• 2017,  AOC,  BIANCHI,  Domaine Lefort,  FRANCIA,  RULLY

    2017 Rully La Chaume, Domaine Lefort

    La denominazione Rully, in Côte Chalonnaise, non rientra tra quelle nobili della Borgogna, quelle che fa fico avere in cantina. Ha però il pregio di consentire sia al povero bevitore che al bevitore povero di imbattersi in vini come questo, ben caratterizzato dall’uva di partenza (a scuola lo avrebbero definito franco), grazie al limitato esborso monetario che il suo acquisto prevede. Dall’omonima parcella, il La Chaume di David Lefort è uno chardonnay agile e sapido, nel quale il transito in legno non ha lasciato strascichi. Mela acidula, limone, salvia, fiori di campo e di acacia sono i profumi più nitidi. La bevuta è scattante e minerale, con una luminosa scia…

  • 2014,  AOC,  BOURGOGNE,  Eric De Sureiman,  FRANCIA,  ROSSI,  RULLY

    2014 Rully 1er Cru Meix Caillet, Eric De Suremain

    Se inseguite il volume, lo spessore, la tridimensionalità, andate a cercare da un’altra parte: questo è un vino più lungo che largo. Eric de Suremain, infatti, è solito forgiare vini appuntiti quanto lame: liquidi longilinei e tersi, come questo Rully.Le Meix Caillet, la parcella da cui provengono le uve, è un vigneto di rango: tra i venti appezzamenti classificati come Premier Cru nel comune di Rully è senza ombra di dubbio uno dei più contenuti per estensione; un “monopole” grande 3000 metri e un morso: l’equivalente di un giardino, insomma. Eric ed il fratello, arrivati negli anni 80 alla gerenza dello Chateau de Monthelie, hanno scelto di seguire sin da…