• 2018,  BIANCHI,  Cantine Pellegrino,  DOC,  SICILIA,  Sicilia

    2018 Sicilia DOC Gazzerotta Grillo Superiore, Pellegrino

    Dalla tenuta omonima di 90 ettari nell’entroterra di Mazara del Vallo, tutto biologico con clone proprietario allevato a alberello marsalese appoggiato che protegge bene dal sole e calore i grappoli. Suolo argilla e ricco di carbonato di calcio che aggiungono struttura. Note di miele datteri e fico maturo inizialmente molto presente e marcante, canditi e zagara, speziatura e ricco di note speziate e fumé, lieve gioco ossidativo nei fatti ma in realtà è lo spessore del grillo di intensità a sfumare e rendere sfaccettato il vitigno. La sensazione in bocca è tannica, grintosa sapida con tracce calorie ben misurate e un finale di acidità pimpante e rocciosa che conquista e…

  • IGT,  ROSATI,  SICILIA,  Sicilia,  Valle dell'Acate

    2020 Frappato Rosato Bellifolli, Valle dell’Acate

    I mascheroni di Palazzo Bordone campeggiano sulle etichette della linea “per millennial” di Valle dell’Acate, qui con il leone del Palazzo Borbone, aggressivo e impattante. Anche il vino lo è tra melograno e susine, tamarindo e arancio rosso, saporito e lungo con note intriganti da chiaretto quasi , salino iodato e con chiusura con lieve nota tannica che lo rende un vino pensato da insalata veloce e avocado, tartare ma che può avere un uso molto ampio.

  • 2016,  2017,  DOC,  Etna,  Palmento Costanzo,  ROSSI,  SICILIA

    2016 Etna Rosso Contrada Santo Spirito, Parcella 464, Palmento Costanzo

    Il tono ferroso è appena accennato per cui le note fruttate e floreali librano più agevolmente e lasciano intravedere in sottofondo una sequenza assai piacevole di erbe di campo, rosmarino e corteccia di pino. Al palato è sapido, coriaceo e piacevolmente buccioso; nel passaggio in bocca incede deciso ma con grazia e la grana dei tannini dà contrasto e profondità. Rappresento i vini di Palmento Costanzo su alcuni mercati esteri.

  • 2016,  DOC,  Etna,  Palmento Costanzo,  ROSSI,  SICILIA

    2016 Prefillossera Etna rosso DOC, Palmento Costanzo

    Composta di fragole di bosco, nespole, erbe di campo, rosmarino, corteccia; il tutto sostenuto dal basso continuo del côté minerale, ferroso e di roccia lavica sbriciolata. È il più ricco fra i vini di Palmento Costanzo, ha un tessuto più fitto e più spesso, ma non per questo meno fine. È tenace e coriaceo, ma ha energia e articolazione. Ha portamento regale e in deglutizione allunga il passo con una sequenza avvincente di ritorni speziati, fruttati e minerali. Rappresento i vini di Palmento Costanzo su alcuni mercati esteri. Cantine Palmento CostanzoC.da, 95012 Passopisciaro CT 0942 983239

  • 2020,  DOC,  Etna,  ROSATI,  SICILIA,  Torre Mora

    2020 Scalunera Rosato Etna DOC Contrada Dafara Galuzzo, Torre Mora

    Il nome lunghissimo non spaventi l’aspirante bevitore di questo bel figlio dell’Etna. Colore velo di cipolla lieve e con bei riflessi oro rosa, al naso ha note di melograno e pompelmo rosa poi floreale di tiglio, robinia e glicine, nota gessosa e fumè che stuzzica e infine una lieve nota di tabacco dolce e macchia mediterranea tra ligustro pepe rosa e zenzero. Il sorso colpisce per freschezza e sapidità con acidità piccante e vibrante che ha risvolti gustosi nel retropalato con ribes rosso, fragole, lamponi e anice. Piccante, fresco sapido e con un frutto diretto e sottile che acuisce la sensazione di piacere e acidità per molti secondi dopo l’ultimo…

