• 2018,  IGT,  Masseto,  ROSSI,  TOSCANA,  Toscana

    2018 Massetino, Masseto

    La seconda annata del “second vin” di Masseto, la cui uscita pare abbia suscitato entusiasmi solo nei collezionisti e poco nei critici, nasce da uve merlot dalle parcelle Isola, Pineta e Orzo, tre cru all’interno della tenuta Masseto selezionati per dare il meglio in questa versione più delicata e pronta del più famoso Merlot italiano. Naso esplosivo di frutto nero e lamponi, carrube e mallo di noce, mirtillo e cassis, caramello, ciliegia e rovere, Bocca caratterizzata da un tannino sferzante, polposo, netto, sapido ed energico per un assaggio roccioso, mediterraneo e balsamico. Una sorso che si distende splendido, iodato ferroso e lunghissimo. Vino cadetto un par di ciufoli.

  • 2019,  Attems,  DOC,  Friuli,  FRIULI VENEZIA GIULIA,  ROSATI

    2019 Friuli Pinot Grigio Ramato, Attems

    Ecco un bel rosato ancestrale dalle mani di Daniele Vuerich, direttore di Attems, che mostra una via originale al modello provenzale di cui è in realtà progenitore non riconosciuto. Colore rosa incantevole, delicato e sinuoso così come il naso, tra confetto e rosa, lamponi e mandarino, lime e senape, tabacco appena accennato, lieve flint. Sorso scattante e piacevolissimo in aperitivo ma anche con abbinamenti con crostacei.

  • 2015,  Bolgheri,  DOC,  Ornellaia,  ROSSI,  TOSCANA

    2015 Ornellaia Bolgheri Doc Superiore, Ornellaia

    Annata ricca e vino si comporta di conseguenza riuscendo però a mantenere un equilibrio straordinario. Naso di cassis macchia mediterranea pepe nero caramello e cardamomo, elicriso e nipitella, visciole e lavanda, ritorni di vaniglia e sandalo, scatola di sigari e sottobosco. Il sorso è affilato dal tannino sontuoso e arrembante, fine e aggraziato in maniera con non te l’aspetti, chiude tra spezie nasturzio issopo e un frutto turgido pronto per lunghi anni di evoluzione. Per l’azienda il connotato dell’annata è “Il Carisma”.Da uve 53% cabernet sauvignon, 23% merlot, 17% cabernet franc 7% petit verdot.