• 2019,  ROSATI,  TOSCANA,  Val di Buri,  VINO

    2019 Bure Chiara, Val di Buri

    Un rosa di foggia insolita, contadina e affatto ruffiano che incarna bene lo stile di un tempo dei vini da tavola di ogni giorno. Da uve canaiolo e sangiovese in macerazione breve. Note di visciole e amarene, tocco di macchia mediterranea, sostanza e freschezza, salato e dolce allo stesso tempo; 10,5% e sentirli in briosità e piccantezza di pepe nero e cumino.

  • 2019,  BIANCHI,  IGT,  TOSCANA,  Toscana,  Val di Buri

    2019 Forabuja, Val di Buri

    Vino naturale con componente di macerazione importante. 1/3 della massa macera per 25 giorni, i restanti 2/3 fino a Pasqua (7 mesi). L’affinamento passa per 1/3 in botticella di acacia di primo passaggio per 6 mesi e il resto in acciaio. Passano ulteriori due mesi di invecchiamento in acciaio dopo il blend. Note di té e camomilla, naso ricco, solare, energico e carnoso, sorso con lieve acetica e sensazione pulsante vitale , chiude non lunghissimo ma di ampiezza e sapidità ficcanti e ardite. Per gli appassionati del naturale, un vino contadino senza bluff e senza pensieri, se non positivi.

  • 2019,  ROSSI,  TOSCANA,  Val di Buri,  VINO

    2019 Eco della Valle, Val di Buri

    L’ormai ex avventura (perché fanno decisamente sul serio) di Giacomo e Marina, comincia a fornire continuità di risultati con vini sorprendenti, di stile “naturale” con pochi orpelli e tanta soddisfazione. Questo rosso è vero porpora e cupo ma, grazie allo storico blend di sangiovese trebbiano malvasia e ciliegiolo, si porta dietro qualcosa di lieve e soave. Note di visciola, viola, senape e pepe nero in grani, susine mature, confettura di more, un tocco di caramella charms poi sorso dal tannino incalzante e sottile; vinoso in corrispondenza bella naso e bocca, allunga e stuzzica, da merenda e da pasto.