• AOC,  CHAMPAGNE,  Fleury,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    Champagne Brut Blanc de Noirs BdN, Fleury

    C’è persistenza e lunghezza di gusto in questo Champagne blanc de noirs, ovvero da pinot nero, della Côte de Bar. Ma vince soprattutto per equilibrio e gradevolezza olfattiva e di sorso. Profuma di pane tostato, burro fuso, accenno di fiori bianchi arricchiti da incastonature al rosmarino, tè verde e talco mentolato. Un’acidità agrumata stempera la sostanza succosa che si palesa dolce e oleosa solo in centro bocca, per poi virare in un finale minerale e fresco. La bollicina dà un tocco di eleganza sia al tatto che al gusto, pur con una persistenza non paradigmatica. Da uno Champagne dal costo accessibile è difficile aspettarsi di più.Imbottigliato nel 2014 e dégorgement…

  • 2004,  AOC,  CHAMPAGNE,  Fleury,  FRANCIA,  MÉTHODE CHAMPENOISE

    2004 Champagne Extra Brut Boléro, Fleury

    Prima azienda in Champagne condotta in biodinamica (dal 1989), produce vini sempre di estrema personalità. Cromaticamente invogliante, solare, mela cotogna matura, nespola, canfora, rosmarino, noce. All’assaggio si riconosce l’impronta classicamente bio, presenta una carbonica molto sfumata, buona spezia, un tratto tannico percepibile che aiuta una freschezza non eccelsa, il tutto coadiuvato da una mineralità ben presente; tenendo il vino in bocca il tratto vegetale si amplia su toni di camomilla e di buccia di mela; a livello tattile ha una presenza abbastanza piena e il 100% pinot noir si fa notare con una chiusura energica, quasi inaspettata rispetto all’ingresso; buona lunghezza, in qualche sfumatura pecca un pizzico sotto il profilo…