• AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE,  Potel - Prieux

    Champagne Brut Grande Reserve, Potel – Prieux

    Chi ha detto che la storia dello Champagne appartiene solo alle grandi maison? Potel Prieux, ad esempio, è una piccola realtà a gestione familiare attiva sin dal 1640 a Venteuil, ci troviamo sulla riva destra della Marna. Questo comune è incastonato tra Epernay, Hautvillers e Reims, vere e proprie icone della celebre AOC. Oggi al timone troviamo Francois Potel, degno rappresentante dell’eredità lasciata dai propri avi. Charles, il pioniere, fu contemporaneo di un certo abate talentuoso dal nome Dom Perignon, erano gli anni di re Luigi XIV. Francois gestisce 3 ettari in pieno rispetto della sostenibilità ambientale, i suoi vigneti hanno ottenuto la certificazione francese HVE (Haute Valeur Environnementale). Prodotti…

  • AOC,  Bruno Paillard,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Première Cuvée, Bruno Paillard

    Il vino più importante di Bruno Paillard, un multivintage che vede un assemblaggio dell’ultima vendemmia unita alle precedenti, quest’ultime conservate insieme come resérve perpetuelle. Possiede garbo ed eleganza, una dolcezza di contorno che rivela note di agrumi, fiori bianchi, foglia di limone, zagara e lievi sfumature di burro, nonché una sottile traccia minerale. Equilibrato e preciso, in bocca è avvolgente, slanciato, sottile e avvolgente allo stesso tempo. Con lo scorrere dei minuti si fa sempre più luminoso, raffinato, gustoso e pervaso da una sontuosa mineralità, lasciando emergere fino in fondo i suoi ricami pregiati, raffinati. Finale di lime e craie. 45% Pinot noir, 33% chardonnay, 22% meunier, 36 mesi sui…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  Emmanuel Brochet,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Extra Brut Le Mont Benoit, Emmanuel Brochet

    Emmanuel Brochet è un piccolo produttore a Villers-aux-Nœuds poco fuori Reims, lungo la strada che conduce alla “montagna”, verso sud, per raggiungere Epernay. Pochi ettari su terreni piuttosto grassi dove questo produttore riesce a far emergere il suo talento attraverso quello del suolo che calpesta e coltiva. Le Mont Benoit è una cuvée classica di pinot nero, pinot meunier e chardonnay vinificata in legno. Il colore è giallo oro luminoso. I profumi sono presto disponibili con una certa autorevolezza e complessità complice la presenza dei sentori che le doghe cedono senza eccedere. Note di vaniglia, burro fuso, agrume candito, bergamotto e clementina, zenzero oltre ai sentori di timo, eucalipto e…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  Chartone-Taillet,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Sainte Anne, Chartone-Taillet

    Indubbiamente uno dei più virtuosi vignerons della nuova generazione champenoise, Alexandre Chartogne è un ragazzone che ti accoglie con un sorriso entusiasta e gli occhi che si illuminano, ringraziandoti per esserti impegnato ad andare fin lassù (siamo a Merfy, estremo Nord della Champagne). Grandissimo studioso e profondo conoscitore delle più grandi denominazioni vinicole, ha lavorato anche a fianco di Anselme Selosse, Alexandre ha letteralmente rivoluzionato il domaine di famiglia arrivando a utilizzare due cavalli in vigna, a impiegare montoni e i polli per il diserbo, per il controllo degli insetti e per la concimazione naturale. La sua è una conduzione agronomica ‘personalizzata’, il che significa analizzare la conformazione dei diversi…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  J. L. Vergnon,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Extra Brut Eloquence, J.L. Vergnon

    Jean Louis Vergnon è il nome del fondatore della Maison scomparso trent’anni orsono. Dalla morte di Jean Louis l’azienda, che si trova a Mesnil-Sur-Oger, villaggio Grand Cru della Côte de Blancs, è nelle mani della moglie e dei figli che conducono i lavori in vigna e in cantina in un’ottica di ecosostenibilità. I Vergnon coltivano esclusivamente chardonnay, alcune parcelle del quale sono ubicate in altri due villaggi Grand Cru: Oger e Avize. Proprio il qui descritto Champagne Eloquence è il frutto di una cuvée confezionata con i tre cru del vitigno che fermenta in acciaio e riposa sui lieviti per almeno tre anni. Il dégorgement risale a marzo 2019. Descrizione:…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  Christiane Guillaumée,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Brut, Christiane Guillaumée

