimo a inquadrare questa magnifica espressione di aglianico del Cilento tirata fuori dal cilindro di Salvatore Magnoni. Siamo a Rutino, piccolo centro di nemmeno mille anime che però vanta una forte concentrazione di imprese vitivinicole (ce ne sono almeno tre) che lo rendono il paese mediamente più vocato del Cilento. Il Primalaterra, etichetta principe della produzione minimal di Salvatore (l’altra è il Rosso del Ciglio, sempre un Cilento DOP Aglianico), nasce qui, da un’unica piccola vigna sul ciglio della collina affacciata sulla…

  • 2019,  BIANCHI,  GRECIA,  Tetramythos Winery

    2019 Patrasso Roditis Tetramythos, Tetramythos Winery

    L’Acaia è la porzione più settentrionale del Peloponneso ed è terra dalla grande tradizione vitivinicola. La zona di Patrasso e le alture che digradano verso il golfo di Corinto sono colline verdissime in cui trovano spazio varietà di viti di grande interesse. Una di esse è il roditis, la seconda varietà più diffusa della Grecia. Si tratta di una cultivar molto antica, con la buccia di colore grigio rossastro (dal quale prende anche il nome), viene coltivata in grande parte del paese non solo nel nord-ovest del Peloponneso, ma anche in Attica, Beozia, Eubea, Tessaglia, Macedonia e Tracia. Si adatta ai diversi microclimi trasformandosi anche se preferisce terreni leggeri, calcarei,…