  • 2017,  Cantine Barbera,  DOC,  MACERATI,  Menfi,  SICILIA

    2017 Menfi Catarratto Superiore Arèmi, Cantine Barbera

    “Culuri d’arèmi” colore del seme di denari, cioè d’oro è il catarratto di Marilena Barbera. Lo definirei meglio, colore del sole di Sicilia che alle latitudini più basse, dirimpetto all’Africa, da dove proviene il nostro, scalda e illumina anche gli animi.Il catarratto è uno dei vitigni giunti in terra di Sicilia più anticamente, al seguito dei primi colonizzatori greci. Ha tempra mediterranea all’ennesima potenza, qui declinata con tocchi di eleganza e freschezza. La macerazione di otto giorni sulle bucce esalta la doratura donandole sfumature topazio e riflessi scintillanti, che suggeriscono l’idea di una sostanza viva e vibrante nel calice. Tra i profumi, intensi, prevalgono i richiami agrumati, di zagara, arancia…

  • 2020,  BIANCHI,  Cantine Pellegrino,  DOC,  SICILIA,  Sicilia

    2020 Salinaro Sicilia DOC Grillo, Pellegrino

    Il grillo della rinnovata sfida su questo vitigno da parte di una delle aziende storiche di Marsala, la Carlo Pellegrino che è sì impegnata nella Marsala Revolution ma sa che bisogna partire dalle basi della conoscenza del suo vitigno principale, il grillo appunto. Questo nasce da vigne su costa affacciate sul mare che ne trasferiscono in parte la salinità e gusto iodato, con le viti che crescono su suolo calcareo e sabbioso. L’antica varietà ideata nel 1874 da Antonino Amendola a partire da catafratto e zibibbo è il vitigno più di moda oggi in Sicilia e questa versione fresca e giovanile di Pellegrino lo interpreta alla perfezione per i tempi…

  • 1995,  Benanti,  BIANCHI,  DOC,  Etna,  SICILIA

    1995 Etna Bianco Superiore Pietra Marina, Benanti

    Trovai questa bottiglia nel cestone “tutto ad un euro” di un’enoteca di paese. Chiesi all’enotecario, ignaro del patrimonio che stava svendendo, quante bottiglie simili a queste avesse in cantina. “Ventiquattro” mi rispose, e fu così che per ventiquattro euro mi portai a casa un vero e proprio tesoretto.  Questa è una delle ultime rimaste da quel giorno lontano oramai vent’anni. Vino che non ha bisogno di presentazioni, tra le pietre miliari del panorama vitivinicolo italiano. Carricante in purezza proveniente da vigneti posti a 800 metri di altitudine sulla Etna. Livello perfetto, tappo ancora capace di resistere alle pareti del collo della bottiglia con tenacia. Il vino nel bicchiere è luminoso,…

  • 2019,  DOC,  ROSSI,  SICILIA,  Sicilia,  Tasca d'Almerita

    2019 Guarnaccio Perricone Tenuta Regaleali, Tasca d’Almerita

    Quanto vi condiziona il posto del vino nella valutazione? Intendo dire il luogo dove questo nasce. Personalmente negli anni ho imparato – o meglio affinato – un approccio laico alla bottiglia, affinché non fossi troppo condizionata dalla narrativa del terroir e della fatica agricola. Ci sono delle eccezioni però. Una di queste si chiama Tenuta Regaleali. L’azienda madre della famiglia siciliana Tasca d’Almerita credo possa essere annoverata tra le più belle al mondo. Una certezza non granitica non avendone visitate tante in giro per i continenti, ma credo di poter investire su questa dichiarazione molto più dei miei due cents. È incanto puro, per la luce, per l’orizzonte, per i…

  • 2011,  Cantine Pellegrino,  DOC,  Marsala,  SICILIA

    2011 Horatio Marsala Superiore S.O.M. Ambra Doc Secco, Pellegrino

    La Marsala Revolution voluta da Pellgrino porta su questa bottiglia di Marsala secco il nome di Horatio Nelson, uno dei pionieri del Marsala che lo usava per dissetare e rincuorare i suoi marinari, per lui era “degno della mensa di ogni gentiluomo”, da questo sono stati realizzati cocktail come il Carosello (con Campari e Ginger Ale secondo la ricetta di Gianluca di Giorgio, abbinata a chips di parmigiano), da uve grillo catarratto e inzolia vino con fermentazione arrestata con alcol neutro e poi mosto cotto e infine minomo 24 mesi di rovere. Colore ambra da tramonta assolato come quello di Marsala, ricco ma con bella trasparenza, etereo smaltato ma molto…