• 2017,  BIANCHI,  DOC,  Orvieto,  Palazzone,  UMBRIA

    2017 Orvieto Classico Superiore Terre Vineate, Palazzone

    Non credo di dover consultare testi di storia della vitivinicoltura per affermare che il territorio di Orvieto è tra quelli, in Italia, che vantano una tradizione tra le più antiche e illustri, sebbene oggi fatichi a riemergere dall’ombra in cui è ingiustamente finito. Parlo di un territorio, per chi non lo sapesse, che ha espresso per anni i migliori vini bianchi del Paese.La cantina Palazzone è autorevole rappresentante e prosecutrice di gran livello di quella tradizione. Il vino che qui propongo non è l’Orvieto di punta dell’azienda ed è concepito per arrivare nei calici senza un affinamento in cantina, dopo la vinificazione per venti giorni in acciaio inox, a temperatura…

  • 2017,  BIANCHI,  DOC,  Orvieto,  Palazzone,  UMBRIA

    2017 Orvieto Classico Superiore Campo del Guardiano, Palazzone

    Cena improvvisata a Orvieto chiama Palazzone, ovvero la cantina più rappresentativa del territorio. E di una denominazione la cui gloria si è persa nella notte dei tempi enologicamente antichi, quando i bianchisti italiani bevevano quasi solo Frascati, Soave e, appunto, Orvieto. Il cru aziendale, il noto Campo del Guardiano – nato dalle vigne con la migliore esposizione dell’azienda, composto da procanico, grechetto, verdello, drupeggio e malvasia – a soli 20 euro in carta non si lascia lì, anche se la sua nota longevità avrebbe imposto un tentativo di chiedere una vecchia annata. Invece, eccomi di fronte al 2017, millesimo bollente, ma perfettamente interpretata da un’azienda che non ha mai mancato…

  • 2012,  Barberani,  BIANCHI,  DOC,  Orvieto,  UMBRIA

    2012 Orvieto Classico Superiore Luigi e Giovanna, Barberani

    Luigi e Giovanna, questa volta, esistono davvero. Questa è una vera storia d’amore lunga quasi 60 anni, tra i vigneti di Baschi, porta il nome Barberani. Se c’è una cosa che rende unico questo vino è quel nobile procanico muffato che pare renderlo immortale, un po’ come i due figli di Luigi e Giovanna vorrebbero fossero i loro genitori, un po’ come tutti noi vorremmo fossero i nostri più grandi amori. Un turbinìo di profumi incredibili, un prato di fiori gialli ed erbe aromatiche pieno di alberi dai frutti maturi di pompelmo e pesche bianche, arnie di miele millefiori, da cui si scorge una leggera foschia all’orizzonte. Si sorseggia la…