• 2008,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Louis Roederer,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2008 Cristal, Louis Roederer

    L’incisiva mineralità calcareo-gessosa è proverbiale in questo Cristal prodotto con uve da una vendemmia eccezionale come la 2008 (alcol 9,80°, acidità 8,64). Certo, la tenacia e l’energia del millesimo si fanno sentire e meriterebbe ancora qualche anno in bottiglia prima di essere vissuto, raccontato, ma il potenziale che già si avverte è quello di uno champagne che con il tempo saprà rifinirsi e strutturarsi in maniera straordinaria. Un bouquet ricco di analogie: bergamotto, nocciola, burro e guscio di conchiglia si intonano alla perfezione a un sorso ampio, perentorio e infinitamente salino, sollevato e mosso da una carbonica finissima. Guadagna a bottiglia aperta dove insiste sul sale in persistenza, è acqua di…

  • 2018,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Louis Roederer,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2018 Hommage à Camille Coteaux Champenois Blanc – Volibarts, Louis Roederer

    Un omaggio all’audacia e allo spirito forte di Camille Olry-Roederer , il cui ricordo firma la limitatissima produzione di questo chardonnay in purezza prodotto negli 0,55 ettari a Le Mesnil Sur Oger – Volibarts. Un bianco fermo nella patria dello Champagne dove sono sempre di più le maison che puntano alla sperimentazione e a nuove interpretazioni di quel sacro territorio del metodo classico, scoprendo la produzione di vini fermi, capaci di disegnare e esprimere le profonde qualità di questo terroir. Nel bicchiere troviamo un vino brillante, luminoso e seducente che in pochi secondi presenta tutta la forza dello chardonnay nella sua veste più elegante. Un concentrato di note che ricordano…

  • 2012,  AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Louis Roederer,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2012 Champagne Brut Nature, Louis Roederer

    Il Brut Nature di Louis Roederer, uscito sul mercato per la prima volta con il millesimo 2006 è il risultato del grande lavoro dello chef de cave Jean-Baptiste Lécaillon ed è prodotto solo in annate di eccezionale maturità (2006, 2009 e 2012).  È uno champagne frutto di un lunghissimo progetto che ha richiesto l’individuazione di uno specifico blocco di vigneti a Cumières, tutti a conduzione biodinamica, esposti a sud, in una zona della Champagne in cui si ottengono quelli che nel XVII secolo venivano chiamati “vins de Rivière” . Vini che godono del ‘respiro’ del vicino fiume Marna, quindi ampi, generosi, espressivi. La fermentazione avviene in parte in legno e…

  • AOC,  CHAMPAGNE,  FRANCIA,  Louis Roederer,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Brut Premier, Louis Roederer

    Riconosciuto ormai all’unanimità come il “miglior Champagne base”, possiede effettivamente una finezza encomiabile, una piacevolezza senza pari ed è dotato di un’impressionante longevità, considerato che stiamo parlando di un Sans Année. Unico della maison Roederer ad affiancare uve di proprietà a quelle acquistate, il Brut Premier è frutto di un sofisticato assemblaggio (in totale più di 120 vini) fatto per il 75% di vini dell’annata e per la restante parte di vins de réserve. Di questi ultimi, il 10% sono vini tradizionali in botte, l’altro 15% è invece composto da assemblaggi precedenti dello stesso champagne. Possiede un 40% di chardonnay (che svolge parzialmente malolattica), un 40% di pinot noir e…