• 2019,  BIANCHI,  IGT,  MACERATI,  Raina,  Umbria

    2019 Grechetto, Raìna

    Bio-logico, bio-dinamico, βίος, ovvero vita all’ennesima potenza. Vivo è il colore giallo-oro intenso che illumina e intriga. Vivo il residuo materico che lascia tracce persistenti sulle pareti del calice, a rivelarci la sostanza che alberga nel vino. Vivi e vividi i profumi che inondano le narici con le essenze prevalenti di tiglio e zagara. Per la parte fruttata spicca il profumo di pesca nettarina e frutta gialla non troppo matura. Suggestioni di erbe officinali, erbe aromatiche e macchia mediterranea emergono ad una seconda e più attenta olfazione, con spunti finali di pietra focaia. Vivo e vivido, nonché vivace e articolato, è l’assaggio in cui la pesca gialla si ripresenta anche…

  • 2017,  Cantine Barbera,  DOC,  MACERATI,  Menfi,  SICILIA

    2017 Menfi Catarratto Superiore Arèmi, Cantine Barbera

    “Culuri d’arèmi” colore del seme di denari, cioè d’oro è il catarratto di Marilena Barbera. Lo definirei meglio, colore del sole di Sicilia che alle latitudini più basse, dirimpetto all’Africa, da dove proviene il nostro, scalda e illumina anche gli animi.Il catarratto è uno dei vitigni giunti in terra di Sicilia più anticamente, al seguito dei primi colonizzatori greci. Ha tempra mediterranea all’ennesima potenza, qui declinata con tocchi di eleganza e freschezza. La macerazione di otto giorni sulle bucce esalta la doratura donandole sfumature topazio e riflessi scintillanti, che suggeriscono l’idea di una sostanza viva e vibrante nel calice. Tra i profumi, intensi, prevalgono i richiami agrumati, di zagara, arancia…

  • 'A Vita,  2008,  CALABRIA,  Cirò,  DOC,  ROSSI

    2008 Cirò Rosso Classico Superiore Riserva, ‘A Vita

    Calabria che soffri, patisci, subisci, ti offri, non chiedi, ti accasci e rialzi, blandisci e respingi, innamori e allontani, ispiri nei tuoi figli alti pensieri e desideri di fuga, maledizioni e benedizioni. Calabria sconosciuta ai più e ammirata a dismisura da pochi; sorprendente, suadente, tagliente, ammorbante, ammaliante e respingente. Hai il bello assoluto e il brutto devastante. Calabria che avresti tutto, ma ti hanno tolto tutto, che vivresti da regina, ma sei costretta a mendicare. Calabria che sai donarci meraviglie al gusto come questo vino che è frutto del lavoro abile, meticoloso e attento di un tuo figlio che è tornato a te e ha saputo tirar fuori quello che…

  • 2019,  IGT,  ROSSI,  SICILIA,  Terre Siciliane

    2019 SP68 Rosso, Arianna Occhipinti

    Tanti, succulenti e croccanti frutti rossi e neri, per un vino che il palato scopre subito leggero, fresco, immediato, ma carnoso. Anche i profumi sono a prevalenza fruttata, uniti a sensazioni balsamiche che richiamano il ginepro, la mentuccia e poi le spezie piccanti, erbe aromatiche e sensazioni di sottobosco bagnato. Questo è il vino base di Arianna Occhipinti, un IGT con le stesse uve del più nobile Cerasuolo di Vittoria: frappato e nero d’Avola. Dalle parti di Arianna Occhipinti il vino ha storia secolare e si dice che la Strada Provinciale 68, che passa nei pressi dell’azienda Occhipinti, sia tra le più antiche strade del vino italiane. SP68 è di…

  • 2019,  Ca' dei Zago,  Conegliano Valdobbiadene Prosecco,  DOCG,  RIFERMENTATI,  VENETO

    2019 Conegliano Valdobbiadene Prosecco, Ca’ dei Zago

    C’è il Prosecco poi c’è il Prosecco di Ca’ dei Zago. Battute a parte, perché di ottimi Prosecco se ne trovano anche altrove, l’esperienza che si fa degustando il vino a matrice Ca’ dei Zago è di primissima qualità. Agricoltura biodinamica e grande attenzione per le tecniche tradizionali di vinificazione sono la cifra produttiva dell’azienda a conduzione famigliare: vini che rifermentano in bottiglia, dunque, e non in autoclave come per la maggior parte dei Prosecco in circolazione. Vini non filtrati né stabilizzati, con la inevitabile presenza dei residui della rifermentazione sul fondo della bottiglia.Le bollicine, vivaci, e solleticanti, liberano profumi delicati di fiori bianchi freschi, di scorsa di agrume, mela…

