1989,  AOC,  BIANCHI,  Domaine Rolet,  FRANCIA,  JURA

1989 Arbois Tradition Blanc Magnum, Domaines Rolet

Le proteste di Piazza Tienanmen, il crollo del muro di Berlino, sono stati questi per me gli eventi cruciali di quell’anno indimenticabile. “Non siamo più abituati a bere il vino come si deve: aspettandolo...” cito le parole dell’amico ristoratore che ha messo a disposizione ben due delle bottiglie in formato magnum in questione, per una degustazione che aveva come tema il tempo nell’evoluzione del vino. Domaine Rolet, nell’universo jurassien è una realtà di riferimento: fondato nel 1942 da Désiré Rolet, si estende su una superficie di 65 ettari -lo Jura viticolo ne conta circa 2000 totali- suddivisi tra le appellations Arbois (40 ha) Cote du Jura (23 ha) e in piccola parte tra Etoile e Chateau Chalon. Dal 2018 la proprietà è passata a una cordata di tre soci tra i quali citiamo la famiglia Devillard, produttori in Bourgogne. Torniamo al 1989, annata che in Jura si distingue per struttura e equilibrio, Il dato trova conferma nei calici degustati. Entrambe le bottiglie ci regalano al naso un attacco minerale folgorante, in una è prevalente la roccia bagnata nell’altra la salsedine, in entrambi i casi accompagnate da una piacevole nota tostata di pan grillé ricoperto da senape in grani. Il sorso è muscolare, la componente glicerica e quella minerale sono perfettamente allineate, l’allungo salino incentiva la beva, burrosa nel suo attacco. Savagnin e Chardonnay in parti uguali, con il savagnin affinato in botte scolma sous voile. L’assolo di Clare Torry in The Great Gig in the Sky, Pink Floyd, The Dark Side of the Moon 1973

Domaine Rolet,
Montesserin – Route de Dôle 39600 Arbois France tel. +33 3 384 66 00 05 contact@domainerolet.com
  • BUSINARO [09/05/21] - 9/10
    9/10
9/10
Sending
User Review
8.95/10 (2 votes)

Rispondi