• 2019,  Alto Adige,  Armin Kobler,  BIANCHI,  DOC,  TRENTINO-ALTO ADIGE

    2019 Gewürztraminer Feld Alto Adige, Kobler

    Il Traminer di Kobler è una delle mie etichette di riferimento, e all’assaggio probabilmente mi condiziona il fatto di essere un fan da lungo tempo. Però questo bianco aromatico da sempre per me si stacca dalle declinazioni tipiche del vitigno, spesso giocate sull’eccesso e la ridondanza – inevitabili, forse, date le caratteristiche dell’uva. Qui il tono asfaltante di certi Gewürz è per fortuna messo a bada dalla freschezza, dall’acidità vivida, che tiene in bolla il risultato finale. E tutto questo nonostante il grado alcolico non esattamente lieve. Il 2019 si annuncia bello già al colore, oro brillante. Il corredo aromatico ha il suadente petalo di rosa in primo piano, accompagnato…

  • 2017,  BIANCHI,  IGT,  Mitterberg,  TRENTINO-ALTO ADIGE,  Weingut Abraham

    2017 Upupa Orange, Weingut Abraham

    In cantina ho solo tre gewürztraminer, tutti e tre altoatesini. Due sono buoni, il terzo non lo so. Lo comperai per sbaglio (avevo chiesto il pinot bianco riserva alla gentile signorina addetta alla vendita ma le etichette si somigliavano), vedremo che ne uscirà. Questo è uno dei primi due, acquistato consapevolmente dopo averlo assaggiato. Rappresenta una delle rarissime volte in cui il gewürztraminer non passito mi piace*.Annata problematica e vigna giovane è un binomio che non sempre dà buoni risultati. Ogni tanto invece sì. Vino secco da vendemmia tardiva con uve parzialmente botritizzate, pressatura e quattro settimane di contatto con le bucce, malolattica svolta, alcol cospicuo (l’etichetta titola 14 gradi),…

  • FRANCIA,  Ganevat,  MACERATI,  VIN DE FRANCE

    Le Zaune à Dédée, Anne et Jean-François Ganevat

    Da buona altoatesina con origini sicule ho una naturale predisposizione per gli estremi, geografici o gustativi che siano. Sarà per questo che mi ha decisamente intrigata Le Zaune à Dédée, un vino dalla volatile acuta, a tratti stridente, capace di attrarti e respingerti in un gioco di seduzione continua. L’etichetta, che fa parte del progetto da negociant di Jean-François Ganevat – anarchico produttore dello Jura – è ottenuta da uve di Gewürztraminer macerate sulle bucce e da un 20% di uve Savagnin, che affinato in botte per sette anni sous voile. Un tributo al tempo e alla sua pungente sensualità, un tributo agli scambi di ossigeno fra noi e il mondo, nordico…

  • 2019,  DOC,  Nadir Cuneaz,  ROSSI,  Valle d'Aosta,  VALLE D'AOSTA

    2019 Valle d’Aosta Gewurtztraminer Pantagruel, Nadir Cuneaz

    Spesso e volentieri capita di sentire dire che il gewürtztraminer è un “vino da donne”: non nascondo una certa perplessità di fronte a certe definizioni. Che cosa vorrebbe dire? Che certe caratteristiche aromatiche e/o degustative hanno un genere? E che quindi se a un maschietto piacessero da impazzire i traminer aromatici sarebbe effemminato? Che, al contrario, se a una donna piacessero sentori austeri sarebbe un maschiaccio? Come vedete sono definizioni che lasciano il tempo che trovano e che spero non vengano più usate, se non a livello di battuta ironica. Veniamo al vino di Nadir Cuneaz, produttore puro e duro in quel di Gressan: certo non ci troviamo di fronte…

  • 2016,  BIANCHI,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  IGT,  Lis Neris,  Venezia Giulia

    2016 Confini, Lis Neris

    Il broccato veneziano è uno dei tessuti più signorili che esistano. È formato da un ordito e da trame molto fitte con una quantità pazzesca di fili che si intrecciano. Sul retro, solo in corrispondenza del disegno, si vedono i fili, questo per rendere più leggero questo prezioso tessuto. Perché vi racconto questo? Semplice perché è esattamente a un magnifico broccato che ho pensato degustando il Confini 2016 di Lis Neris. Una trama di pinot grigio che con la sua spalla crea la base regalandoci la freschezza di erbe di campo, un ordito di riesling che con la sua mineralità ci porta in Mosella con i suoi idrocarburi speziati al…