    La Côte des Bar, area vitivinicola a sud della Champagne, negli ultimi anni mi sta incuriosendo sempre più. Sempre più vignerons, vendemmia dopo vendemmia, hanno capito come sfruttare al meglio soprattutto l’uva pinot noir, allevata su pendii caratterizzati principalmente da suoli argillosi e calcarei. La matrice gessosa, presente nelle aree più a nord, qui è pressoché nulla, ma le kimmeridge di formazione giurassica, presenti nel terreno, donano carattere e una spiccata mineralità. Il brut di Christiane Guillaumée non fa eccezione: viticoltura sostenibile, tra le poche vigneronnes in quel di Les Riceys e in generale in Côte des Bar. Pinot noir 69%, chardonnay 16%, pinot meunier 15%. Vendemmia manuale, fermentazione alcolica…

  • AOC,  COTEAUX CHAMPENOIS,  David Léclapart,  FRANCIA,  ROSSI

    Trepail Rouge Coteaux Champenoise Premier Cru, David Leclapart

    Il Coteaux Champenoise è prodotto di rado. Chi mai potrebbe rinunciare alla preziosa uva d’oltralpe per produrre un vino rosso? Ma soprattutto, chi mai potrebbe fare questa scelta nel millesimo 2002? Lo ha fatto David Leclapart vigneron in Trepail con le sue migliori uve di pinot nero. Questa bottiglia la comprai proprio in cantina da lui dopo un periodo dove fui suo ospite in casa per qualche giorno.  Mi disse che l’uva era troppo bella, sana, matura al punto giusto, gustosa e buona da mangiare e vinificarla in rosso gli permetteva di esprimere ancora più a fondo la sua terra sulla montagne de Reims. Vino dal rosso rubino quasi sangue…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE,  Tarlant

    Champagne Blanc de Blancs Argilité, Tarlant

    Siamo nella Vallée de la Marne, dove gli champagne assumono una fisonomia meno aristocratica, ‘classica’ del solito, divenendo tuttavia sorprendenti per carattere, trasparenza e mineralità. Quando il produttore è quello giusto, s’intende. È il caso dello chardonnay in purezza di Tarlant, con uve provenienti dalla parcella ‘Notre Dame’ da vigne di oltre 33 anni. In cantina, la fermentazione avviene in anfore georgiane, nessuna malolattica svolta, nessuna filtrazione e chiarifica per un affinamento sui lieviti di minimo 60 mesi. Infine, da stile Tarlant, nessun dosaggio aggiunto. Irreprensibile il risultato: purissimo e cristallino già al naso, con l’agrume giallo, le erbe aromatiche, la pietra spaccata e le note cineree a impreziosire il…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  De La Renaissance,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Blanc de Blancs Origine Plus, De la Renaissance

    Uno champagne di personalità vitale e gratificante ma, soprattutto, di spiazzante precisione esecutiva e che merita certamente le attenzioni dei palati più raffinati. Naso definito e intenso di impronta minerale: gesso, grafite, idrocarburi, bergamotto e suggestioni di ananas e fiori bianchi che regalano un luminoso tratto esotico in un contesto altrimenti austero. In bocca lo sviluppo è avvolgente ma agile, dinamico e trainato nell’allungo da un’acidità ficcante ampia, saporita, perfettamente integrata. Abbraccia sensazioni sapido-minerali e fruttate, di nuovo l’ananas che sfuma nel finale, splendente. Chiude, infine, con un respiro ampio, luminoso e minerale, lunghissimo. Questa piccola maison, guidata da Nelly e dal figlio Michel, si trova sulla strada principale di…

  • 2016,  AOC,  Benoît Doussot,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2016 Champagne Brut Nature, Benoît Doussot

    Dal sodalizio tra due grandi esperti di pinot noir, Bertrand Gautherot (Vouette & Sorbée) ed il suo braccio destro, Benoît Doussot (borgognone di Beaune), nasce Champagne Clandestin. Nome omen: nascosto, segreto, “clandestino” appunto. È frutto di piccole parcelle (lieux dits) di pinot noir proveniente da vigneti con le stesse caratteristiche: suoli kimmeridgiani ed esposizione a ovest. La scritta Les semblales riportata in etichetta significa, infatti, “quelli simili”. Le vigne -situate a Buxieres-sur-Arce, in Côte des Bar- sono a conduzione biologica, certificata Ecocert. Brut nature, sboccatura settembre 2018. In tiro per aprirlo senza sensi di colpa. Corposo e ricco, dal colore intenso. Ricorda l’oro rosa, brillante e vivo. Naso affascinante, che…