• 2016,  Castellare di Castellina,  IGT,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2016 I Sodi di San Niccolò, Castellare di Castellina

    Concludo la mia degustazione dei vini di Castellare di Castellina con il top di gamma: I Sodi di San Niccolò 2016.L’annata è particolarmente felice e questo si riflette nel vino che nonostante l’affinamento in barrique (50% nuove) rivela un’inusitata freschezza.Al naso è un vortice di frutta rossa (prugna, amarena e visciola) contorniato di spezie, vaniglia e liquirizia.Il palato si distende su un attacco di note morbide, per svelare grande acidità e sapidità e chiudere su note di frutta rossa fresca, con tannini davvero setosi.

  • 2001,  IGT,  Montevertine,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2001 Le Pergole Torte, Montevertine

    Parecchio tempo che non tornavo su un Pergole Torte abbastanza maturo, scelgo la 2001 potenzialmente grande annata. Vino cromaticamente accattivante, occhio luminoso tendente al riflesso scuro, partenza con note da lieve torrefazione buona, leggermente selvatico, tratto affumicato, il frutto arriva dopo ed è ancora fresco ma non esce molto, in bocca comanda piu il tratto carnoso/fumé/arancia arricchito da una quota lievemente vegetale da rabarbaro, spezia discreta, a tratti lievemente ematico a sottolineare una freschezza ancora molto viva, assolutamente minerale, tannino gentile, buona lunghezza. Bel vino, assolutamente bel vino, a mio avviso gli manca qualcosa per andare oltre ma resta una bottiglia estremamente elegante.