1999,  Angiolino Maule,  BIANCHI,  VENETO,  VINO

1999 Pico, La Biancara

Angiolino Maule è arrivato alla sua trentaduesima vendemmia. Un percorso non sempre facile in cui il vignaiolo di Gambellara ha sentito la necessità di placare la sua sete di sapere e di capire, sempre più a fondo, il rapporto tra la Garganega e il terreno vulcanico dove la coltiva. Il Pico è il vino che più lo rappresenta. Garganega in purezza proveniente dalle zone più vocate in alta collina. Apriamo, proprio con Angiolino, questo 1999, annata di quelle da ricordare. Il vino nel bicchiere è dotato di luce propria, giallo oro lucente, e ipnotizza per sfumature e vivacità. Al naso, a dispetto degli anni, non presenta sensazioni ossidative ma elegante espressione che sulle prime gioca su toni lievi e balsamici. Liquirizia in radice, camomilla, albicocca disidratata sono le note che per prime si colgono. Pian piano si apre su sentori più terrosi e di pietra focaia fino a sfociare sulla polvere di caffè. Al palato è ancora fresco, pieno, in equilibrio tra sapidità, acidità e il piacere di un frutto ancora integro. Il riverbero del sapore sembra non avere fine.

Sapevo che sarebbe stata una bella annata, ci dice Angiolino, ma quando l’ho fatto non avrei mai pensato che a ventuno anni di distanza potesse essere in questo stato di grazia”.

La Biancara di Angiolino e Alessandro Maule

Località Monte Sorio 8
36054 Montebello Vicentino (VI)
+39 348 9377826
biancaravini@virgilio.it
  • GIACOBBO [03/10/2020] - 9.2/10
    9.2/10
9.2/10
Sending
User Review
9.5/10 (2 votes)

Rispondi