2019,  ANJOU,  AOC,  Benôit Courault,  FRANCIA,  LOIRE,  ROSSI,  VIN DE FRANCE

2019 Les Tabeneaux Benoît Courault

Nel vocabolario italiano la parola “sottile” ha due significati principali: il primo si rifà alle dimensioni o al diametro piuttosto ridotto di un oggetto; il secondo, in senso figurativo, rimanda a qualcosa di acuto, fine e penetrante.

Troppo spesso in questi ultimi anni, nel mondo del vino naturale fatto di tanti liquidi che attirano per la loro colorazione accesa in vetro chiaro, “sottigliezza” è sinonimo di caducità, gracilità, evanescenza.

Per fortuna ci vengono in soccorso vignaioli rimasti fedeli ad un modo di fare vino che non segue le mode del momento, ma che riescono nell’eccezionale intento di unire i due significati su menzionati, proponendo vini sottili e penetranti.

Benoît Courault, come molti vignerons non nasce in vigna ma è la passione a portarcelo. Stanco di servire vino – era sommelier – decide di produrlo, inizialmente imparando il mestiere in aziende convenzionali e successivamente approcciandosi a produzioni e vinificazioni più artigianali grazie a Eric Pfifferling del Domaine de l’Anglore, per il quale lavora per tre anni prima di trasferirsi con la compagna a Faye d’Anjou, dove acquista la sua proprietà.

Il nostro approccio con il suo mondo inizia con questo matrimonio tra un uvaggio di 70% di cabernet franc e 30% di grolleau, con fermentazione spontanea e affinamento in parte in vetroresina, in parte in legno esausto.

Schietto e vivace, sa toccare e far vibrare le giuste corde. Profuma di piccoli frutti rossi, fragola, poi una fresca ciliegia e velature fougère con accordi di lavanda, muschio di quercia e fava tonka, che allietano un sorso salino e articolato ricco di contrasti. Finissimo il tannino che si mimetizza in una trama spensierata, solleticante e delicata. 

Il vino si accomoda con grazia e volteggia in un calice di fine spessore ma accetta di buon grado anche un vetro meno nobile, il suo fine primario è di placare la sete con la consapevolezza di saper stuzzicare il bevitore più pretenzioso.

Benoît Courault – 4 Vallet, 49380 Bellevigne-en-Layon, France – +33 241540936

  • TORTORA [11/05/21] - 8.9/10
    8.9/10
8.9/10
Sending
User Review
9.5/10 (3 votes)

Rispondi