• 2016,  Barolo,  DOCG,  Fogliati,  PIEMONTE,  ROSSI

    2016 Barolo Bussia, Poderi Fogliati

    Vigna storicissima di Castiglione Falletto, viti vecchie, alcune di 80 anni. In conversione bio. Azienda familiare, già conferitori e oggi finalmente produttori, pochi ettari (quattro, ora). Tutto questo per un’esecuzione rigorosa e svolta secondo lo schema dell’austerità nobile: colore non concentrato ma brillante, luminoso; naso etereo come dicono quelli bravi, terra e qualche dolcezza tipo pellame. Ancora molto frutto. Bocca assai dritta, seria, insomma qui non si scherza, c’è la coscienza della grandeur da terroir (e basta coi francesismi). Piace? Sì. Promette bene? Anche di più.

  • 2018,  DOC,  Fogliati,  Langhe,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Langhe Nebbiolo, Poderi Fogliati

    C’era una volta un conferitore nobile di negociant langaroli, che si mise in proprio. Succede l’altroieri, ed ecco a voi Poderi Fogliati, piena Bussia a Castiglione Falletto. Questo Nebbiolo si apre molto fitto sul frutto fresco, è giovanile, come se la materia importante si ribellasse a due soli anni di affinamento – ma che sono sti due annetti? Pure se uno l’ha passato in legno grande. Sono niente: lo spirito indomito del nebbiolo scalcia e strepita, a scapito dell’equilibrio e della calma, che arriveranno, ma tra un po’, ci vuole ancora tempo. Insomma, si farà, perché promette bene. Per adesso è un 8.3.