• 2015,  DOC,  Latium Morini,  ROSSI,  Valpolicella,  VENETO

    2015 Valpolicella Superiore Campo Prognai, Latium Morini

    Prognai terra dei progni, progno è un torrente sempre secco che scarica quando le piogge sono abbondanti. Tutte le valli della Valpolicella hanno il loro progno.Metti una sera a cena per festeggiare un compleanno, studia che ti studia , visto che si è scelto di assaggiare il 2015, perché siamo dei viziati viziosi, scegliamo Ilatium Morini Campo Prognài. Perché? Pioveva tanto e ci andava bene così. Tortellini di Valeggio, tortelli di zucca con gli amaretti, polletto alla griglia e costata sempre da caminetto. Che goduria. Rosso sangue di piccione come quel rubino che nessun fidanzato, né marito, mi ha mai regalato, ma di cui non ho ancora perso le speranze…

  • 2019,  Ca' dei Maghi,  DOC,  ROSSI,  Valpolicella,  VENETO

    2019 Valpolicella Classico, Cà dei Maghi

    “Una casa sulla collina di Fumane, le scintille che escono dal comignolo e la polenta scompare dalla griglia. <<Ci sono i Maghi>>, si diceva in paese”. Così il testo che in etichetta si spartisce lo spazio con un grappolo d’uva. Anche il vino è spartito tra la semplice, diretta espressione di un’uva qui indirizzata alla tavola di tutti i giorni e una scintilla di pensiero che ne nobilita proprio il tratto più schietto e immediato. Sa di fiori rosa, fragoline selvatiche e un tocco di rabarbaro, suggerendo una idea di genuinità. Grazie a una acidità che sostiene ma non punge e il contenuto grado alcolico (12,5%) in bocca scivola via…

  • 2018,  IGT,  ROSSI,  Santa Sofia,  Veneto

    2018 El Maturlan, Santa Sofia

    Oltre l’Amarone c’è vita e modernità di beva. Rosso con un naso energico di frutto di bosco poi cumino, pepe e ciliegie duroni, lavanda e timo, acqua di colonia inglese. Sorprende soprattutto il sorso agile, succoso, fine e di bella ricchezza senza perdere equilibrio. La dolcezza fruttata torna con mirtillo e prugna sul finale, quando tannino e sapidità sfilano rendendolo elegante e stuzzicante. Corvina 100% in parte passita ma soprattutto a fronte di 14% Vol. ci sono 6 gr/l di acidità e 3,4 di zuccheri residui; un mix da tenere bene a mente (con il giusto tannino come in questo caso) per capire come si può dare futuro ad una tipologia…