• 2019,  2019,  DOC,  Nebbiolo d'Alba,  PIEMONTE,  Réva,  ROSSI

    2019 Nebbiolo d’Alba, Réva

    Non che fino ad ora abbia scherzato: Sauvignon, Dolcetto e Barbera – in casa Réva – son cose serie, vini ben definiti che hanno carattere e una loro ragion d’essere in terra di Langa; ma tra queste colline prima o poi arriva sempre il momento di dedicarsi anima e cuore al nebbiolo, e mi sembra giunto il momento. Comincerò da un’etichetta piuttosto classica dell’offerta proposta del cieco Miroslav Lekes, titolare della Cantina Réva di La Morra. Il Nebbiolo d’Alba 2019, 100% vitigno omonimo, è prodotto con uve allevate a Monforte d’Alba – Loc. S. Sebastiano, su terreni tortoniani caratterizzati dalle cosiddette Arenarie di Diano, ovvero strati sabbiosi originati da frane…

  • 2019,  Cantina Vignaioli,  DOC,  Nebbiolo d'Alba,  PIEMONTE,  ROSSI

    2019 Nebbiolo d’Alba, Cantina Vignaioli

    Cantina Vignaioli è una storica realtà di Treiso creata nel 1973 da un’idea di Mario Barbero. Nata dall’impegno e dalla tenacia di tredici soci che devono tutto alla propria determinazione e al territorio, indubbiamente uno tra i più vocati del nostro belpaese in tema di viticoltura. Per dovere di cronaca il suddetto comune rientra a pieno titolo nel disciplinare del celebre Barbaresco Docg. Da queste parti altimetrie non indifferenti e vigneti spettacolari sono all’ordine del giorno, sentieri scoscesi ed impervi dove allevare la vite non è un gioco da ragazzi, basta far due passi tra i filari per rendersene conto. E’ il nebbiolo il cavallo di razza su cui si…

  • 2018,  DOC,  Nebbiolo d'Alba,  PIEMONTE,  Poderi Colla,  ROSSI

    2018 Nebbiolo d’Alba, Poderi Colla

    È tra le etichette più note del panorama langarolo, per quella faccia piena di un bacco sornione. Nessun artista di fama: in azienda raccontano che fu un conoscente di Tino Colla che, bevendo un bicchiere con il proprietario, buttò giù uno schizzo. A Tino piacque e si decise di farne un’etichetta per quello stesso vino. Una storia semplice di una bevuta tra amici, il Nebbiolo che sa essere amichevole e schietto quando non si chiama Barolo o Barbaresco. D’altronde le tante facce di un’uva così prestigiosa è ciò che la rendono cangiante e mai noiosa. Un vino da pasto che sta bene accanto a un salame e a un formaggio,…

  • 2017,  DOC,  Francesco Rinaldi,  Nebbiolo d'Alba,  PIEMONTE,  ROSSI

    2017 Nebbiolo d’Alba, Francesco Rinaldi

    Più passano gli anni e più mi convinco che i vini molto profumati, ariosi, floreali al naso, poi in bocca manchino di allungo e profondità; è come se l’energia spesa per sostenere tutto questo svolazzo, svuotasse il liquido delle risorse necessarie per sostenere palato e deglutizione. È solo in parte il caso di questo splendido nebbiolo, la cui performance olfattiva stordisce: è come entrare da un fioraio il giorno dei morti quando l’afrore dei petali bagnati ti investe e sembra non levartisi mai di dosso. C’è anche un debole richiamo all’agrume e all’anguria, ma fuori scena. Al palato è setoso, fresco, dissetante; quindi certamente buonissimo. Ma in deglutizione manca della…