• 2016,  Barbacarlo,  IGT,  LOMBARDIA,  Provincia di Pavia,  ROSSI

    2016 Barbacarlo, Azienda Agricola Lino Maga

    Molto molto bene. Forse potremmo fare un esercizio di tipo, diciamo, letterario: chi riesce a scrivere la recensione più telegrafica. Però sembra quasi uno sgarbo, di fronte a questo vino così pieno di tante virtù, di tanta bellezza e soprattutto di tanta bontà. Il fatto è che Barbacarlo è un vino antico, anche nello stile produttivo, e risale ad un tempo in cui queste diavolerie elettroniche (come quella che avete davanti, adesso) erano nei film di fantascienza. Barbacarlo resta come allora, un vino arcaico, probabilmente archetipico, risale ad un tempo in cui (again) non si facevano tante parole. E poi è minimalista in tutto, “viene come viene”, c’è quel che…

  • 2012,  Barbacarlo,  IGT,  LOMBARDIA,  LOMBARDIA,  ROSSI

    2012 Barbacarlo, Azienda Agricola Lino Maga

    L’oscuro gorgo infernale di Lino Maga vive l’annata calda con succosità e dolcezza e dal bicchiere emergono note di amarena pulsante, pepe nero, moncheri, grafite, curcuma e liquirizia, cassis, lievi note di brett si diffondono sulle prime ma si esauriscono in pochi giri nel bicchiere che ad ogni rivoluzione libera nuova spezia e nuova intensità. L’abboccato ampio del sottotitolo rende giustizia al palato che incede con potenza e leziosità mentre la volatile tiene su insieme al ph una struttura di potenza enorme che altrimenti risulterebbe impegnativa. Anche così è comunque vino da piatti di grande soddisfazioni e lunghe cotture, una goduria intensa e viva. Da uve croatina, rara, vespolina e…

  • 2002,  Barbacarlo,  DOC,  LOMBARDIA,  Oltrepò Pavese,  ROSSI

    2002 Barbacarlo, Azienda Agricola Lino Maga

    Confesso di non essere del partito dei barbacarlisti, anzi la mia esperienza con questo vino negli anni mi ha dato più perplessità che solide motivazioni per rimetterlo in cantina per quel suo essere sulle montagne russe, per qualcuno uno spirito anarchico e contadino sinonimo di libertà ma possiamo anche parlarne. Poi stappo questo 2002, senza avere aspettative eccessive e porcaccia miseria dal primo istante è buono, ma proprio buono al punto che pensavo di essere fuori fase io, invece con quel filino di aria esce fuori subito una nota floreale , parte di genziana per andare alla viola e dopo una mezzoretta fa capo la nobile arancia rossa su base…

  • 2004,  Barbacarlo,  IGT,  LOMBARDIA,  LOMBARDIA,  Provincia di Pavia,  ROSSI

    2004 Barbacarlo, Azienda Agricola Lino Maga

    Non poteva mancare il Barbacarlo del Cavalier Maga Lino tra le bottiglie aperte durante questi giorni di obbligata clausura. Ho deciso di prendere la più vecchia che mi rimane in cantina, la 2004. Attorno al collo della bottiglia, Lino lega un bindellino, da cui appare, oltre alla storia del Barbacarlo, una breve descrizione organolettica del millesimo, e il certificato di analisi. “Dal punto di vista organolettico l’annata 2004 è da considerarsi sull’amaro-asciutto”. Mi stuzzica l’idea del Barbacarlo completamente secco, zuccheri residui 0,24 gr% . All’apertura nessun suono, nemmeno un piccolo soffio della carbonica che dovrebbe essere in bottiglia. Non mi spavento lo verso nel bicchiere in cui si manifesta con…