• 2015,  DOC,  EMILIA ROMAGNA,  Romagna,  ROSSI,  Tre Monti

    2015 Romagna Sangiovese Superiore Thea, Tre Monti

    Un vino classico del rinascimento romagnolo, con uve dalla zona di Forlì (Petrignone) ma vinificato da Vittorio nella cantina della famiglia insieme al fratello David e il sempre presente padre Sergio (alla cui moglie è dedicato questo vino). Il vino bandiera di questa quasi storica cantina di Imola ha oggi note profonde di rose lamponi, pepe e ribes rosso, agile ma fitto, bergamotto e arancio rosso terroso e lavanda. Il sorso ha bella ricchezza e un’idea tannica sempre sul filo del frutto, ma poi al secondo bicchiere subentra piacevolezza ed eleganza del vitigno, lunghezza e animosità sorprendenti.

  • 2013,  EMILIA-ROMAGNA,  IGT,  Ravenna,  ROSSI,  Vigne dei Boschi

    2013 Poggio Tura, Vigne dei Boschi

    Non tutti sanno che Ravenna è una delle cinque città più belle del mondo. Da quelle parti vive e vinifica Paolo Babini, gemello separato alla nascita di David Gilmour. Paolo, la cui abilità con la chitarra mi è del tutto ignota, è uno degli alfieri (veramente ho scritto alfieri?!) della rinascita della viticoltura romagnola. Oggi ho scelto un suo sangiovese per accompagnare il pranzo. Parte con il frutto, come si conviene: una succosa prugna viola e un paio di duroni di Vignola che però, ohibò, sta in Emilia. Chiudo gli occhi. Faccio qualche passo su un prato di timo serpillo. Avanzo stringendo in mano un grande mazzo di garofani rosa.…

  • 2018,  DOC,  EMILIA ROMAGNA,  Podere dei Nespoli,  Romagna,  ROSSI

    2018, Sangiovese di Romagna Superiore Prugneto, Podere dal Nespoli 1929

    Sempre bello, polposo scuro e ribaldo come sempre ma pare quasi dotato di nuova moderna consapevolezza; prugne more e mirtilli ci sono sempre ma il lato fresco di vetiver, mirto ed erbe aromatiche lo alleggerisce tra violette e bergamotto. Al palato danza e punge di fioretto con tannino fitto docile che ne allunga elegantemente il finale.