• 2013,  DOC,  ROSSI,  Secondo Marco,  Valpolicella Ripasso,  VENETO

    2013 Valpolicella Classico Ripasso, Secondo Marco

    La cantina di Marco Speri si trova a Fumane nella Valpolicella Classica. Il nome della sua cantina “Secondo Marco” mette in luce la sua idea di vino rispetto a questo territorio. Messa giù così ci si potrebbe aspettare qualcosa di estremo invece Marco interpreta in modo fedele il suolo e la cultura che ruota attorno a Fumane. Uno stile assolutamente classico, elegante, fine, affusolato proprio come si richiede a vini di qua. Questo suo Ripasso in versione Magnum con etichetta in seta ricamata è un bellissimo esempio di cosa aspettarci di un vino della Valpolicella Classica. Il colore è rosso rubino luminoso e vivido. Il naso è molto elegante, tratteggiato…

  • 2013,  DOC,  Gini,  ROSSI,  Valpolicella,  VENETO

    2013 Valpolicella Superiore Le Mattoline Tenuta Scajari, Gini

    Vinoso, speziato, rosa piena, fragola molto matura e il tratto vegetale caldo della corvina, portata in medio appassimento, a completare il naso; in bocca tutto torna, si sente la volontà di fare un Valpolicella importante: inizialmente goloso e quasi dolce chiude con una lieve durezza finale, che da un lato bilancia la morbidezza (glicerine ben presenti), ma dall’altro tende forse a troncare il vino, in modo lievemente asciugante; nulla che il tempo non possa sistemare, solo che ora come ora mannaggia… C’è comunque un lato positivo della questione ed è che impedisce di berti la bottiglia subito! E questo vino frega… Pregevole la scelta del lungo affinamento prima della messa…

  • 2015,  DOC,  Monte Dall'Ora,  ROSSI,  Valpolicella,  VENETO

    2015 Valpolicella Classico Superiore Camporenzo, Monte Dall’Ora

    Prodotto con le tradizionali corvina, corvinone e rondinella, provenienti dall’omonimo vitigno, Il Camporenzo Monte dall’Ora 2015 è certamente una piacevole bevuta da tutto pasto. Di un rosso rubino vivace e intenso con un naso ricco, complesso e aromatico. Da subito evidenti le note piene di amarena, ciliegia e bacche nere. Decisamente interessante la nota mentolata e speziata che spunta dopo poco che si è versato nel bicchiere. Il gusto è pulito e si ricollega armonicamente con le sensazioni percepite a naso. L’acidità e la dolce trama tannica lo incoronano (per me) ancora una volta fra le interpretazioni naturali e autentiche migliori della Valpolicella. Bevuto sul bollito di carne è un’esplosione…