• 2019,  BIANCHI,  Bulichella,  IGT,  TOSCANA,  Toscana

    2019 Tuscanio Bianco, Bulichella

    La competizione sui vermentino in Toscana è sempre più serrata ma Bulichella è una di quelle che lo produceva anche in tempi non sospetti decenni fa. Giacitura e vecchia vigna garantiscono frutto giusto, erbe aromatiche ma soprattutto quel mix di uvaspina, boscco, ribes bianco e il carattere gessoso che dissetano senza far pesare sul sorso struttura e alcol di zona non certo fresca. Dicevamo della bella sapidità e lunghezza, ma anche immediatezza e un’idea di canditi nel finale a tenere conto della bella maturità delle uve.

  • I Mandorli,  ROSATI,  TOSCANA,  VINO D'ANNATA

    2019 Aleato vino rosato, I Mandorli

    Sarà anche un rosato ma sarebbe meglio e più calzante chiamarlo chiaretto o cerasuolo questo blend di aleatico e sangiovese dalla Tenuta I Mandorli in quel di Suvereto. Naso di bergamotto, rose e tabasco, viole mammole , sorso di concentrazione e stile mediterraneo, anguria e senape, finale pepato e incalzante, disseta, stuzzica e appaga, ma non è certo un rosa da bordo vasca, è invece uno splendido compagno della tavola, estiva e non solo.

  • 2017,  IGT,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana,  Tua Rita

    2017 Keir, Tua Rita

    Da uve syrah 100% in Val di Cornia (Suvereto). Naso arioso di vetiver, sandalo e cassis, tapenade, tabacco, lavanda e mirto, garrigue e refoli balsamici, sorso spedito e croccante, passo agile leggero e saporito, stuzzica e seduce con grinta pepe e balsamico che torna a ondate. Ad ogni sorso aumenta la nota ferrosa e pepata mentre il tannino si occupa del bellissimo frutto, rivoli di more e pepe si avvicendano fino al finale leggero e sorprendentemente delicato ed elegante.