• 2019,  CAMPANIA,  Enoz-Masseria Torricella,  IGT,  MACERATI,  Roccamonfina

    2019 La Monade, Enoz Masseria Torricella

    Dopo la sorprendente scoperta del Primitivo di questa azienda di Sessa Aurunca, nel cuore della Campania Felix, ecco la nuova etichetta di un percorso, interessante e ambizioso. Stavolta Roberto Zeno ha sperimentato le potenzialità dei suoi vigneti con questo divertente Fiano, prodotto interamente in anfora, dalla vinificazione all’affinamento, con macerazione sulle bucce di otto giorni. Il colore è estremamente bello, invitante e presenta varie sfumature dall’arancio all’oro. Al naso ci si muove da sensazioni di frutta come mela verde, pesca, nespola e agrumi freschi fino a sensazioni floreali e vegetali che ricordano il glicine, l’erba appena tagliata e la foglia del mandarino oltre ad un curioso ricordo di talco e…

  • 2019,  AOC,  BEAUJOLAIS,  FRANCIA,  Guillaume Chanudet,  MOULIN A VENT,  ROSSI

    2019 Moulin-à-Vent Les Petits Bois Guillaume Chanudet

    Nei soli 0,6 ettari che l’azienda Chanudet, (principalmente situata a Fleurie), possiede nel cru Moulin à Vent uno, fra i più apprezzati nella terra della Beaujolais, nasce questo Petits Bois che torna ancora una volta a confermare la mia attuale fissa per il gamay. Si presenta di un colore rosso rubino, con sfumature granato. Il naso è da subito ricco e carico di frutta matura, ciliegia, melograno, lampone e arancia rossa. Molto presente è sicuramente la nota vegetale che segue sfumature molto interessanti di viola, iris, rosa e sensazioni che ricordano il muschio e il sottobosco. Importante è la nota speziata che si percepisce nell’insieme che ricorda il pepe nero,…

  • 2014,  Antico Castello,  CAMPANIA,  Campania,  IGT,  MACERATI

    2014 Mida Irpinia Greco Selezione Oro, Antico Castello

    Mida, come il Re greco che aveva il dono di trasformare in oro tutto ciò che toccava è un interessante sperimentazione dell’azienda Antico Castello. Il nome lo si comprende certamente di più quando ci ritroviamo questo vino di grande brillantezza e color dell’oro nel calice, che da subito lo si vuole portare al naso per capirne tutte le ricche sfaccettature. Infatti, spiccano da subito note di albicocca fresca e candita, pesca, banana e sentori di agrumi, un ricordo di miele e con una calzante e piacevolissima nota che ricorda le caramelle al limone, interessante la nota vegetale fresca che conclude il ventaglio aromatico di questo vino. Al palato si ripresentano…

  • 2013,  Brunello di Montalcino,  DOCG,  Le Potazzine,  ROSSI,  TOSCANA

    2013 Brunello di Montalcino, Le Potazzine

    Saltata fuori in una pazza serata di vino, chiacchiere e risate insieme a produttori e distributori campani, nella straordinaria cornice della costiera amalfitana questa bella bottiglia di sangiovese ha sottolineato il fatto che il mio cordone ombelicale con la mia amata Toscana mi seguirà sempre e ovunque io vada. Si presenta di un colore rosso rubino molto carico, con evidenti sfumature tendenti al granato. Al naso è molto complesso e questa complessità si compone di note di frutti rossi e frutti di bosco, mora, prugna frutta appassita e in confettura. La si esprime in un caldo sottobosco e sensazioni floreali di lavanda, radici e vegetale caldo per terminare con intense…

  • 2018,  AOC,  BEAUJOLAIS,  FRANCIA,  Jean-Paul et Charly Thévenet,  MORGON,  ROSSI

    2018 Morgon, Jean-Paul et Charly Thévenet

    Dal momento in cui viene versato nel bicchiere, il colore mi scatena da subito un gran sorriso, è di un rosso tendente al granato e a primo impatto visivo si muove come fosse polpa di frutta, non perché si presenti particolarmente denso, ma per il marcato colore che rilasciano gli archetti che via via scendono nel bicchiere. Sono particolarmente attratta da quest’uva, la trovo molto dinamica, di grande beva e allo stesso tempo capace di sprigionarsi in maniera imprevedibile quando la si lascia invecchiare un po’, cosa che aimè molti sono restii a fare per questa idea che il gamay si un uva ideale per la pronta beva. Tuttavia, attratta…