  • 2017,  BIANCHI,  DOC,  Orvieto,  Palazzone,  UMBRIA

    2017 Orvieto Classico Superiore Terre Vineate, Palazzone

    Non credo di dover consultare testi di storia della vitivinicoltura per affermare che il territorio di Orvieto è tra quelli, in Italia, che vantano una tradizione tra le più antiche e illustri, sebbene oggi fatichi a riemergere dall’ombra in cui è ingiustamente finito. Parlo di un territorio, per chi non lo sapesse, che ha espresso per anni i migliori vini bianchi del Paese.La cantina Palazzone è autorevole rappresentante e prosecutrice di gran livello di quella tradizione. Il vino che qui propongo non è l’Orvieto di punta dell’azienda ed è concepito per arrivare nei calici senza un affinamento in cantina, dopo la vinificazione per venti giorni in acciaio inox, a temperatura…

  • 2019,  Iuli,  PIEMONTE,  ROSSI,  VINO

    2019 Natalin, Cascina Iuli

    Freschezza e leggerezza sono la cifra identificativa di questo rosso da uve grignolino, annata 2019. Fabrizio Iuli vinifica questo e altri piccoli gioielli nel Basso Monferrato, in Val Cerrina, provincia di Alessandria, (per il suo Pinot Nero, Nino, rinvio, qui su Intralcio, alla scheda di Gabriele Rosso) e coltiva le vigne secondo i principi dell’agricoltura biologica certificata. Natalin è  un omaggio al nonno di Fabrizio Iuli, grande amante del grignolino. Solo cemento e bottiglia per questo vino che esprime una territorialità schietta e senza fronzoli. Colore cerasuolo intenso, quasi fosse un vino rosato, con evidente assenza di interventi di chiarifica o illimpidimento. Naso e bocca collimano e dialogano in perfetta…

  • 2016,  D'Araprì,  Daunia,  IGT,  METODO CLASSICO,  PUGLIA

    2016 Spumante Metodo Classico Brut Riserva Nobile, D’Araprì

    D’Amico, Rapini e Priore: D’A-ra-prì. Le prime lettere dei cognomi dei tre soci compongono il nome dell’azienda di San Severo, in provincia di Foggia, fondata nel 1979. Unica azienda del Sud, a mia memoria, ad orientare la produzione esclusivamente sulla spumantistica, con uso prevalente del vitigno autoctono bombino bianco, oltre al montepulciano e al pinot nero. Un vago trait-d’union con il territorio champenois è dato dalla forte presenza di calcare nel terreno che di base è argilloso, con componente di limo e sabbia dovuta alla vicinanza al mare. Mare che mitiga le temperature nell’assolata Capitanata di Puglia e che regala condizioni ideali per la viticoltura e in particolare per la…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  De Sousa,  FRANCIA,  METODO CLASSICO

    Champagne Extra Brut 3A, De Sousa

    Il nome, 3A, denuncia le provenienze delle uve di questo Champagne a marchio De Sousa: tre villaggi Grand Cru Classée della Côte des Blancs, ovvero Avize per lo chardonnay, che si prende il 50% della cuvée, Ambonnay per il 25% di pinot noir e Ay per l’altro 25% di pinot noir. La conduzione agricola è biodinamica e le fermentazioni delle uve sono spontanee. Imbottigliato a luglio 2017 ha effettuato dégorgement a novembre 2018. Al naso squaderna un ampio ventaglio di profumi dolci-amari-rinfrescanti: sbuffi ammandorlati, note tostate, fiori bianchi, agrumi maturi e un corredo erbaceo che attraversa le essenze officinali e quelle aromatiche. Ottime aspettative per l’assaggio che si rivela inizialmente…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  METODO CLASSICO,  Vincent Couche

    Champagne Extra Brut Chardonnay de Montgueux, Vincent Couche

    Vincent Couche è un récoltant manipulant di Buxeuil, piccolo comune della Côte des Bar, convertitosi alla biodinamica con un percorso iniziato nel 2008 e terminato con l’acquisizione della certificazione “Demeter”. Côte des Bar, dipartimento dell’Aube, significa periferia della Champagne classica, dove è possibile imbattersi in bottiglie meno informali di quelle della zona blasonata, ma ugualmente invitanti e gustose.Champagne blanc de blancs, questo, con 100% uve chardonnay provenienti da una vecchia parcella situata nel comune di Montgueux. È un assemblaggio di tre annate diverse, lasciate riposare otto anni sui propri lieviti. Il dégorgement è del febbraio 2020. L’attacco olfattivo richiama note dolci di vaniglia e burro fuso, subito spodestate da più…