• 2020,  Cantina Réva,  DOC,  Dolcetto d'Alba,  PIEMONTE,  ROSSI

    2020 Dolcetto d’Alba, Réva

    La Morra è uno degli undici comuni dov’è possibile allevare e produrre il Barolo, celebre vino tanto caro a Cavour e al sottoscritto. Tra queste colline spettacolari, caratterizzate da pendenze notevoli e panorami mozzafiato, è ubicata la sede di Réva, giovane azienda vitivinicola nata nel 2011 a Monforte d’Alba per mano di Miroslav Lekes, imprenditore ceco, grande appassionato di vini e stimato collezionista. Arrivato in Italia, assieme al suo Gruppo, ha pensato bene di acquistare vigneti in alcune delle aree più importanti della denominazione, MGA (Menzioni Geografiche Aggiuntive) quali: Ravera, Lazzarito, Bussia e Cannubi, tanto per non far nomi. Pian piano illustrerò l’azienda e la sua filosofia, ho avuto la…

  • 2019,  DOC,  Dolcetto d'Alba,  Giuseppe Mascarello,  PIEMONTE,  ROSSI

    2019 Dolcetto d’Alba Vigna Santo Stefano di Perno, Giuseppe Mascarello

    Che cosa è il dolcetto? È audace poiché abituato a sfidare quelle colline di Langa dove il nebbiolo non osa mettere piede a causa del freddo, il dolcetto è tattile perché al sorso dimostra una fisicità inconfondibile, dimostra quel tocco piacevolmente sferico e affusolato che si manifesta in una beva appagante e sostanziosa. Questa 2019 del Vigna Santo Stefano di Perno realizzata da Giuseppe Mascarello esalta tutti questi concetti con una piacevolezza che, calice dopo calice, indica sempre un nuovo dettaglio da cogliere, un nuovo particolare da scoprire durante l’assaggio. Questo dolcetto è pieno, soffice, ricco di sostanza, dotato della sua sagacia e del suo corpo benché privo di ogni…

  • 2007,  DOC,  Dolcetto d'Alba,  Giuseppe Rinaldi,  PIEMONTE,  ROSSI

    2007 Dolcetto d’Alba, Giuseppe Rinaldi

    Non ho mai pensato ad un dolcetto come vino da invecchiamento. Ho sempre creduto nella longevità dei vini di Beppe Rinaldi indipendentemente dal vitigno utilizzato. Questo 2007 non mi ha tradito. Ancora una volta il “Citrico” di Barolo ha lasciato il suo segno. Vino che si preannuncia in stato di grazia già da quel colore acceso, rosso rubino vivo quasi sangue. Il naso dimostra profondità facendo intendere i suoi talenti senza se e senza ma. Non vuole fare mistero di ciò che è donandosi fin dal primo approccio, sebbene con ritmi lenti. Sulle prime arriva una nota di sottobosco, muschio e liquirizia, segue la polvere di cacao, prugna matura, ma…

  • 2018,  DOC,  Dolcetto d'Alba,  Giuseppe Mascarello,  PIEMONTE,  ROSSI

    2018 Dolcetto d’Alba Vigna Santo Stefano di Perno, Giuseppe Mascarello

    Chi non ha visto almeno una volta nella vita Dirty Dancing, uno dei più amati cult movie degli anni ottanta? Per qualche strano motivo l’altro giorno assaggiando questo Dolcetto di Giuseppe Mascarello mi sono ritrovato a pensare che, come succede nel film all’ingenua Baby, anche il dolcetto è spesso messo in disparte quando si parla di grandi vitigni piemontesi. Certo non ha la nobiltà del nebbiolo o la vivacità della barbera, ma troppe volte, consumatori e produttori stessi, gli riservano un ruolo da comprimario. Eppure il dolcetto ha talento, quotidiana piacevolezza e radici profonde nella storia e nella tradizione piemontese come nessun’altro. E questo Vigna Santo Stefano di Perno ne…

  • 2019,  Bartolo Mascarello,  DOC,  Dolcetto d'Alba,  PIEMONTE,  ROSSI

    2019 Dolcetto, Bartolo Mascarello

    Un colore giovanile rosso rubino con riflessi viola da cui l’idea di bere un vino che portasse con se un po’ di spensieratezza. Niente da fare! Questo dolcetto ha presenza e grande personalità. Si fa capire fin dal primo sorso dettando i tempi della degustazione con fare quasi imperativo. Al naso dimostra profondità con note di mirtilli macerati, liquirizia, genziana, salvia, muschio e comunque giocati su espressioni legate alla terra. Al palato è salino, saporito, molto ben bilanciato. Tornano le sensazioni della liquirizia annunciate al naso, è succoso, con sapori di rosa canina e frutta rossa. Dotato di quella rusticità che dona credibilità ad una bottiglia che vorresti non finisse…

  • 2019,  DOC,  Dolcetto d'Alba,  Philine Isabelle Dienger,  PIEMONTE,  ROSSI

    2019 Dolcetto d’Alba, Philine Isabelle

    Finalmente sono riuscita a mettere le mani (ma soprattutto il naso) su uno dei vini prodotti da Philine Isabelle Dienger, enologa e produttrice originaria di Heidelberg e langhetta di adozione. Abilissima nel far parlare di sé quel tanto che basta da creare un piccolo caso attorno alla sua figura; riservata, metodica e innamorata del suo lavoro, di Philine sappiamo che è devota alla biodinamica, principio che utilizza per convertire le uve di dolcetto acquistate da Luigi Veglio da vigne allevate in biologico. Sappiamo inoltre che la vinificazione dei suoi vini avviene presso la cantina di Giuseppe Rinaldi, grazie alla concessione amichevole da parte di Marta: nessuna intromissione nel lavoro di…