  • 2016,  BIANCHI,  Borgo Paglianetto,  DOC,  MARCHE,  Verdicchio di Matelica

    2018 Verdicchio di Matelica Petrara, Borgo Paglianetto

    Mi auto nomino ambasciatrice del movimento culturale e sociale “bevi bene e spendi poco” e sicuramente fra i vini porta bandiera per le Marche ci metto subito questo divertentissimo Verdicchio di Matelica. Uno di quei vini che potresti tranquillamente bere steso sull’erba di quelle dolci colline matelicesi tra Fabriano e Camerino. Di un colore giallo tendente al dorato con riflessi verdolini, questo verdicchio al naso presenta note di frutta gialla, pesca bianca e di agrumi, pungenti le note vegetali fresche di foglia di mandarino, timo e di ginestra in fiore. Spiccano poi, note aromatiche piene e vive che ne aumentano la complessità, unite al lieve accenno al pepe bianco. In…

  • 2019,  BIANCHI,  IGT,  PRODUTTORI,  UMBRIA,  Umbria

    2019 Bianco, Andrea Formilli Fendi

    Colore giallo paglierino, intenso e brillante. Si presenta abbastanza complesso e aromatico, con note di frutta gialla, ananas, papaja, mango, mela, uva spina. Si percepiscono poi note vegetali molto piacevoli e fresche di bosso, pianta di pomodoro, tiglio, mughetto, e salvia. Al palato è vibrante e si ritrova la stessa complessità che si percepiva al naso. sensazioni più citriche e sapide si percepiscono post deglutizione. Interessante nota sapida. Bello vibrante da uve trebbiano spoletino viognier e sauvignon blanc.

  • 2017,  BIANCHI,  IGT,  Tenuta Bellafonte,  UMBRIA,  Umbria

    2017 Arnèto, Tenuta Bellafonte

    Tenuta Bellafonte è una realtà vitivinicola Umbra, situata vicino al borgo di Torre del Colle (Bevagna), azienda che personalmente fino a un mesetto fa non conoscevo, ma che ha da subito attirato la mia attenzione, in particolare con Arnéto, un trebbiano spoletino che già dal primo colpo di naso si è presentato, vivo, complesso e di grande piacevolezza. Di colore giallo paglierino carico e leggermente denso, si presenta al naso con note di frutta gialla, polpa di albicocca e qualche accenno all’agrume, al limone, con sentori caldi vegetali di ginestra, fieno, timo. Tuttavia le sensazioni che hanno reso questo vino interessante e curioso all’olfatto sono note che ricordano il mare…

  • 2006,  Barolo,  DOCG,  Giuseppe Rinaldi,  PIEMONTE,  ROSSI

    2006 Barolo Cannubi S.Lorenzo – Ravera, Giuseppe Rinaldi

    Morbidi, vividi, sinuosi, palpabili, luminosi, scarlatti o tendenti al granato…immersi in un gioco d’ombre, pur essendo spesso grande fonte di luce. I drappi rossi nelle opere del Caravaggio fanno nella mia testa questo salto e sono evocati dal modo in cui questo Barolo sta nel bicchiere. Gli sono complici le luci della stanza, ma l’idea e la luce che poi si ricrea sulla tovaglia è bellissima. Nel bicchiere poi, la bellezza sta nel gioco di archetti compatti e strutturati che ricordano proprio il tessuto, tutto incredibilmente evocativo. E lo è ancor di più quando il bicchiere lo si porta al naso presentando un vino di grande dolcezza, con profumi che…

  • 2018,  Abbazia di Novacella,  Alto Adige,  BIANCHI,  DOC,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2018 Alto Adige Pinot Bianco Quota, Abbazia di Novacella

    Nato dalla nuova linea “Insolitus” della celebre cantina altoatesina, Quota è l’ennesima riconferma di come il pinot bianco sia assoluto protagonista della viticoltura che ha fatto e fa grande L’Alto Adige. L’idea è creare un nuovo tratto distintivo per l’azienda improntato sulla sperimentazione di nuovi metodi produttivi, distaccandosi dalle tradizionali gestioni e provando a reinventarsi, in una veste insolita, ma senza perdere di vista la qualità. Nel calice, Quota è di un giallo paglierino brillante; a primo colpo di naso si percepisce una grande freschezza che subito si porta dietro note di fiori bianchi, timo ed eucalipto a cui, quasi nell’immediato, seguono note di frutta tropicale, pesca bianca, ananas, papaya,…